Corrente artistica Realismo Pittorico

Settemuse Arte Turismo Vacanze Cultura

Temi principali:
Home  Arte  Cultura   Turismo in Italia

Altri temi: Bestseller  Cinema   Come fare  Disegnare  Foto sfondi  Frasi utili  Musica   Poesia  Quiz  Ricette  Scienze  Scrittori  Turismo Europa
 

 

 

 

 

 

 
Corrente Realismo Pittorico

Realismo Pittorico

 

Correnti artistiche

 

 

 

Cosa si intende per Realismo Pittorico

 

Il termine realismo è quanto mai generico e comprende un atteggiamento comune a molte manifestazioni d’arte.

Genericamente indica un riferimento preciso dell’arte alla realtà concreta e visibile del mondo, tendenza che si può accostare a molti stili già applicati nei secoli passati, sia in Italia che in Europa.

Specificamente parlando d'Arte, Realismo, è il termine usato per indicare un movimento dell'Ottocento che si contrappone alla Pittura Romantica ed alla Pittura idealista, in voga fra i pittori di allora.

Il Realismo Pittorico non si riferisce unicamente allo stile, ma anche al soggetto da ritrarre.

I giovani pittori per rompere con i laccioli del Romanticismo, scelgono di trattare temi e soggetti della realtà quotidiana, astenendosi da ogni sentimentalismo.

Per i pittori realisti, né la natura, né le immagini di vita, possono avere una qualsiasi idealizzazione, perchè,  come afferma Courbet "un oggetto astratto, invisibile, che non esiste, è estraneo all'ambito della pittura".
 


Realismo Pittorico Francese - Constable
Realismo Pittorico Francese - Constable
 

 
Realismo Pittorico Francese -  Millet
Realismo Pittorico Francese - Millet
 


Realismo Pittorico Francese -  Coubert
Realismo Pittorico Francese - Coubert
 


Realismo Pittorico Francese -  Daumier
Realismo Pittorico Francese - Daumier

Soggetti ed oggetti del Realismo

Per gli artisti realisti anche il brutto diventa un elemento in grado di qualificare l'opera d'arte, al contrario del Romanticismo che tendeva a rappresentare solo il bello e l'armonico.
 
Con l'esposizione al Salon de Paris del 1824, furono molto ammirati alcuni dipinti di John Constable (1776-1837) il cui metodo consisteva nello schizzare i suoi lavori all'aperto, per venir poi completati nel suo atelier.
 
Il suo esempio venne seguito dai pittori di Barbizon (villaggio in prossimità della foresta) che gradualmente giunsero a realizzare le loro opere all'aperto (e solo le opere più grandi erano ancora eseguite in studio).

Con questo sistema era naturale che la realtà prevalesse sull'immaginario e che le immagini fossero legate ad accadimenti storici.
 
Per questa ragione le correnti realiste ebbero una configurazione nazionale, che, risentendo degli importanti avvenimenti politico-sociali del periodo storico, si distinguevano, le une dalle altre, con particolari tali da rendere difficile la definizione di una scuola o di uno stile Realista Unitario.
 

 

Realismo Pittorico Francese -  Corot

Realismo Pittorico Francese -  Corot
 

Realismo Pittorico Italiano - Fattori

Realismo Pittorico Italiano - Fattori

Origine del Realismo in Francia

In Francia è nel clima della Rivoluzione Industriale, dell'inurbanizzazione, della miseria del popolo e della nascita del Socialismo, che iniziarono a sorgere le prime teorie del Realismo nelle arti figurative ad opera di Gustave Courbet (1819-1877) e Honoré Daumier (1808-1879).

Attraverso le loro opere il Realismo francese assume una posizione di ferma denuncia contro le ingiustizie della società, facendo proprie le rivendicazioni delle masse e partecipando attivamente alla vita politica.

Fra questi gli artisti più conosciuti sono Jean-François Millet (1814-1875) e Jean-Baptiste Camille Corot (1796 -1875) che vennero, per il loro equilibrio, accettati anche dalla classe sociale dominante.


Realismo Pittorico Italiano -  Lega
Realismo Pittorico Italiano - Lega

 

Realismo Pittorico Italiano -  Sernesi

Realismo Pittorico Italiano - Sernesi

Il "vero" e la "macchia" in Italia

In Italia, la pittura del paesaggio e la riproduzione del vero, anticipa il movimento realista.

La pittura "a macchia" era già stata anticipata in alcune opere di tradizione romantica, verista e naturalista.
 
Gli artisti italiani, come gli altri pittori europei, ebbero  il modo di conoscere all'esposizione di Parigi del 1855, le opere realiste di Courbet che mise in fibrillazione i giovani artisti del Caffè Michelangiolo di Firenze e quelli del gruppo della Scuola di Staggia che già lavoravano all'aperto e stavano elaborando e teorizzando il nuovo stile dei Macchiaioli.


Realismo Pittorico Italiano - Abbati
Realismo Pittorico Italiano - Abbati


Realismo Pittorico Italiano  - Inganni
Realismo Pittorico Italiano - Inganni
 

Realismo fra il 1860 ed il 1870

La produzione artistica di questo periodo è caratterizzata dalla focalizzazione dell'impegno dei pittori realisti, scelta dei temi e dei soggetti da trattare che vengono ricercati nella realtà del proprio tempo: il tema del lavoro è uno dei maggiormente trattati, ma non solo più il lavoro nei campi, ma anche quello svolto nelle fabbriche.

A fianco della realtà del mondo produttivo viene trattato anche quello dell'evasione e del tempo libero: troviamo delle rappresentazioni di pic-nic, vedute di spiagge affollate dove la gente si rifugia nei momenti di libertà come reazione al grigiore della città.


Realismo Pittorico Francese - T. Rousseau

Realismo Pittorico Francese - T. Rousseau
 

Il Realismo Americano

Intorno alla metà dell’Ottocento, il genere artistico con caratteri decisamente locali, è la pittura di paesaggio, dove le vedute naturali scelte per la loro suggestiva spettacolarità si fondono con un senso dello spazio in scala tipicamente locale.

Questo genere pittorico viene dapprima sintetizzato dalla scuola paesaggistica americana, la Hudson River School, con i paesaggi delle luminose vallate del fiume Hudson dipinti da Thomas Cole (1801-1848), considerato l’iniziatore della suddetta scuola.

Il lavoro di Cole viene continuato da Frederick Eduard Church (1826-1900), la cui pittura supera l'idealismo romantico, ancora avvertibile in Cole, con una pittura tanto verosimile e precisa da poter essere presa per fotografia.


Realismo Americano - T.Cole
Realismo Americano - T. Cole
 


Realismo Americano - A: Bierstadt
Realismo Americano - Albert Bierstadt
 

Pittura Europea e Realismo Americano

La produzione di Albert Bierstadt (1830-1902), altro pittore rappresentativo della pittura americana dell'Ottocento, risente della sua formazione a Dusseldorf: i paesaggi delle Montagne Rocciose e della California, descritti con grande abilità compositiva, vengono "arricchiti" o "contaminati" dal pittore, con l’aggiunta di figure ed episodi pittoreschi, che, fra l'altro, incontrarono il gusto dell’alta borghesia americana del tempo.

La pittura americana riceve impulsi innovativi dagli artisti che si formavano o che soggiornavano in Europa.

Dieci Pittori Americani e lo Stile Monaco

L'Impressionismo europeo trovò, nel 1895, un punto di riferimento nel gruppo dei “Dieci pittori americani”, di cui facevano parte anche John Twachtman, Childe Hassam e J. Alden Weir.

Mary Cassatt e il brillante ritrattista John Singer Sargent, erano stati a Parigi, legandosi all'Impressionismo; Frank Duneveck e William Merritt Chase a Monaco di Baviera.

I pittori americani, che si rifacevano allo “Stile di Monaco”, svilupparono il gusto per la pennellata vigorosa e sprazzi di luce contrastanti con fondi generalmente scuri.

I soggetti preferiti erano tratti dalla vita quotidiana, di cui venivano sottolineate, con spiccato senso del pittoresco, situazioni particolari o caratteristiche, in opposizione alle tendenze della Pittura Accademica.


Realismo Americano - Hassam
Realismo Americano - C. Hassam
 


Realismo Americano - T. Eakins
Realismo Americano - T. Eakins
 

Realismo Americano - Mostra del 1875 a Boston

Alla Mostra tenuta a Boston nel 1875 Frank Duveneck mette in evidenza il nuovo stile vigoroso ed espressivo che fece molta impressione ed  influenzò non poco, gli artisti contemporanei più aperti al nuovo e contribuì a gettare le basi della cultura figurativa e realistica dell’arte americana che prosperò nel XIX fino agli inizi del XX secolo.

Due pittori americani si impegnarono in modo particolare per superare la distanza che divideva l’arte dalla vita reale: Winslow Homer (1836-1910), che aveva incominciato la sua attività come artista -reporter durante la guerra civile e Thomas Eakins (1844-1916) che si dedicò a una sistematica riscoperta di soggetti legati all’ambiente e alla vita americana del suo tempo.

Dal Realismo al "basso realismo" Americano

Le tele Winslow Homer nascono dalla sua esperienza di illustratore e dall’abitudine a una sistematica osservazione diretta della realtà, tradotto in uno stile narrativo di estrema freschezza e in un senso della composizione semplice, capace di cogliere e mettere a fuoco gli elementi essenziali dei soggetti preferiti come  la vita di frontiera, il lavoro dei pescatori e dei marinai della Nuova Inghilterra, con effetti spesso di sintetica monumentalità.
 
Thomas Eakins amò dipingere lo sport, il divertimento, la vita domestica, la gente di Filadelfia con una crudezza giudicata da molti discutibile fino a far inorridire anche gli spettatori di larghe vedute.


Realismo Americano - Winslow
Realismo Americano - Winslow
 


Realismo Americano - J. Sloan
Realismo Americano - J. Sloan

L’Ashcan School

Dal 1876 fino al 1886, quando ne venne allontanato, Eakins fu maestro di disegno e pittura alla Pennsylvania Academy.

Il suo insegnamento anticonformista, con modelli vivi e non di gesso, con lo studio anatomico attraverso la dissezione di animali, influenzò gli artisti della nuova generazione.

La definizione di "Ashcan School" (Scuola del Bidone di Spazzatura), con gli eredi di Thomas Eakins sono oggi noti, è legata al Realismo scioccante e triviale di alcuni di loro.

Il gruppo originario che fondò questa scuola è composto da George Luks, John Sloan ed Everett Shinn; inizialmente furono definiti "Realisti di Philadelphia", ma in seguito al trasferimento nella città di New York agli inizi del 900, rinominati "Realisti di New York".
 

I pittori  e temi della Ashcan School

Negli anni novanta, a Filadelfia, al Charcoal Club, un gruppo di artisti creò il primo nucleo del "Gruppo degli Otto".

Questi otto artisti si unirono in un movimento artistico interessato al disegno dal vero per raccontare, in presa diretta, la nuova civiltà americana, urbana, industriale, tecnologia, carica di energie e di vitalità, ma anche miserabile, violenta e volgare.
 
Questi giovani pittori che si raccolsero intorno al giovane illustratore del “Philadelphia Inquirer” John Sloan (1871-1951) erano Robert Henri (1865-1929)  Arthur Davies, Maurice Prendergast, Ernest Lawson, George Luks, William Glackensed, Everett Shinn.


Realismo Americano - M.Prendergast
Realismo Americano - M.Prendergast
 

Torna a indice Arte

Torna a indice Correnti

 

Vai all'indice di tutti gli artisti (85 pagine in ordine alfabetico)

 

 

 

Libri sul tema della Pittura Realista e sulla pittura Americana

Ottocento in Italia. Le arti sorelle-Il

L'Ottocento in Italia. Le arti sorelle-Il realismo 1849-1870 
cur. Sisi C., 2007, Mondadori Electa

realismo nella pittura europea del XIX s

Il realismo nella pittura europea del XIX secolo 
Nochlin Linda, 2003, Einaudi

Post-espressionismo. Realismo magico. Pr

Post-espressionismo. Realismo magico. Problemi della nuova pittura europea  
Roh Franz, cur. Cecchini S., 2007, Liguori

Dal realismo al simbolismo. Vicende e fi

Dal realismo al simbolismo. Vicende e figure dell'arte postromantica europea
De Paz Alfredo, 2000, CLUEB

incontro casuale. Le vite intrecciate di

Un incontro casuale. Le vite intrecciate di scrittori e artisti americani (1854-1967)  
Cohen Rachel, 2006, Adelphi

Georgia O'Keeffe. Pioniera della pittura

Georgia O'Keeffe. Pioniera della pittura americana 
Drohojowska-Philp Hunter, 2010, Johan & Levi

pittura americana

La pittura americana 
Bernabei Roberta, Castria Marchetti Francesca, Zuffi Stefano, 2006, Mondadori Electa

Peggy Gugghenheim e la nuova pittura ame

Peggy Gugghenheim e la nuova pittura americana 
cur. Barbero L. M., 2008, Giunti GAMM

 

Americani per sempre. I pittori di un mondo nuovo (Parigi 1867-New York 1948) 
Cohen-Solal Annie, 2006, Johan & Levi

paesaggio americano dell'Ottocento. Pitt

Il paesaggio americano dell'Ottocento. Pittori, fotografi e pubblico 
Leonardi Nicoletta, 2003, Donzelli

Pittura e paesaggio in America

Pittura e paesaggio in America 
Cole Thomas, Durand Asher B., 2007, Silvana

Arte americana 1850-1960. Capolavori dal

Arte americana 1850-1960. Capolavori dalla Phillips Collection di Washington
cur. Behrends Frank S.; Belli G., 2010, Silvana

paesaggio americano dell'Ottocento. Pitt

Il paesaggio americano dell'Ottocento. Pittori, fotografi e pubblico 
Leonardi Nicoletta, 2003, Donzelli

 

Nino Costa e il paesaggio dell'anima. Da Corot ai macchiaioli 
Dini Francesca, Frezzotti Stefania, 2009, Skira

rivoluzione realista. Lineamenti introdu

La rivoluzione realista. Lineamenti introduttivi da Barbizon ai macchiaioli
De Paz Alfredo, 2007, CLEUP

Corot. Ediz. inglese

Corot. Ediz. inglese 
Sérullaz Arlette, 2007, 5 Continents Editions

età di Courbet e Monet. La diffusione de

L'età di Courbet e Monet. La diffusione del realismo e dell'impressionismo nell'Europa centrale e orientale. Catalogo della mostra 
2009, Silvana

Courbet e l'origine del mondo. Storia di

Courbet e l'origine del mondo. Storia di un quadro scandaloso 
Savatier Thierry, 2008, Medusa Edizioni

Per una ricerca completa di LIBRI - FILM - MUSICA CD/DVD: