Cupola della cattedrale




Biografia e vita di Brunelleschi Filippo (Italia 1377-1446)

Spaccato della Cupola Filippo Brunelleschi, architetto, ingegnere e maestro in ogni forma d'arte, nasce a Firenze nel 1377; figlio di notaio e poco incline a seguire le orme paterne, viene avviato all'arte orafa.

Le sue prime opere sono d’oreficeria: partecipa alla realizzazione dell’altare argenteo di San Jacopo a Pistoia e si iscrive alla corporazione degli orafi di Firenze.

Nel 1401 Filippo Brunelleschi partecipa al concorso, indetto per la realizzazione della seconda porta del Battistero di Firenze dall’Arte dei mercanti di Calimala; la mancata vittoria unita il richiamo dell'architettura e dagli studi prospettici, (fu lui a "inventare" un metodo che,  attraverso precise norme geometriche, permetteva di restituire la profondità degli oggetti nelle composizioni, per disporli in modo esatto e proporzionato), lascia Firenze per recarsi a Roma.

E’ nella città eterna che Brunelleschi con l'amico Donatello studia minuziosamente la classicità e amplia, in modo straordinario, la sua cultura, interessandosi alla matematico, alla geometria, alla letteratura, in particolare alla “Divina Commedia” di Dante Alighieri.

Tornato a Firenze, Filippo Brunelleschi nel 1418, partecipa al concorso indetto per la realizzazione della Cupola del Duomo di Firenze, aggiudicandosi l'opera.

Porticato degli innocenti Nel 1419 costruisce lo “Spedale degli Innocenti” il cui Portico è il primo edificio, dalla caduta dell'Impero Romano, ad essere costruito consapevolmente con una grammatica classica, mentre, le proporzioni snelle, lo rendano anche inconfondibilmente quattrocentesco. 

Brunelleschi nel suo lavoro si concentra soprattutto sulle proporzioni degli edifici e sul recupero delle tecniche di costruzione antiche diventando il più importante architetto di Firenze.

La sua opera maggiore, la Cupola ottagonale della Cattedrale di Santa Maria del fiore, costruita con l'ausilio di macchine per l'edilizia di sua invenzione, terminerà nel 1436; Brunelleschi è presente nella costruzione in ogni sua fase, la progetta, sceglie i materiali, fa da capomastro e da capocantiere, sempre vicino alla manovalanza, inventando persino nuovi attrezzi.

Interno di San Lorenzo Le dimensioni, le proporzioni, le difficoltà tecniche superate, l'impostazione del cantiere e l'accentramento del ruolo dell'architetto rendono la Cupola una di quelle opere che segnano il passaggio ad un'età nuova.

Mentre lavorava alla Cupola, Brunelleschi porta avanti altri importanti progetti; la famiglia de' Medici gli commissionò la progettazione della “Sagrestia Vecchia” e della "Basilica di San Lorenzo" (1421-1423), considerate le chiavi di volta del primo Rinascimento, opere che testimoniano la ricerca dell'architettura rinascimentale di coniugare il linguaggio classico con la tradizione paleocristiana.

Ritratto del Brunelleschi fatto dal MasaccioLa Sacrestia Vecchia di San Lorenzo rappresenta il punto di incontro fra la scultura e l'architettura con la cooperazione del Brunelleschi con le decorazioni scultoree di Donatello e

Tra il 1430 e il 1440 l'architetto è impegnato anche alla “Cappella de’ Pazzi”, a “Palazzo Pitti”, alla “Chiesa di Santo Spirito e ad un incredibile numero di progetti di altro genere e viaggi a Roma, Ferrara e Mantova, Lucca e Pisa.

Nelle varie città Filippo Brunelleschi sfoggia tutte le sue conoscenze di ingegneria militare e navale, inventa strumenti musicali ed a Firenze realizza impianti di scenotecnica, come quello in San Felice in Piazza, per la discesa dell’Arcangelo Gabriele, durante una rappresentazione.

La morte lo coglie il 15 aprile del 1446 mentre realizzava un nuovo progetto e venne sepolto con grandi onori nella navata destra del Duomo.






Galleria opere d'arte di Brunelleschi Filippo

slideshow
slideshow

Loggia
Loggia

Navata San Lorenzo
Navata San Lorenzo

Vecchia sacrestia
Vecchia sacrestia

Crocifisso
Crocifisso

Cupola della cattedrale
Cupola della cattedrale



Annunci e Argomenti correlati




Libri su Filippo Brunelleschi

  Filippo Brunelleschi
Bruschi Arnaldo, 2006, Mondadori Electa
  Renaissance engineers. From Brunelleschi to Leonardo da Vinci
Galluzzi Paolo, 1997, Giunti Editore
  Gli ingegneri del Rinascimento. Da Brunelleschi a Leonardo da Vinci
Galluzzi Paolo, 1996, Giunti Editore
  Dal Pantheon a Brunelleschi. Architettura costruzione tecnica
Gambardella Alfonso, Lenza Cettina, Borsi Stefano, cur. Gambardella A., 2003, Edizioni Scientifiche Italiane
  Il disegno della cupola del Brunelleschi
Bartoli Lando, 1994, Olschki
  La fortezza di Pisa. Dal Brunelleschi al giardino Scotto. Storia e restauro
cur. Pasqualetti R.; Andolfi D., 2009, ETS
  La scienza dell'arte. Prospettiva e percezione visiva da Brunelleschi a Seurat
Kemp Martin, 2005, Giunti Editore
  Brunelleschi. La costruzione della cupola di Santa Maria del Fiore
Di Pasquale Salvatore, 2002, Marsilio
  Sulla cupola del Brunelleschi, sugli affreschi, sul restauro: studi d'informatizzazione per il bene culturale
cur. Bottoni M., 1990, Vecchiarelli
  Antichi cantieri moderni. Concezione, sapere tecnico, costruzione da Iktìnos a Brunelleschi
Cupelloni Luciano, 1997, Gangemi
  La cupola di Santa Maria del Fiore raccontata da colui che l'ha progettata: Filippo Brunelleschi
Conti Giuseppe, Corazzi Roberto, 2005, Sillabe