William Michael Harnett biografia e foto delle opere

william_michael_harnett_tavolo_dello_studio_1882




Biografia e vita di William Michael Harnett (USA 1848 - 1892)

Foto di William Michael Harnett William Michael Harnett, nasce il 10 agosto 1848 a Clonakilty in Irlanda in una famiglia della classe operaia che emigra in America, a Philadelphia.

Nel 1866, mentre lavora come fattorino, frequenta corsi serali alla Pennsylvania Academy  of Fine Arts e alla New York His dove impara l'arte di incidere l'argento, a trarre calchi da sculture antiche ed a dipingere trompe l'oeil con artista John Haberle.

Le sue prime opere sono composizioni piuttosto semplici di oggetti comuni: giornali, sopramobili, libri e tazze, ma disposti sulla tela con tanta cura e dipinti con tanta perfezione, che gli spettatori hanno l'impulso irresistibile di toccare con le dita per accertarsi che l'oggetto sua davvero dipinto e non incollato alla tela.

Questo realismo piace molto ai suoi contemporanei, ma è generalmente respinto dalla critica, che considera tali opere troppo ordinarie per essere arte.

Sicuro della sua arte, deciso a conquistare un posto onorevole al suo lavoro ed essere riconosciuto nel suo ruolo di artista, William Michael Harnett ritorna in Europa dove, nel 1878, dipinge ed espone a Londra e a Parigi.

In quel periodo i pittori americani soggiornavano più volentieri a Monaco di Baviera che a Parigi, ed a questa regola si attiene anche Harnett che vi trascorre quattro anni.
Fotografia di William Michael Harnett
Per adeguarsi ai modelli in voga a Monaco e per seguire i suggerimenti della critica, dipinge un quadro che rappresenta un monaco con una lunga barba bianca, un pessimo lavoro che non piacque alla critica e tanto meno al pubblico ed all'autore stesso che, deluso si trasferisce a Parigi dove espone i suoi Trompe l'oeil al Salon.

Le nature morte di William Michael Harnett, negli anni trascorsi a Monaco, a contatto con quadri di artisti del passato, maestri in quelle composizioni, si sono arricchite di oggetti in ottone anticato, armi e strumenti musicali, disposti con piacevole eleganza.

Il pubblico del Salon di Parigi accoglie con entusiasmo le opere di Harnett, ma ancora una volta i critici lo trattano in maniera sprezzante.

Nel 1886 William Michael Harnett torna in America e si stabilisce a New York City per continuare nel genere di lavoro che preferisce, accontentandosi del successo e del plauso del pubblico e cercando di ignorare, a sua volta, la critica evidentemente legata a superati preconcetti.

Lo stile di questo pittore di nature morte ha raggiunto un eccellente livello, gli oggetti ritratti, fedeli alla realtà nei minimi dettagli, si stagliano in colori caldi e con bordi chiaramente incisi.

Opera di William Michael Harnett
A rafforzare l'illusione, Harnett spesso dipinge un oggetto spostato in avanti, verso lo spettatore, di solito un giornale, uno spartito o una busta che rafforza l'impressione della tridimensionalità.

La sua opera più conosciuta, dipinta durante la permanenza in Europa, è Dopo la caccia del 1885, ma una caratteristica dei suoi lavori sta nella riproduzione di banconote e monete facendole apparire così reali che nel 1886 fu arrestato per contraffazione.

Dopo la morte del pittore a New York, il 29 ottobre 1892, i critici e storici dell'arte, continuarono a snobbare le opere di William Michael Harnett come semplice risultato di una mera abilità tecnica e queste passarono nel dimenticatoio per quasi ottant'anni.
Le opere del maestro, riaccesero l'interesse nel pubblico verso il 1940, quando i suoi quadri iniziarono ad essere rivalutati per il riconoscimento della loro forza compositiva ed astratta.

In seguito i critici cominciarono a vedere una certa somiglianza con il Surrealismo ed infine rintracciarono nelle modalità di composizione, ampie allusioni al Cubismo.




Galleria opere d'arte di William Michael Harnett

slideshow
slideshow

william_michael_harnett_natura_morta_con_lettera_1879
Natura morta con lettera (1879)

william_michael_harnett_musica_e_letteratura_1878
Musica e letteratura (1878)

william_michael_harnett_tavolo_dello_studio_1882
Tavolo dello studio (1882)

william_michael_harnett_emblemi_di_pace_1890
Emblemi di pace (1890)

william_michael_harnett_il_philadelfia_public_ledger_1880
Il Philadelphia public Ledger (1880)

william_michael_harnett_memento_mori_1879
Memento mori (1879)

william_michael_harnett_natura_morta_con_busto_di_dante_1883
Natura morta con busto di Dante (1883)

william_michael_harnett_natura_morta_1883
Natura morta (1883)

william_michael_harnett_natura_morta_con_tabacco_tre_castelli_1880
Natura morta con tabacco Tre Castelli (1880)

william_michael_harnett_natura_morta_1885
Natura morta (1885)

william_michael_harnett_vecchi_oggetti_1892
Vecchi oggetti (1892)

william_michael_harnett_la_porta_del_vecchio_armadio_1889
La porta del vecchio armadio (1889)

william_michael_harnett_natura_morta_monaco_di_baviera_1884
Natura morta Monaco di Baviera (1884)

william_michael_harnett_dopo_la_caccia_1883
Dopo la caccia (1883)

william_michael_harnett_dopo_la_caccia_1883
Dopo la caccia (1883)

william_michael_harnett_dopo_la_caccia_1885
Dopo la caccia (1885)

william_michael_harnett_il_vecchio_violino_1886
Il vecchio violino (1886)

william_michael_harnett_natura_morta_violino_e_musica_1888
Natura morta con violino e musica (1888)

william_michael_harnett_la_colt_1890
La Colt (1890)

william_michael_harnett_mister_hultings_rack_picture_1888
Mister Hultings rack Picture (1888)

william_michael_harnett_ferro_di_cavallo_dorato_1886
Ferro di cavallo dorato (1886)




Annunci o altre pagine interessanti:



Libri su William Michael Harnett e il Trompe l'Oeil

  Trompe l'oeil
2008, Skira
  Trompe l'oeil facile. Tecniche, idee, progetti
Kerr Holding Jocelyn, 1995, Fabbri
  Effetto trompe l'oeil
Lupato Marisa, 2008, Giunti Demetra
  Stupefacenti illusioni. Le meraviglie del trompe-l'oeil. Ediz. italiana e inglese
Bradburne James M., Gregory Richard L., Heard Priscilla, 2009, Alias
  Decorazione. Stencil, trompe l'oeil, lacca, finte superfici
Bellentani Mary, 2005, Fabbri
  Le trompe l'oeil
Albani Daniela, Robin
  Trompe l'oeil di Gentiluccio Rocchi nella Biblioteca Passionei di Fossombrone
1998, Mondadori Electa
  Stencil, trompe-l'oeil
2001, De Agostini
  Le tecniche del trompe l'oeil
2002, Gribaudo
  Trompe-l'oeil. Manuale completo
Pennasilico Alessandro, 2005, Giunti Demetra
  Manuale di trompe-l'oeil. Tecniche della pittura d'inganno
2006, EdUP
  Corso rapido di trompe-l'oeil
Kerr Holding Jocelyn, 1998, Fabbri
  Inganni ad arte. Meraviglie del trompe-l'oeil dall'antichità al contemporaneo. Catalogo della mostra (Firenze, 16 ottobre 2009-24 gennaio 2010)
2009, Mandragora
  Inganni ad arte. Meraviglie del trompe-l'oeil dall'antichità al contemporaneo. Catalogo della mostra (Firenze, 16 ottobre 2009-24 gennaio 2010). Ediz. inglese
  Realizzare trompe-l'oeil. La pittura, l'occhio, lo spazio, l'inganno
Pennasilico Alessandro, Giunti Demetra
  Trenta trompe-l'oeil
Sciltian Gregorio, 1980, Hoepli

Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport