Poesie sparse

Casa di Emily Dickinson, poesie sparse
(1755)
Per fare un prato occorrono un trifoglio ed un'ape -
Un trifoglio ed un'ape
E il sogno.
Il sogno può bastare
Se le api sono poche.

(1159)
Grandi vie di silenzio conducevano
A paesi di calma.
Non vi erano notizie né discordie
Né universo né leggi.

Gli orologi dicevano il mattino
E campane lontane chiamavano la notte,
Ma il tempo qui non aveva più base,
Era svanita ogni misura.

(328)
Un uccello discese sul sentiero,
Senza sapere che io l'osservavo.
Spezzò col becco un lombrico
E se lo mangiò crudo.

Bevve un po' di rugiada
Da un opportuno filo d'erba,
Poi saltellò di lato verso il muro,
Cedendo il passo ad uno scarabeo.

Poi volse gli occhi rapido
In frettoloso giro,
E parvero due chicchi spaventati,
Poi mosse il capo di velluto

Come fosse in pericolo. Prudente
Io gli offersi una briciola:
Quello spiegò le penne
E volò verso il nido,

Più labile dei remi che dividono il mare
Troppo argenteo perché vi resti impronta,
O come dalle rive meridiane
Si gettano farfalle, senza suono, nel volo.

(903)
Mi nascondo dentro il mio fiore,
perché, quando morirà nel tuo vaso,
tu, ignaro, senta per me
almeno una solitudine.

(1765)
Che Amore sia tutto ciò che è
e tutto quello che di lui sappiamo
è abbastanza, il peso può essere
proporzionato al contenitore.

(1233)
Non avessi mai visto il sole
avrei sopportato l'ombra
ma la luce ha aggiunto al mio deserto
una desolazione inaudita.

Testi: Emily Dickinson





Emily Dickinson biografia

Poesie di Emily Dickinson e biografia Emily Dickinson (Amherst, Massachusetts, 10 dicembre 1830 - 15 maggio 1886) è stata una poetessa statunitense. È considerata tra i maggiori lirici del XIX secolo.

Nacque da una famiglia molto in vista, conosciuta per il sostegno fornito alle istituzioni scolastiche locali. Suo nonno, Samuel Fowler Dickinson, era uno dei fondatori dell'Amherst College, mentre il padre ricopriva la funzione di legale e tesoriere dell'Istituto; inoltre, ricopriva importanti incarichi presso il Tribunale Generale del Massachusetts, il Senato dello Stato e alla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti.

Dickinson scoprì la propria vocazione poetica durante il periodo di revival religioso che, nei decenni 1840-50, si diffuse rapidamente nella regione occidentale del Massachusetts. Uno dei suoi biografi ha affermato che concepì l'idea di diventare poetessa avendo come riferimento - in termini biblici - la lotta di Giacobbe con l'angelo.

Emily Dickinson visse la maggior parte della propria vita nella casa dove era nata. Ebbe modo di fare solo rare visite ai parenti di Boston, di Cambridge e nel Connecticut.

Gran parte della sua produzione poetica riflette e coglie non solo i piccoli momenti di vita quotidiana, ma anche i temi e le battaglie più importanti che coinvolgevano il resto della società. Per esempio, più della metà delle sue poesie furono scritte durante gli anni della Guerra di Secessione.

Per citare alcuni tra i suoi versi più memorabili, le poesie della Dickinson dicono tutta la verità, ma la dicono indirettamente.
Al momento della sua morte non erano state pubblicate che dieci sue poesie, ma il suo lascito di circa 1800 componimenti poetici fu prova evidente della vastità del suo lavoro, in seguito riconosciuta dal mondo intero.

Oggi, Emily Dickinson, viene considerata non solo una dei poeti più sensibili di tutti i tempi, ma anche una dei più rappresentativi. Alcune caratteristiche delle sue opere, all'epoca ritenute 'stranezze', sono considerate adesso aspetti particolari e inconfondibili del suo stile. Le digressioni enfatiche, l'uso poco convenzionale delle maiuscole, le lineette telegrafiche, i ritmi salmodianti, le rime asimmetriche, le voci multiple e le elaborate metafore sono diventati dei marchi di riconoscimento per i lettori, durante gli anni e nelle varie traduzioni del suo lavoro.

Emily Dickinson morì di nefrite nello stesso posto dove era nata, ad Amherst, nel Massachusetts. Le sue ultime parole furono: "Adesso devo entrare, si sta alzando la nebbia".




Argomenti correlati


Vetrina ANNUNCI e CONSIGLI