foto di deserti da usare per sfondi









Curiosità sui deserti

I deserti sono distese quasi prive di vegetazione, costituiti da sabbia o rocce.

I maggiori deserti sono:
Il Deserto del Sahara è il deserto più grande del mondo con i suoi 7.970.000 kmq nel Nordafrica. Si estende verso Ovest nell'Atlantico.

Il secondo deserto più grande è il Deserto Libico  di 1.880.000 kmq, nel Sahara, si estende dalla Libia fino all'Egitto sud-occidentale ed al Sudan.

Terzo è il Deserto dei Gobi, 1.096.000 kmq e si trova fra la Cina e la Mongolia.

Dopo il ventesimo posto c'è La Valle della Morte, decisamente piccolo con i suoi 8.500 kmq, a est della California ed a sud-ovest del Nevada in America, ma ha la caratteristica di essere il punto più basso del continente americano, toccando gli 86 metri sotto il livello del mare.


Cactus nel deserto.

Nei deserti vivono alcuni cactus giganteschi (alcuni arrivano fino a 13 metri di altezza) perché "mangiano" tanto. I saguari (Carnegiea gigantea) infatti, subito dopo le rare piogge, nel deserto del Sonora in Arizona dove vivono non piove quasi mai, succhiano dal terreno, attraverso le potenti radici, 5 tonnellate di acqua.
Gli esemplari più "in carne" possono arrivare a pesare anche 12 tonnellate, come un elefante di grossa taglia.
Questi giganteschi vegetali sono molto longevi: possono vivere fino 200, forse 300 anni. Una piccola pianta grassa d’appartamento come la Echinocactus (comunemente chiamata "cuscino della suocera") vive al massimo 80 anni.


Dromedari nel deserto.
I dromedari sono soprannominati "navi del deserto" (in arabo safinat al barr). Considerato come veri e propri mezzi di trasporto, i dromedari sono capaci di sopportare fino a 200 chili di peso percorrendo anche 120 chilometri al giorno. Limitando anche i consumi di "carburante": questi animali possono stare senz’acqua e cibo per un'intera settimana. Ecco perché ancora oggi sono tra i "veicoli" più utilizzati dalle popolazioni locali.


Cibo preferito nel deserto.

Forse non tutti sanno che il miglio è il cibo preferito della gente del deserto perchè è rinfrescante. Costa anche la metà del riso, ma c’è molto lavoro per prepararlo. Il miglio deve essere lavato molto bene perchè quando lo si compra è pieno di terra e di sabbia. Quando è ben pulito deve essere essiccato al sole poi viene ridotto in farina. La farina di miglio deve poi essere filtrata.

Soltanto allora si possono preparare diverse specialità locali come la "crema".

Per preparare questo cibo molto leggero ma saziante bisogna aggiungere alla farina di miglio diverse spezie, cumino, finocchio, pepe, peperoncino e anche latte essiccato e polvere del frutto dell’albero del Baobab. Il tutto è ridotto in polvere ed è aggiunto alla farina di miglio.

Questa farina cruda di crema accompagna il beduino del deserto e al momento opportuno aggiunge soltanto l’acqua in una tazza con un po’ di zucchero e il pranzo è pronto. La crema sazia e disseta allo stesso tempo.
Il colore, la consistenza, il gusto e l' effetto nutritivo della crema la rendono molto simile al latte. La pasta di miglio è una sorta di polenta, un piatto per i poveri.



Libri e manuali sulla fotografia

Moments
Le foto vincitrici del premio Pulitzer. Una cronaca per immagini del nostro tempo
Buell Hal, 2011, White Star
Scattate dai migliori fotoreporter del mondo, queste emozionanti e spesso strazianti fotografie raccontano storie drammatiche e indimenticabili, formando una cronaca visiva del nostro tempo.

Fotografia
Un corso di base secondo gli insegnamenti di Ansel Adams
Schaefer John P., 1994, Zanichelli
Un manuale propedeutico all'arte della fotografia, indirizzato ai dilettanti che intendono sviluppare la fotografia in modo creativo e ai professionisti che da sempre guardano ad Adams come punto di riferimento ideale.

Fotografare
Come ottenere immagini perfette con la macchina digitale
Ang Tom, 2007, Mondadori Electa
Con semplicità e immediatezza - avvalendosi di una ricca selezione di immagini - Tom Ang spiega come sfruttare tutte le potenzialità della macchina digitale.

Fotografare con l'iPhone
Roberts Stephanie C., 2011, Logos
Questo libro vi spiegherà tutto quello che dovete sapere per trarre il massimo da questo strumento fotografico, più efficace di molte fotocamere digitali compatte. Potrete così accrescere la vostra creatività e sfruttare al meglio le potenzialità fotografiche dell’iPhone.

Capolavori della natura
Burns Abi, 2010, White Star
Questo volume fotografico è un invito alla scoperta di una serie di straordinarie meraviglie naturali e coinvolgerà il lettore in un'esplorazione a stretto contatto con la natura, con la sua forza primigenia e con i tesori di incredibile bellezza che essa racchiude.

Storie di sguardi
La fotografia da Nadar a Elliott Erwitt. Dall'invenzione all'arte della fotografia. Il mezzo dei tempi moderni. Dall'istante all'immaginario
Frizot Michel, 2005, Contrasto DUE
Una panoramica su 150 anni d'invenzione fotografica, per esplorare i diversi "modi di vedere" attraverso una serie di immagini chiave, le più significative tendenze e idee, messe qui in sequenza e analizzate nei loro reciproci rapporti.

Dizionario di fotografia
cur. Lenman R., D'Autilia G., 2008, Einaudi
Con questa opera si intende dare un quadro completo sulla fotografia, che spazia dai fotografi alle informazioni tecniche più aggiornate, dalle scuole nazionali alla critica d'arte, passando per la storia culturale dell'immagine negli ultimi 150 anni. Le oltre 1700 voci del dizionario sono state scritte da un gruppo di più di 140 specialisti internazionali.

Arte e fotografia
Campany David, 2006, Phaidon
Scrittore e artista, David Campany conduce in questo volume un'indagine sulla presenza della fotografia nella pratica artistica contemporanea, dagli anni Sessanta in avanti. L'immagine fotografica, infatti, ha acquisito sempre più peso nell'arte del Novecento, e così anche il dibattito teorico sul suo ruolo.

Fotoritocco avanzato con Adobe Photoshop
I sette punti del metodo Kelby per ottenere il meglio dalle vostre foto
Kelby Scott, 2008, Pearson
Presenta un sistema per correggere i problemi di un'immagine fotografica puntando su sette "aspetti" principali. Questo significa che al lettore viene richiesto di apprendere 7 tecniche di base utili per risolvere più o meno tutti i difetti tipicamente riscontrabili in uno scatto.



Argomenti correlati