L'aria salata

Locandina del film "L'Aria salata"

L'Aria salata

Titolo originale: L'Aria salata
Nazione: Italia
Anno: 2006
Genere: Drammatico
Regista: Alessandro Angelini
Cast: Giorgio Pasotti, Giorgio Colangeli, Michela Cescon, Katy Louise Saunders.
Durata: 85'
Data di uscita: 05/01/2007 2007 - Miglior Produttore David di Donatello
2007 - Miglior Attore Non Protagonista David di Donatello a Giorgio Colangeli 2006 - Miglior interpretazione maschile Cinema alla Festa Internazionale di Roma a Giorgio Colangeli










Giorgio Pasotti in "L'Aria salata"

Trama

Fabio (Giorgio Pasotti) è un giovane educatore che lavora con passione e dedizione nel percorso di reinserimento dei detenuti nella società.

E' gentile e paziente con i carcerati, ma sa imporsi con fermezza quando questi vogliono da lui più di quanto permesso.

Un giorno, un collega gli affida il caso di un tizio che è appena stato trasferito da un altro penitenziario: Luigi Sparti (Giorgio Colangeli), un assassino, uomo dal carattere difficile, che i vent'anni di carcere hanno contribuito ad indurire ulteriormente.

L'incontro inaspettato con quest'uomo, che è il padre sparito improvvisamente dalla sua vita quando era bambino, costringe Fabio a fare i conti con i fantasmi di un passato familiare rimosso, e a scontrarsi con la sorella Cristina che non vorrebbe riaprire vecchie ferite che mettano a repentaglio la tranquillità della loro vita attuale.














Commento

Incentrato sul rapporto padre-figlio, dai connotati drammatici, dove la cosa che più risalta è la differenza di posizione dei due protagonisti:padre e figlio.

Già è curiosa il capovolgimento di ruoli, nel film è il figlio che dovrebbe educare il padre, ma questo padre che dovrebbe essere educato si oppone con arroganza alla società che lo ha punito.

Il carcerato ammette la sua colpa, ammette di aver sbagliato ma è convinto di aver pagato abbastanza e desidera la libertà e rivendica il diritto a rifarsi una vita ad essere reintegrato nella società.

I due si rinfacciano le mancanze: il figlio l'assenza del padre e questo il fatto che la famiglia lo abbia abbandonato.
Un film disperato, ma non eccessivo,  è scritto linearmente con una semplicità che permette allo spettatore di comprendere tutti i risvolti di una storia che a primo acchito sembra senza misteri.

L'aria salata, nel gergo carcerario, è il termine per definire l’ora d’aria, a indicare l’impossibilità di respirare in pochi metri quadri di cemento, viene sostituita del regista con quella che i protagonisti respirano in testa e in coda al film su un viaggio in traghetto che segna una svolta nella loro vita.

Ottimo Giorgio Pasotti, in equilibrio con sentimento su registri diversi, dall'offeso all'arreso all'emozionato, superbo Giorgio Colangeli, giustamente premiato, riconosciuto fra i migliori interpreti italiani in circolazione.

Se vi piace questo genere, ve ne consiglio la visione.


Torna all'indice Cinema up




Annunci e Argomenti correlati



Vuoi vedere il film "L'Aria salata" ? Ordina il DVD

 

L'aria salata
01 Distribution, 2007  Widescreen
Regia di Alessandro Angelini
Principali interpreti: Giorgio Pasotti, Giorgio Colangeli, Michela Cescon, Katy Louise Saunders, Sergio Solli