gustave_moreau_011_the_pierides_1889




Biografia e vita di Gustave Moreau (1826 - 1898)

Biografia di Gustave Moreau Studente di: Théodore Chassériau (1819-1856), François-Edouard Picot (1786-1868).
Insegnante di: Pierre Bonnaud (1865-1930), François Charles Cachoud (1866-1943), Edgar Maxence (1871-1954).
Amico di: Edgar Degas (1834-1917), Eugène Fromentin (1820-1876).
Cavaliere di: Légion d'Honneur (dal 1875).
Professore presso: Ecole des Beaux-Arts.


Gustave Moreau, pittore francese Simbolista francese, nasce a Parigi il 6 aprile 1826.
Suo padre era architetto e lo mandò a studiare con Picot.

Moreau, nel suo sviluppo come artista imitò per parecchi anni lo stile del suo maestro, l'eclettico pittore Teodore Chassériau (1819-1857), un dipinto del quale lo aveva profondamente colpito e con quale visse in Rue Frochot.

Biografia di Gustave Moreau
La prima opera di Moreau fu la Pietà (1852), ora nella cattedrale di Angouleme.

Per il Salon del 1853 illustrò una Scena dal Cantico dei Cantici (ora nel Museo di Digione) e La morte di Dario (nella Galleria Moreau, Parigi), dove è ben visibile l'influenza di Chassériau.

Per l'Esposizione Universale del 1855 realizzò gli Ateniesi, con il Minotauro (nel Museo di Bourg-en-Bresse) e Mosè in vista della Terra Promessa.

Nel 1857 si recò in Italia dove studiò le opere classiche di pittori famoso da Michelangelo a Mantegna.

Edipo e la Sfinge, iniziato nel 1862 ed esposto al Salon del 1864, ottenne il plauso della critica e segnò l'inizio del suo periodo migliore, nel corso del quale scelse i suoi soggetti dalla storia, dalla religione, leggende e dalla propria fantasia.

Nel 1865 espose Medea e Giasone e Il giovane e la morte; nei quadri di Gustave Moreau era ormai evidente il suo stile personale che si appoggiava al Simbolismo e che presto divenne famoso per i suoi quadri di soggetti mitologici e religiosi con aspetti erotici.

Nel 1866 dipinge la Testa di Orfeo (Galleria del Lussemburgo), Esiodo e la Musa, Prometeo (nella Galleria Moreau), Giove e Europa, La Pietà e Il Santo e il Poeta.

Biografia di Gustave Moreau La sua maturità, iniziata dopo il 1870. lavorando nell'ombra liberandosi dalle influenze del suo maestro, sfocia nei lavori esposti al Salon nel 1876 e con le opere seguenti: Ercole e l' Idra, San Sebastiano, Salomè danzante e La sfinge.

La sua opera mostra pur mantenendo una chiara preferenza per soggetti storici, biblici e mitologici, immette nei dipinti un'inquietante e suggestiva atmosfera esotica, spesso orientaleggiante e drammatica.

Moreau si esibì per l'ultima volta al Salon nel 1880, con Elena e Galatea e per l'Esposizione Universale del 1889 inviò nuovamente Galatea e Il giovane e la morte.

Prese il posto di Delaunay come professore presso la Ecole des Beaux Arts, e il suo insegnamento divenne molto popolare, anche se le sue opere sono stati spesso giudicate decadenti.

Gustave Moreau amava fare anche esperimenti tecnici, tra cui raschiare le sue tele, realizzare quadri non figurativi, manipolare i colori ottenendo un impasto piuttosto corposo che colpisce per la sua lucentezza dorata, particolare per cui alcuni critici lo hanno considerato un precursore dell' Espressionismo astratto.

Quando morì, il 18 aprile 1898, dopo aver ottenuto numerosi riconoscimenti e medaglie, lasciò in eredità allo Stato la sua casa, contenente circa 8000 immagini, acquerelli, caricature e disegni, che andarono a costituire il Moreau Gallery, che nel 1902 divenne il Museo Gustave Moreau, una delle migliori collezioni di Parigi.
Le opere di Gustave furono di ispirazione ad artisti quali André Breton, Max Ernst e Salvador Dalì.






Galleria opere d'arte di Gustave Moreau

slideshow
slideshow

gustave_moreau_001_apollo_e_le_nove_muse_1856
Apollo e le nove muse (1856)

gustave_moreau_002_giasone_1865
Giasone (1865)

gustave_moreau_003_orfeo_1865
Orfeo (1865)

gustave_moreau_004_europa_e_il_tauro_1869
Europa e il toro (1869)

gustave_moreau_005_salome_1870
Salomè (1870)

gustave_moreau_006_galatea_1880
Galatea (1880)

gustave_moreau_007_giove_e_semele_1895
Giove e Semele (1895)

gustave_moreau_008_poeta_morto_sostenuto_da_un_centauro_1890
Poeta morto sostenuto da un centauro (1890)

gustave_moreau_009_san_giorgio_e_il_drago_1890
San Giorgio e il drago (1890)

gustave_moreau_010_edipo_il_viandante_1888
Edipo il viandante (1888)

gustave_moreau_011_the_pierides_1889
The pierides (1889)

gustave_moreau_012_betsabea_1886
Betsabea (1886)

gustave_moreau_013_il_trionfo_di_alessandro_il_grande_1885
Il trionfo di Alessandro il grande (1885)

gustave_moreau_014_unicorno_1885
Unicorno (1885)

gustave_moreau_015_le_chimere_1884
Le Chimere (1884)

gustave_moreau_016_notte_1880
Note (1880)

gustave_moreau_017_mose_bambino_1878
Mosè bambino (1878)

gustave_moreau_018_san_sebastiano_e_angelo_1876
San Sebastiano e angelo
(1876)

gustave_moreau_019_leda_e_il_cigno_1880
Leda e il cigno (1880)

gustave_moreau_020_messalina_1874
Messalina (1874)

gustave_moreau_021_esiodo_e_la_musa_1870
Esiodo e la musa (1870)

gustave_moreau_022_san_sebastiano_1875
San Sebastiano (1875)

gustave_moreau_023_prometeo_1868
Prometeo (1868)

gustave_moreau_024_le_muse_lasciano_apollo_per_illuminare_il_mondo_1868
Le Muse lasciano Apollo per illuminare il mondo (1868)

gustave_moreau_025_diomede_divorato_dai_suoi_cavalli_1866
Diomede divorato dai suoi cavalli (1866)

gustave_moreau_026_diomede_divorato_dai_suoi_cavalli_1865_dett
Diomede divorato dai suoi cavalli dettaglio (1866)

gustave_moreau_027_il_giovane_e_la_morte_1865
Il giovane e la morte (1865)

gustave_moreau_028_edipo_e_la_sfinge_1864
Edipo e la sfinge (1864)

gustave_moreau_029_esiodo_e_le_muse_1860
Esiodo e le muse (1860)

gustave_moreau_030_le_figlie_di_tespio_1853
Le figlie di Tespio (1853)

gustave_moreau_031_oreste_e_le_erinni
Oreste e le erinni

gustave_moreau_032_galatea_1896
Galatea (1896)

gustave_moreau_033_esiodo_e_la_musa_1891
Esiodo e la musa (1891)

gustave_moreau_034_il_cantico_dei_cantici_1853
Il Cantico dei Cantici (1853)

gustave_moreau_035_i_pretendenti_1852
I pretendenti (1852)

gustave_moreau_036_apollo_e_i_satiri
Apollo e i satiri

gustave_moreau_037_ercole_e_idra_1876
Ercole e Idra (1876)

gustave_moreau_038_desdemone
Desdemone

gustave_moreau_039_nascita_di_venere
Nascita di Venere


Annunci e Argomenti correlati




Libri su Gustave Moreau e la Pittura Francese

  Gustave Moreau: The Assembler of Dreams
Mathieu, Pierre-Louis, 2010, ARC Editions
  Il collezionista di sogni
Moreau Gustave, cur. Mathieu P. L., 1989, Novecento
  Mondi trasfiguranti. Da Parigi a l'Avana, da Gustave Moreau a Julian del Casal
Soria Giuliano, 2010, Bulzoni
  Catalogue Sommaire Des Peintures, Dessins, Cartons Et Aquarelles Exposes Dans Les Galeries (1904)
Moreau, Musee Gustave, 2010, Kessinger Publishing
  La pittura francese
cur. Rosenberg P., 1999, Mondadori Electa
  La pittura francese nel XVIII secolo
Jarasse Dominique, 2002, Keybook
  Louis Dorigny 1654-1742. Un pittore della corte francese a Verona
cur. Marini G.; Marini P., 2003, Marsilio
  Gérard Garouste. Le classique et l'indien. Ediz. italiana e francese
cur. Templon D., 2009, Mondadori Electa
  Hubert Robert. Ediz. francese
Méjanès Jean-Francois, 2006, 5 Continents Editions
  Braque, Friesz. Ediz. francese
cur. Vallès-Bled M., 2005, Mazzotta
  Ritorni al passato nell'architettura francese fra Seicento e primo Ottocento
Simoncini Giorgio, 2001, Jaca Book
  Da Pont-Aven ai nabis. Le stagioni del simbolismo francese
cur. Delannoy A., 1999, Skira
  Il dossier De Nittis. Un maestro dell'Impressionismo nella documentazione degli Archives Nationales de France
Belloli Mariagraziella, Lamacchia Giovanni, 2007, Stilo
  Variazioni sul classico. L'architettura francese dal Rinascimento alla Rivoluzione
Gallo Luigi, 2000, Lithos
  I pittorialisti. Fotografie francesi (1896-1930)
cur. Fuso S.; Mescola S., Alinari IDEA
  Entre l'empire et la mer. Traditions locales et échanges artisthiques (Moyen Age-Renaiassance). Ediz. francese
cur. Natale M., Romano S., 2007, Viella