date eventi artistici importanti


Arte news: Le prossime importanti MOSTRE ed EVENTI ARTISTICI 2021/2022
(salvo rinvii o cancellazioni)


70 ANNI DOPO. La Grande Alluvione
M70 ANNI DOPO. La Grande Alluvione
23 Ottobre 2021 - 31 Gennaio 2022
Rovigo, Palazzo Roncale

Da una catastrofe può derivare anche qualcosa di positivo? L’interrogativo – non privo di attualità – è alla base della mostra “70 anni dopo. La Grande Alluvione”. Era il 14 novembre 1951 quando tra Canaro e Occhiobello il Po rompeva e apriva una breccia di oltre duecento metri. Fu l’inizio della tragedia del Polesine. Metà della provincia di Rovigo si trovò sommersa da acque fangose su cui galleggiano carcasse di animali e quanto la potenza del Grande Fiume aveva strappato da case e suoli. Questa catastrofe naturale senza precedenti causò un centinaio di morti e costrinse all’esodo 180.000 persone. Poi la rinascita. Complessa, lenta ma potente, che ha plasmato il Polesine di oggi.


MIRÓ. Il colore dei sogni
MIRÓ. Il colore dei sogni
11 Settembre 2021 - 12 Dicembre 2021
Mamiano di Traversetolo (Pr), Fondazione Magnani-Rocca

La mostra, realizzata in collaborazione con Fundación MAPFRE di Madrid, propone cinquanta opere di Mirò fra gli anni Trenta e gli anni Settanta per la gran parte a olio su tela, in un percorso orchestrato come una partitura musicale. Ad essere particolarmente documentati in mostra sono gli ultimi decenni di attività di Miró, con tele di grande formato e poetica bellezza come “Personnage et oiseaux devant le “ e “Personnage devant la lune”. Un parallelo approfondimento è riservato a Mirò illustratore, con le 72 tavole di “Parler seul” libro d’artista con testi poetici di Tristan Tzara.


Dante. Gli occhi e la mente
UNA EPOPEA POP

Dante. Gli occhi e la mente UNA EPOPEA POP

25 Settembre 2021 - 09 Gennaio 2022
Mar, Museo d'Arte della Città di Ravenna

Da un lato, la fortuna popolare di Dante, che comincia già nel Trecento e arriva, più di recente, fino a quell’universo culturale che chiamiamo genericamente «pop», dalla musica leggera al cinema, fumetto, cartoni animati, videogiochi, pubblicità. Un fenomeno che non riguarda solo l’Italia, ma che anzi è decisamente internazionale. Un intrigante racconto per immagini, a cura di Giuseppe Antonelli. E, in parallelo, un percorso d’arte contemporanea, a cura di Giorgia Salerno, proporrà una voce fuori campo, con opere di artisti contemporanei da Edoardo Tresoldi a Kiki Smith, Rä di Martino, Elisa Montessori, Tracey Emin, Robert Rauschenberg, Gilberto Zorio. Opere scelte in attinenza concettuale a riferimenti danteschi con temi guida come le anime, la figura femminile, il sogno, il viaggio e la luce.


IL GIOVANE BOCCIONI
IL GIOVANE BOCCIONI

08 Ottobre 2021 - 04 Dicembre 2021
Milano, Galleria Bottegantica

La rassegna, curata da Virginia Baradel, propone una accurata selezione di opere eseguite da Boccioni tra il 1901 e il 1909. Anni nei quali il pittore, allora ventenne, rafforza la sua vocazione artistica attraverso esperienze di studio condotte a Roma, Padova, Venezia e Milano, intervallate dall'importante soggiorno parigino del 1906 e dal successivo viaggio in Russia. Nella mostra e nell’importante catalogo scientifico che la accompagna, viene indagata la fase giovanile e formativa dell’artista calabrese, in cui lo studio del passato si lega alla volontà irrefrenabile di conoscere il presente e di sperimentare il futuro.


BIAF 2022
BIAF 2022

24 Settembre 2022 - 02 Ottobre 2022
Firenze, Palazzo Corsini

Sarà in programma dal 2 al 10 ottobre 2021 la 32ma edizione della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze a Palazzo Corsini. La mostra più importante al mondo dell’Arte Italiana e anche la più longeva, slitta di una settimana rispetto alle date consuete andando a coincidere con un altro importante appuntamento come la grande mostra di Jeff Koons a Palazzo Strozzi . “Nonostante alcune fiere internazionali abbiano deciso di spostarsi all’autunno, sono certo che la Biennale rimarrà un punto fermo e fondamentale del mercato dell’arte, come sempre lo è stata”, afferma Fabrizio Moretti, Segretario Generale della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze.

L'OTTOCENTO E IL MITO DI CORREGGIO
ottocento e correggio

3 ottobre 2020 - 3 ottobre 2021
Parma, La nuova Pilotta
Intorno ai quattro capolavori del Correggio - La Madonna con la scodella e la Madonna di San Girolamo più le due tele provenienti dalla Cappella del Bono - che con il Secondo Trattato di Parigi nel 1815 vennero restituiti a Parma dal Louvre, la mostra pressenta anche il meglio della produzione ottocentesca del Ducato.


Per aggiornamenti e altre informazioni: STUDIO ESSECI



CONTENUTI SIMILI

(pubblicita' VI CP)