Bagnanti a Asnieres (1883)




Biografia e vita di Georges Seurat (1859-1891)

Ritratto di Georges Seurat
Georges Seurat, considerato il massimo esponente della corrente del Neo-Impressionismo, nasce a Parigi nel 1859.

Di agiate origini borghesi, il giovane Seurat può seguire le sue naturali inclinazioni, dedicandosi agli studi artistici.

Nel 1875 segue i corsi di scultura di Justin Lequien, tre anni dopo si iscrive all'École des Beaux-Arts di Parigi, dove studia con Henri Lehmann.

Le sue prime opere si rifanno al naturalismo della Scuola di Barbizon, ma in seguito si interessa alle ricerche sui fenomeni della luce e studia i problemi legati alla percezione visiva e le teorie cromo-luministiche del tempo.

L'attenzione di Seurat  si sofferma sugli studi delle varie tesi teorico-scientifici di Humbert de Superville, di Eugène Chevreul, di Charles Blanc e di Odgen Rood, mente sperimenta il cromatismo di Eugene Delacroix.

Nel 1879 parte militare; distaccato a Brest, disegna marine e paesaggi e, quando torna a Parigi apre uno studio col pittore Edmond-François Aman-Jean.

Dipinto di Georges SeuratPittore colto e sofisticato, si reca in luoghi di grande interesse paesaggistico, all''isola de La Grande Jatte, nei boschi di Pontaubert dove dipinge all'aria aperta opere ancora legate al naturalismo impressionista, ma dove già si intravvedono i germi del " puntinismo".

Rifiutando i delicati effetti della pittura impressionista, ottenuti con pennellate irregolari, elabora una tecnica innovativa più "scientifica", il Puntinismo, in base alla quale su fondo bianco applica piccole e ordinate pennellate di colore puro.

Nel 1883 partecipa per la prima volta al Salon, ma l'anno dopo, poiché non non viene ammesso, espone alla mostra organizzata dalla Société des Artistes Indépendants, dove presenta la prima delle sue grandi composizioni: Une baignade à Asnières (1883-84) oggi esposto alla National Gallery di Londra.


Opere di Georges Seurat Nel 1885, Georges Seurat partecipa all'Esposizione Internazionale di New York, dove espone ancora Une baignade à Asnières, mentre continua le ricerche nel campo cromatico che sperimenta personalmente.

Nel 1886, rielaborando disegni e schizzi, realizzati sull'isola de La Grande Jatte, completa l'opera che lo renderà famoso, Un dimanche après-midi à l'île de la Grande Jatte, dove i personaggi che affollano la scena, geometrizzati e ieratici, sono collocati in uno spazio regolare, definito solo dalla trasparente luce.

La grande tela viene presentata all'ultima mostra degli impressionisti e proprio in questa occasione, per sottolineare il nuovo stile del pittore, ormai staccato dall'Impressionismo, vengono coniati i termini "neoimpressionismo" e "pointillisme".

Quest'opera non solo influenza artisti isolati come Gauguin e Van Gogh, ma svolge un ruolo fondamentale nella storia della pittura moderna perché riorganizza, in modo rigoroso e cerebrale, l’eredità spontanea degli impressionisti.

Biografia di Georges SeuratDopo un'esposizione tenuta a Nantes con Camille Pissarro e Paul Signac, Georges Seurat nel 1887 partecipa alla mostra del Gruppo Les XX a Bruxelles e l'anno dopo si reca in Normandia a Port-en-Bessin, per dipingere alcune marine.

Tra il 1888 e il 1889 il pittore realizza altre due grandi composizioni, Les poseuses e La parade, mentre entra in contatto col critico Charles Henry, che lo introduce nel Movimento Simbolista e che lo spinge a studiare la teoria della dinamica delle linee.

Nel 1890 Searat espone in un trattato i principi teorici della sua pittura, dipinge Le Chahut (1890) e lavora a Le cirque (1891),  che viene presentata incompiuta  al Salon des Indépendants.

Nel 1891 muore improvvisamente a soli trentadue anni dopo aver gettato le basi per la nascita del Fauvismo e del Cubismo, sino al Surrealismo ed alla Op Art.

Nel 1899 Signac gli dedica il saggio D'Eugène Delacroix au néo-impressionisme.






Galleria opere d'arte di Georges Seurat

slideshow
slideshow

Bagnanti a Asnieres (1883)
Bagnanti a Asnieres (1883)

Le modelle (1887)
Le modelle (1887)

Bagnanti (1883)
Bagnanti (1883)

Domenica alla Grande Jatte (1884)
Domenica alla Grande Jatte (1884)

Il circo (1890)
Il circo (1890)

La parata del circo (1887)
La parata del circo (1887)

La Chaut (1889)
La Chaut (1889)

Giovane donna che si incipria (1888)
Giovane donna che si incipria (1888)

La Maria ad Honfleur (1886)
La Maria ad Honfleur (1886)

La Senna a La Grande Jatte
La Senna a La Grande Jatte (1884)

Entrata del porto di Honfleur (1886)
Entrata del porto di Honfleur (1886)

La torre Eiffel (1889)
La torre Eiffel (1889)


Annunci e Argomenti correlati




Libri su Georges Seurat e sul Neoimpressionismo e Puntinismo

  Georges Seurat [With CD (Audio)]
2010, Hatje Cantz Publishers
  Georges Seurat: The Drawings
2007, Museum of Modern Art
  Georges Seurat
Venezia, Mike, 2002, Scholastic Library Publishing
  Da Eugène Delacroix al neoimpressionismo
Signac Paul, 1993, Liguori
  Seurat et le dessin néo-impressionniste
Ferretti Bocquillon Marina, 2005, 5 Continents Editions
  Seurat, Signac e il Neoimpressionismo
2008, Skira
  Divisionism/Neo-Impressionism: Arcadia & Anarchy
Greene, Vivien, 2007, Solomon R. Guggenheim Foundation