scrittori biografie e libri




Gian Domenico Mazzocato breve biografia e contenuti dei suoi libri

Foto di Gian Domenico Mazzocato
Gian Domenico Mazzocato, Treviso, 31 agosto 1946 è considerato uno dei narratori della cultura e della storia veneta più raffinati e attenti.

Laureato in lettere classiche (con una tesi sullo scrittore più “fuori schema” della letteratura italiana, Teofilo Folengo), è stato per 35 anni ordinario di lettere nei Licei della sua città.

Accanto all'attività didattica, ha affiancato con successo il lavoro di giornalista pubblicista, fotografo, collaboratore a diverse testate e di scrittore.

Traduttore della grande storiografia latina (Tacito e Tito Livio) oltre che dell’opera del grande poeta postclassico Venanzio Fortunato (che è suo conterraneo essendo nato in quel di Valdobbiadene), Mazzocato scrive poesie e opere di costume sportivo, monografie sull’opera di artisti contemporanei e per il teatro.

Annuncio


Annuncio



Scritto e critici come Fulvio Tomizza e Luca Desiato, hanno scritto che Mazzocato, che ha ricevuto diversi riconoscimenti e premi sia per la sua attività di giornalista che per la sua opera poetica, ha avuto il merito di fondare una vera e propria saga dei vinti veneti.

Gian Domenico Mazzocato, Il vino e il mieleGian Domenico Mazzocato ha esordito come narratore con un racconto, La Merica, che ha vinto nel 1992 il premio nazionale di narrativa di Monfalcone.  

"Il delitto della Contessa Onigo" (Santi Quaranta Editrice, Treviso, 1997) il suo primo romanzo, ha conosciuto uno straordinario successo di pubblico e di critica, in continua ristampa come il suo secondo romanzo "Il bosco veneziano", entrambi inclusi nel catalogo del Centro Internazionale del Libro Parlato, che cura la registrazione di libri per i non vedenti di lingua italiana di tutto il mondo.

Mazzocato ha scritto anche "Crepuscoli", la silloge di racconti che aprono lo splendido libro fotografico di Antonio Piovesan, "Alte terre", (Tintoretto Edizioni, Treviso, 2000); il testo, nelle sue traduzione ed edizione inglesi, è stato definito dall’editorialista di Repubblica Giorgio Lago, il più prestigioso biglietto da visita della cultura trevisana e veneta nel mondo.

Gian Domenico Mazzocato che è stato anche presidente di una Associazione nazionale di camperisti è anche un appassionato viaggiatore che coniuga la sua passione per l’avventura con l’hobby della fotografia.

Colleziona incisioni di musica barocca e di musica leggera anni Cinquanta e Sessanta.

Sito Ufficiale di Giandomenico Mazzocato







Annunci e Argomenti correlati





Tutti i libri di Gian Domenico Mazzocato

Il vino e il miele. A tavola con Venezio Fortunato. Biografia non autorizzata di un grande trevigiano
2011, Compiano
Tanaquil l'etrusca
2007, Zanetti Danilo
Colline incantate. Racconti e fiabe tra Montello e Prealpi
2007, Zanetti Danilo
Il vento e la roccia. Anna Maria Feder Piazza, una educatrice «ribelle»
2007, Paoline Editoriale Libri
Il delitto della contessa Onigo
1997, Santi Quaranta
Il bosco veneziano
1999, Santi Quaranta
Gli ospiti notturni
2001, Santi Quaranta
Il caso Pavan
2003, Editrice S. Liberale