poesie e poeti italiani e straieri


Pescatori a Sabaudia



Enrico Riccardo Spelta - poesia - pescatori a sabaudia
Ascolta la poesia letta dall'autore

Odo un tamburo battuto
da un pescatore sul mare

Vedo un tramonto di fuoco
d'un sole ormai spento

Immergo le mani nella
rena pestata da tutti

Respiro tristezze e colori
disteso su una spiaggia deserta

Mentre penso a tante cose
e m'accorgo d'essere nulla


(1962, la mia prima poesia in ricordo
di una pesca al tramonto sulla costa di Sabaudia
con tamburo battente per raggruppare i pesci,
mentre io ero in servizio militare)

Autore: Enrico Riccardo Spelta

Torna all'indice poesie Spelta up


(pubblicita' VI AF)




CONTENUTI SIMILI

(pubblicita' VI CP)