Guida di Verona pag. 1

Come arrivare a Verona

Mappa di VeronaVerona è un vivace centro, ricco di colore e di scorci pittoreschi, ma ricco anche d'arte, di storia e un’intensa vita culturale.

In auto:

A4 - Autostrada Serenissima Milano - Venezia
(uscita Verona Sud)
A22- Autostrada Modena - Brennero
(uscita Verona Nord)
SS 11- Padana Superiore: Milano - Venezia
(Brescia - Verona - Vicenza - Padova - Mestre)
SS 12 - Dell’Abetone-Brennero - Pisa (Bolzano - Trento - Verona - Modena - Lucca)
SS 62 - Della Cisa: Verona - Parma
SS 434 - Transpolesana Verona - Rovigo

In treno:

Stazione principale Verona Porta Nuova
Linea ferroviaria Milano - Venezia
Linea ferroviaria Bologna - Brennero
Linea ferroviaria Verona - Mantova - Modena.

In aereo:

Aeroporto Catullo di Verona/Villafranca (a 12 km collegato con un bus navetta alla stazione ferroviaria) Aeroporto D’Annunzio di Brescia/Montichiari (a 52 km)

Verona cenni storici

Verona - PanoramaLa storia di Verona ha inizio in epoca antica, quando popolazioni indoeuropee, gli Euganei e i Reti e forse anche gli Etruschi, si stabiliscono in riva all'Adige.
Nel II secolo avanti Cristo, Verona la città è alleata di Roma e, nel I secolo avanti Cristo, Verona diventa municipio romano.

La vicinanza del Lago di Garda che diviene luogo di "otium" dei romani Verona in comincia ad avere una certa rilevanza politica ed in quanto tale, abbellita con palazzi, templi, piazze ed Arena.

La caduta dell'Impero romano non segnò un periodo di crisi, anzi, il re ostrogoto Teodorico sceglie Verona come residenza della sua corte e qui costruisce il suo palazzo reale.

Re Alboino fa di Verona la prima capitale dei Longobardi e, dopo la vittoria dei Franchi sui Longobardi, il figlio ed erede di Carlo Magno, Pipino, ne fa la sua residenza.

Verona ancora storia

Verona - PanoramaNel Medioevo Verona è libero Comune e poi Signoria degli Scaligeri che ne fanno un centro artistica e culturale, attirando a sé artisti e poeti come Giotto, Dante e Petrarca.

Durante il Rinascimento la città fa parte della Repubblica di Venezia, condividendone lo splendore nell'arte e nella vita sociale, giardini, ricchi palazzi, ville e chiese abbelliscono la città.

Con la caduta di Venezia e le Guerre Napoleoniche, Venezia diventa una roccaforte militare, centro di numerose battaglie e distruzioni.

Nella prima metà dell'Ottocento Verona è una roccaforte militare dell'impero austriaco, finalmente nel 1866 diventa italiana.

Cosa vedere a Verona

Verona - ArenaVerona è tutta da vedere, val la penna di andarci e lasciarsi attrarre da quello che per primo ci colpisce, ma se vogliamo "visitarla", possiamo darci itinerari specifici, legati ai periodi storici e le tracce lasciate nella città.

Verona Romana

Verona - Interno di Santa Teuteria e ToscaPiazza Bra, nel cuore della città è caratterizzata dall’edificio simbolo della città, l’Arena, uno dei maggiori anfiteatri romani superstiti risalente al I sec. d.C.

Sull'antico Foro Romano è stata costruita la medievale Piazza delle Erbe, ma il Teatro Romano è ancora ben conservato.

Interessanti sono il Museo Archeologico, il Museo Lapidario, e gli Scavi Scaligeri, (l'eccezionale museo sotterraneo di Verona).






Verona Medievale

In Piazza delle Erbe, altro centro vitale di Verona, costruita sul sito dell’antico Foro Romano, è caratterizzata dalle facciate, che portano ancora tracce degli affreschi originari, e dal mercato.

Da ammirare la Colonna del Mercato, la Berlina e la Fontana di Madonna Verona, che sono gli elementi scultorei che abbelliscono ulteriormente la piazza sui cui lati si affacciano case con bifore, torri e merlature a ricordare lo splendido periodo medievale della città.

Verona Piazza delle ErbeDel periodo è anche la Chiesa di S. Anastasia, grandioso edificio gotico voluto dai Domenicani la cui costruzione ebbe inizio 1290 e conclusa due secoli dopo.

Reperti medievali importantissimi sono i luoghi di culto sorti lungo l'antica via Postumia (oggi via Cavour) come il misterioso sacello delle Sante Teuteria e Tosca, forse la chiesa più antica del Veneto le cui origini risalgono al V secolo, la chiesa di San Lorenzo con le sue arcaiche torri scalari e i matronei ancora integri, la Basilica di Santo Stefano, sorta su un antico tempio romano, San Giovanni in Valle, antica chiesa ariana sorta nel Castrum Gotorum, l'area difesa dove i dominatori goti vivevano separati dal resto della città.









Argomenti correlati




Libri e Guide su Veneto e Verona

  Palazzo Forti. La Galleria d'arte moderna di Verona. 1982-2007   Turisti non per caso. Itinerari sacri nel territorio veronese. Vol. 1: Verona città, sud e bassa veronese.
Tomezzoli Cecilia
  Conoscere Verona. I luoghi della città. Gli eventi. I protagonisti   Verona e dintorni. Piste ciclabili e itinerari mountain bike
Chiomento Enrico; Mattioli Federico,
  Mosaici e pavimenti del Veneto. Province di Padova, Rovigo, Verona e Vicenza (I -VI secolo a. C.)
Rinaldi Federica
  Verona. Stratificazioni e connessioni. Catalogo Villard
  Verona film festival. Schermi d'amore 12ª edizione   A Verona con i bambini
Touring
  Verona, le porte dell'impero
Pasa Marco
  Città d'arte della pianura padana. Salvarani Renata