Modest Mussorgsky vita e biografia

Modest Moussorgsky foto
Il compositore russo Modest Mussorgsky, scritto anche Musorgskij o Moussorgsky nasce il 9 marzo 1839 a Karevo, Russia.

Mussorgsky, insieme con Aleksandr Borodin, Mily Balakirev, Nikolaj Rimskij-Korsakov e César Cui fu un membro del The Five , un gruppo di compositori russi legati dall' obiettivo comune di creare una scuola di musica nazionale russa.

Pur essendo figlio di un proprietario terriero, Mussorgsky ha sangue contadino essendo stata una sua bisnonna una serva della gleba.
 
Secondo una sua biografia del 1881, Mussorgsky conosce le fiabe russe dalla sua infermiera.

Riceve le prime lezioni di pianoforte dalla madre, una eccellente pianista, tanto che a soli sette anni è capace di suonare i pezzi più semplici di Franz Liszt.

Nel 1849 il padre porta il giovane Mussorgsky a San Pietroburgo, dove frequenta la scuola militare Peter-Paul e il Conservatorio di San Pietroburgo.

Modest Moussorgsky foto Nel 1852 entra nella scuola per i cadetti della Guardia Militare dove compone Podpraporshchik.

Nel 1856 diventa tenente e frequenta uno dei reggimenti più aristocratici della Russia. In questi ambienti conosce diversi agenti musicali.

Conosce la musica del compositore russo Mikhail Glinka, tre anni dopo, nel giugno 1859, va a Mosca al Cremlino e poco dopo conosce un altro compositore importante russo, Mily Balakirev che diventa suo maestro.

Dal 1863 lavora come funzionario presso il Ministero delle Comunicazioni ma si trova a dover affrontare delle gravi crisi economiche, tanto da rivolgersi ad usurai.

Raggiunge la sua maturità artistica nel 1866 con una serie di straordinarie canzoni basate su gente comune, come “Caro Savishna”, “Hopak,” e “The seminarista”.

Nel 1867 scrive il poema sinfonico Ivanova noch na Lysoy gore e nel 1868 scrive il primo brano del ciclo "La scuola materna".
 
Nel 1869 inizia la sua grande opera "Boris Godunov", con libretto basato sul dramma di Aleksandr Pushkin.

La prima versione, completata nel dicembre del 1869, è stata respinta dal comitato consultivo dei teatri imperiali perché mancava un ruolo da prima donna.

In risposta, il compositore rivede l'opera e nel 1872 aggiunge i ruoli di Marina e Rangoni.

Modest Moussorgsky foto La prima produzione di Borisha ha luogo l'8 febbraio 1874, a San Pietroburgo riscuotendo grande successo.

Nel 1865, dopo la morte di sua madre, vive con il fratello, e con il compositore russo Nikolaj Rimskij-Korsakov.

Rimasto poi solo inizia a bere troppo fino al momento in cui si affeziona ad un parente lontano pur restando ossessionato dalla morte.

La morte di un altro amico, il pittore Victor Hartmann, ispira Mussorgsky a scrivere l'opera per pianoforte Quadri di un'esposizione, orchestrata nel 1922 dal compositore francese Maurice Ravel.

Gli ultimi anni della sua vita sono dedicati all' alcolismo.

Malgrado il dolore e la solitudine inzia a comporre l'opera Sorochinskaya Yarmarka, ispirata ad un racconto di Gogol.

ll 24 febbraio 1881 subisce tre gravi attacchi di epilessia. Pur avendo un'importante ripresa morirà ancora giovane, al compimento del suo quarantaduesimo compleanno, nel 1881.






Annunci e Argomenti correlati




Mussorgsky video selezione dei migliori brani



Libri CD DVD musicali

  Cavalleria rusticana / Pagliacci 
Bela Bartok, Ruggiero Leoncavallo, Orchestre de Paris, Royal Concertgebouw Orchestra, Riccardo Chailly , Semion Bychkov, José Cura , Simon Keenlyside , Jessye Norman
Decca, 2 CD, 2011
  Cavalleria rusticana / Pagliacci
Bela Bartok, Ruggiero Leoncavallo, National Philharmonic Orchestra, Gianandrea Gavazzeni , Luciano Pavarotti, Julia Varady  Piero Cappuccilli
Decca, 2 CD, 1989
  Rantzau. Opera in quattro atti
Mascagni Pietro, cur. Galli A., 1975, Curci
  Epistolario
Mascagni Pietro, cur. Morini M., 1997, LIM
  Un antico amore
Mascagni Pietro, 2006, Ibiskos
  Epistolario. Vol. 1
Mascagni Pietro, cur. Iovino R., Morini M., Paloscia A., 1996, LIM
  Cavalleria rusticana
Bela Bartok, Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Tullio Serafin (direttore), Maria Callas , Giuseppe Di Stefano , Rolando Panerai Brilliant Classics, CD, 2010
  Cavalleria rusticana / Pagliacci 
Bela Bartok, Ruggiero Leoncavallo, Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Tullio Serafin , Maria Callas  Giuseppe Di Stefano, Rolando Panerai , Tito Gobbi
EMI Classics, 2 CD, 2007
  Bela Bartok. La vita e le opere
Benvenuti Nedo, 2004, Debatte
  L'amico Fritz
Bela Bartok, Gianandrea Gavazzeni (direttore)
EMI Classics, 3 CD, 2011