foto del pianeta Terra riprese da satellite per sfondi


Immagini della Terra prese dallo spazio

Passa a slideshow
slideshow


(pubblicita' VI F1)



(pubblicita' ads F2)



(pubblicita' HB video)



(pubblicita' ads F4)



(pubblicita' ads F5)








(pubblicita' OB AF)



(pubblicita' ads AF)



Curiosità sul pianeta Terra

Le misure del Pianeta Terra

La Terra è il quinto pianeta del sistema solare per dimensioni. Ha la forma di un geoide, una sfera leggermente schiacciata ai poli. Il diametro, in corrispondenza dell'equatore, misura 12.756,8 km; in corrispondenza dei poli è di 12.712 km circa.

La superficie terrestre misura circa 510.101.000 km2, di questi, circa il 71% è occupato da mari e oceani.
Il volume della Terra è di 1.083 miliardi di chilometri cubi, la sua massa si aggira sui 5.977 miliardi di tonnellate.

Dividendo la massa per il volume si ottiene la densità media del nostro pianeta, che risulta essere circa 5,5 volte quella dell'acqua distillata a 4 gradi centigradi. Ciò significa che se la Terra fosse interamente costituita da un unico materiale omogeneo, un centimetro cubo peserebbe 5,5 grammi.

Quanto pesa il Pianeta Terra?

I calcoli più recenti hanno stabilito che la Terra pesa 5.975 miliardi di miliardi di tonnellate.

Il britannico Henry Cavendish fu il primo a tentare di scoprire il peso (o, meglio, la massa) della Terra.

Cavendish usò una bilancia particolarissima, che chiamò “bilancia di torsione”. Era costituita da una sbarra con due sfere alle estremità, appesa a un filo. Le due sfere erano sollecitate a ruotare dall’attrazione gravitazionale di due bocce di piombo poste accanto a esse.
La forza di attrazione era data dalla torsione del filo. Questa forza, secondo la legge di gravitazione universale di Newton, è uguale al prodotto della massa delle sfere per quella delle bocce, diviso per la loro distanza al quadrato e moltiplicato per una costante: l’esperimento di Cavendish permise di calcolare quella costante.

Da qui si riuscì a risalire alla massa della Terra. Infatti, il peso di un oggetto, secondo la legge di Newton, è uguale al prodotto della massa dell’oggetto stesso per la massa della Terra, diviso per il raggio della Terra al quadrato, e moltiplicato per la costante di gravitazione. In questa formula, l’unica incognita è la massa della Terra. Il calcolo di Cavendish diede come risultato 6.600 miliardi di miliardi di tonnellate(6.600.000.000.000.000.000.000.000 chili).

Qual è il pianeta più simile alla Terra?

Si chiama Gliese 581g, si trova nel primo settore all’ interno della costellazione della Bilancia.
"Orbita attorno alla sua stella in una ‘zona abitabile’", ha dichiarato Steven Vogt dell’ UC di Santa Cruz, che ha annunciato la notizia con il collega Paul Butler della Carnegie Institution a Washington, DC, sede della National Science Foundation, che ha finanziato la ricerca.

Non c’è ancora prova della presenza di acqua, vegetazione o ossigeno, fondamentali per l’esistenza della vita su un pianeta simile alla nostra Terra, ma già si fantastica sulla possibile presenza di creature aliene, siano essi microscopici microbi, dinosauri alieni o creature di aspetto umanoide.

Attualmente il pianeta scoperto è considerato il più ideale per ospitare forme di vita, considerando comunque che il pianeta appartiene solo al nono di 116 sistemi ancora da esplorare.
Gliese 581g si trova 20 anni luce di distanza, alla velocità attuale di viaggi nello spazio, ci vorrebbero decine di migliaia di anni per arrivare lì, ma la ricerca continua.

Quanto costa il Pianeta Terra?

L'astrofisico Greg Laughlin (Università di California - Santa Cruz), ha calcolato il valore economico del pianeta Terra.

Secondo l'astrofisico, il pianeta terra è valutato in 3.000 trilioni di sterline.
Il valore è stato evidenziato facendo il calcolo della somma tra età del pianeta, dimensioni, temperatura, massa e altre statistiche vitali.

Altri pianeti, sempre secondo il bizzarro studio dell'astrofisico Laughlin, valgono molto meno.
Ad esempio, Marte è valutato 10.000 sterline, mentre Venere ancora di meno, addirittura meno di un centesimo.


(pubblicita' VI CP)