Video di Riomaggiore con drone







Guida di Riomaggiore


Come arrivare a Riomaggiore

In auto:
Provenendo da Genova o da Livorno sull'Autostrada A12, uscire al casello di La Spezia-S.Stefano Magra.
Provenendo da Parma sull'Autostrada A15 Attraversata La Spezia, bisogna immettersi sulla SP32 (ex SP 370) detta Litoranea delle Cinque Terre e, dopo circa un quarto d'ora, si arriva in prossimità del bivio che scende a Riomaggiore, vedere la mappa a fianco.

In treno:
Si può arrivare a Riomaggiore comodamente in treno utilizzando la linea ferroviaria Genova-Roma.
Ci sono numerosi treni regionali a cadenza oraria che fermano in tutti i paesi delle splendide Cinque Terre.

Parcheggi:
A Riomaggiore si può parcheggiare nell'autosilo posto a ridosso dell'abitato.





Riomaggiore Cinqueterre

Foto notturna E' la prima località che si incontra partendo da La Spezia.

Riomaggiore si presenta ai suoi turisti con la tipica struttura a gradoni.

La via principale è un canale coperto dove sotto scorre il torrente Rivus Maior che ha dato il nome al paese.

Le tipiche abitazioni del borgo sono fatte come delle torri, sviluppate in altezza su tre o quattro piani, in pietra e ardesia sui tetti, dalle facciate verniciate di giallo o rosa.

Riomaggiore è il posto ideale per trascorrere le vacanze immersi nella natura e in un paesaggio da cartolina. Inoltre proprio da qui parte il famoso Sentiero o  Via Dell'Amore, un percorso a picco sul mare.

Si consiglia di non utilizzare l’auto per visitare il borgo. D’estate occorre lasciarla lungo la litoranea e scendere a piedi per una lunga suggestiva scalinata.

Cenni storici su Riomaggiore

San Giovanni BattistaLa storia di Riomaggiore risale al 1239, anno in cui gli abitanti del distretto feudale e comunale di Carpena entrarono nella Compagnia genovese.

Solo nel 1343 Riomaggiore diventerà autonoma come comune e amministrazione, arrivando poi in piena era napoleonica ad inglobare nel 1806 anche la località di Manarola, la cui radici storiche sono ancora più antiche della stessa Riomaggiore.

La località di Riomaggiore ha sempre ispirato poeti ed artisti come Eugenio Montale e il pittore Telemaco Signorini che vi abitò a lungo e dipinse su tela i suoi bellissimi panorami.




Cosa vedere a Riomaggiore

A Riomaggiore ci sono varie chiese e monumenti storici che sono da vedere e magari anche da fotografare.
Da visitare la Torre Guardiola, oggi parco naturalistico, un tempo era uno dei forti più attrezzati della zona.

La Chiesa di San Giovanni Battista, del 1341, presenta una facciata che è stata ristrutturata in stile neogotico nel 1820.

Da vedere anche la parrocchia di San Lorenzo del 1338 con la sua facciata in stile gotico.

Sul lato montuoso che separa la parte più antica dal borgo nato vicino alla stazione c'è da visitare il Castello di Riomaggiore (sec. XV-XVI), detto anche Castellazzo di Cerricò.

La cinta muraria presenta due grosse e tozze torri circolari. Agli inizi del 1800 la parte interna fu riempita di terra e il castello fu destinato a cimitero. Recentemente ristrutturato, rimangono le cortine murarie e due torri rotonde da vedere.

Altre cose da vedere e visitare a Riomaggiore

Santuario MonteneroL'Oratorio di San Rocco, costruito a fianco del castello, risale al 1480 e fu edificato in seguito alla peste. Al suo interno si trova un trittico raffigurante la Vergine con il Bambino e i Santi.

Il santuario della Madonna di Montenero è una delle tante cose da vedere a Riomaggiore. Fu eretto tra il XI e il XII secolo per venerare un'antica immagine della Madonna che, nascosta sotto terra dagli abitanti di Riomaggiore per evitare che cadesse in mano ai barbari, fu ritrovata cent’anni dopo nel luogo dove, subito, sgorgò una fontana.

L'Oratorio dei disciplinati, detto anche Chiesa della Confraternita dell’Assunta risale al 1500 e si trova nel rione “La Compagnia”. Da vedere al suo interno un trittico a tempera raffigurante una "Madonna col Bambino fra i Santi Giovanni e Domenico" della seconda metà del XV secolo e una statua lignea detta “Madonna delle catene”.

Cosa fare a Riomaggiore

Via dell'amoreSicuramente una delle prime cose da fare a Riomaggiore è una passeggiata romantica sulla Via dell’Amore, che collega i paesi di Riomaggiore e Manarola. Chi visita le Cinque terre non può non percorrere questo sentiero.

E' un itinerario suggestivo ed emozionate, essendo il risultato di uno scavo nella roccia effettuato intorno al 1928.

La Via dell'Amore si raggiunge con facilità dal piazzale della stazione di Riomaggiore, dove si vede da subito la scalinata che consente di passare sopra alla ferrovia e di raggiungere, in pochi metri, l'inizio del celebre percorso pedonale.

Sulla Via dell'Amore si può anche fare il bagno scendendo da una delle scalette lungo la scogliera. Si ricorda che l'entrata alla Via dell'Amore è a pagamento.

Da non dimenticare di fare una passeggiata anche lungo il Sentiero Azzurro del Parco Nazionale delle Cinque Terre, tra Monterosso e Riomaggiore, uno dei più celebri della Liguria. Anche questo sentiero è a pagamento e l'intero percorso dura circa 5 ore di cammino.

Altre cose da fare a Riomaggiore

Foto di RiomaggioreIn questa località ci si può dedicare oltre che al trekking e alle passeggiate, a piedi o in mountain bike, anche alla vista marittima. Sono molte le possibilità di fare immersioni grazie al "Diving Center CinqueTerre" di Riomaggiore (SP) che è l’unico diving situato all'interno dell'area marina protetta.

Chi ama scrivere può farsi ispirare dallo spettacolo della natura seguendo "il percorso della scrittura", tredici tappe con pannelli esplicativi che accompagnano lo scrittore alla produzione di brevi testi narrativi ispirati dalle emozioni che scaturiscono dal paesaggio mediterraneo.

A Riomaggiore c'è anche da vedere il piccolo Museo della Memoria che sorge nella parte alta di via Colombo e permette al visitatore di fare un tuffo multimediale nella storia e nel territorio delle Cinqueterre usando i personal computer messi a disposizione. Il museo è aperto nei week end dalle ore 10.30 alle ore 12.30.

Ovviamente non mancano i divertimenti con un'ampia offerta di ristoranti tipici, locali, bar e negozi tradizionali per fare shopping.

Museo dello Sciacchetrà a Riomaggiore

Museo SciacchetràSi consiglia di visitare il Museo dello Sciacchetrà, dedicato alla storia del famosissimo vino fin dall’antichità.

L’itinerario espositivo illustra le caratteristiche ambientali che hanno favorito la coltivazione ottimale dei vitigni, le fasi lavorative per ottenere il prezioso vino amabile, dalla vendemmia lungo le fasce terrazzate a picco sul mare ai sistemi di essicazione delle uve, dalla vinificazione all’imbottigliamento.

L’area dedicata alla storia dello Sciacchetrà presenta approfondimenti tematici nei filmati e nelle postazioni multimediali, liberamente usufruibili dal pubblico.
Il Museo è aperto tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Cosa vedere nei dintorni di Riomaggiore

PortovenereSicuramente sono da visitare le Cinqueterre con gli altri 4 comuni che ne fanno parte, Monterosso, Vernazza,  Corniglia,  Manarola e il Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Occorre ricordarsi che oltre le due del pomeriggio non passano più le navette che portano al Parco delle Cinqueterre.

In estate passa anche una barca più volte al giorno che fa tappa oltre che in tutti i paesi delle Cinqueterre (tranne Corniglia) anche in altre bellissime località costiere come Forte dei Marmi, Viareggio, Portovenere e la celebre Portofino.


Le più belle spiagge di Riomaggiore

SpiaggiaRiomaggiore è parte del Parco nazionale delle Cinque Terre, la cui area marina è caratterizzata da fondali costieri essenzialmente di tipo roccioso.

Salendo la strada a sinistra della marina, passando la zona di attracco dei battelli, sulla strada che porta alla spiaggia ci sono due discese che permettono di fare li il bagno.

Salendo la via a destra alla marina ci sono diverse discese al mare dove si può fare il bagno mentre sulla Via dell'amore ci sono diverse discese a mare.

Per chi ama camminare ci si può arrampicare sulla strada che porta a Torre Guardiola e al bivio che si trova in alto sopra la spiaggia scendere a destra fino ad arrivare ad un'area attrezzata a pic-nic e fare un bagno in vasche naturali.

Feste e sagre a Riomaggiore

Sagra del borgo VolastraIl 4, 5, 6 giugno si svolge la festa della Madonna di Montenero che richiama in pellegrinaggio centinaia di credenti.

Gli appassionati gourmet possono partecipare alla Sagra di Volastra, località appartenente al Comune di Riomaggiore.

Per due weekend consecutivi, circondati dalla splendida cornice delle alture del Parco Nazionale delle Cinque Terre, si potranno gustare i piatti e il vino tipici di queste zone tra cui fave e pecorino, sgabei (pastella fritta) farciti, ravioli alla ligure, Vino D.O.C. 5 Terre.

Nell’antico borgo di Volastra questa sagra di svolge in genere il 24 e 25 aprile e il 1 e 2 maggio.

Cucina tradizionale e prodotti tipici a Riomaggiore

Pesto ligureLe ricette della cucina tradizionale tipica di Riomaggiore e delle Cinqueterre si basano principalmente sui prodotti offerti dal mare.

Antipasti di molluschi vari e primi piatti come spaghetti allo scoglio o alle vongole, ravioli con ripieno di pesce e secondi piatti della tradizione gastronomica ligure tra cui le acciughe sotto sale e il pesce al forno con odori e patate.

Immancabile il classico pesto alla ligure.

Riomaggiore




Foto di Riomaggiore


slideshow
slideshow


Foto Riomaggiore 262

Riomaggiore


Argomenti correlati





Libri e Guide su Liguria

Cronaca dal Medioevo. Schiavi, pirati e Templari nel Mediterraneo e in Liguria 
Alderotti Enrico, 2008, De Ferrari
Fiori di montagna in Liguria
Alberti Marco, 2008, Centro Stampa Offset
Strade di Liguria. Un patrimonio storico da scoprire
2008, De Ferrari
Genova e Liguria nel Medioevo 
Airaldi Gabriella, 2007, Frilli
Muzzerone e Levante Ligure. Arrampicate sportive. Ediz. italiana e inglese
Battistella Davide, 2008, Versante Sud
Liguria. Ville, parchi, giardini 
2008, De Ferrari
Genova. Monte Antola, Torriglia, alta via dei monti liguri 1:25.000
Tarantino Stefano, 2008, Edizioni del Magistero
Imperia. Ventimiglia, Pigna, alta via dei monti liguri 1:25.000
2008, Edizioni del Magistero
Imperia. Sanremo, Taggia 1:25.000
2008, Edizioni del Magistero
Liguria. Carta stradale 1:250.000
2008, Iter
Liguria 
2008, Touring
Riviera ligure
Henning Christoph, 2008, Dumont