Guida delle Fonti del Clitunno pag. 1


Come arrivare alle Fonti del Clitunno

Mappa Fonti ClitunnoLe Fonti del Clitunno fanno parte del Comune di Campello sul Clitunno e sono a metà strada fra Foligno e Spoleto.

In auto:
- Da Roma, Napoli: Autostrada A1 con uscita casello di Orte, raccordo Autostradale per Terni, Spoleto, SS Flamina o SS3, uscita a Campello sul Clitunno.
- Da Firenze, Bologna: Autostrada A1 per Firenze, uscita casello di Valdichiana, SS75 Perugia, Foligno o SS3 Foligno – Spoleto, uscita a Campello sul Clitunno.
- Da Bologna, Cesena: Superstrada E45 uscita per Perugia, SS75 o SS3 per Foligno, Spoleto, uscita a Campello sul Clitunno.
- Da Ancona: SS76 per Gualdo Tadino; SS3 Foligno – Spoleto, uscita a Campello sul Clitunno.

In aereo:
Gli aeroporti più vicini sono l'aeroporto S. Egidio di Perugia e l'aeroporto di Roma Fiumicino.

In treno:
La stazione ferroviaria più vicina è quella di Trevi che dista solo 2,5 km.

Fonti del Clitunno dove sono

Fonti del ClitunnoLe Fonti del Clitunno, vero gioiello naturalistico che formano un limpidissimo laghetto, sono situate in Umbria, a metà strada tra Spoleto e Foligno nel comune di Campello sul Clitunno.

Questo specchio d'acqua è alimentato da sorgenti sotterranee che fuoriescono da fessurazioni della roccia attraverso le polle, individuabili nel fondale.

Queste sorgenti sotterranee di acque limpidissime, alimentano il fiume Clitunno.

Fonti del Clitunno caratteristiche

Fonti del ClitunnoLe rive delle Fonti sono circondate da una fitta vegetazione, in particolare salici piangenti e pioppi.

L'insieme dei verdi dell'acqua e degli alberi dona all'ambiente un aspetto suggestivo e romantico, naturale fonte d’ispirazione, per pittori, poeti e scrittori.

Un cippo marmoreo, scolpito a bassorilievo, ricorda la visita, avvenuta nel 1910 di Carducci che a questo luogo magico dedicò una celebre ode:

“Salve, Umbria verde, e tu del puro fonte
nume Clitumno! Sento in cuor l’antica
patria e aleggiarmi su l’accesa fronte
gl’Itali Iddii.” (G. Carducci, 1876)

Le sacre Fonti del Clitunno

Fonti del ClitunnoFamose e sacre dall'antichità, sappiamo che alla Fonti del Clitunno veniva l’Imperatore Caligola a consultare l’oracolo e qui si svolgevano riti religiosi.

Si credeva che nelle profondità delle acque risiedesse il dio Clitunno, in onore del quale sorsero tre templi, purtroppo andati distrutti.
Sappiamo da Virgilio e da Properzio che era costume dell'epoca immergere i buoi, prima del sacrificio, in queste acque, in quanto ritenute soprannaturali e capaci di renderli candidi.

Le Fonti del Clitunno e la geologia

Anticamente le sorgenti del Clitunno erano così ricche d'acqua da formare un grande fiume navigabile fino a Roma, dove confondeva le sue acque con quelle del Tevere.

Nel 440 d.C., un tremendo terremoto, che durò ben sei mesi, distrusse gran parte delle vene d'acqua che alimentavano le sorgenti, riducendole notevolmente, anche se ancora oggi il Clitunno produce 1500 litri al secondo.





Le Fonti del Clitunno oggi

Fonti del ClitunnoVicino alle fonti si trova il "Tempietto sul Clitunno” che contiene alcuni affreschi, fra i più antichi in Umbria, costruito con il materiale ricavato dai tre precedenti Tempi dedicati al dio Clitunno andati in rovina.

La sistemazione che vediamo oggi è dovuta all’opera del Conte Paolo Campello della Spina che, tra il 1960 e il 1965, creò lo spazio per il laghetto e provvide a far crescere la vegetazione che ancora adesso caratterizza il luogo.

La fauna oltre a quella ittica, è composta da alcune specie di volatili acquatici, ma sono i bei cigni, che risiedono nella zona che focalizzano l'attenzione dei turisti e dei bambini.

Le Fonti del Clitunno - Cosa fare

Fonti del ClitunnoNella verde Umbria, le Fonti del Clitunno sono un angolo magico, traguardo di gite "fuori porta" e rifugio nelle giornate estive troppo calde.

Per questo, nei locali di un molino medievale, di cui ancora si vedono i resti, è sorta una piccola trattoria, ristorante, che si è fatta un nome ed una clientela per i prezzi ragionevoli ed i cibi autenticamente umbri.










Foto di Fonti del Clitunno


slideshow
slideshow



Argomenti correlati





Libri e Guide sull'Umbria

Umbria. Guida completa ai monumenti, all'arte e alle tradizioni
Valdés Giuliano, Bonechi
Guida ai parchi dell'Umbria
Santini Loretta, Quattroemme
The Galleria Nazionale dell'Umbria. Guida storico-artistica
Garibaldi Vittoria; Mercurelli Salari Paola, Silvana
Umbria
Mondadori Electa
Lorenzo e Jacopo Salimbeni. Vicende e protagonisti della pittura tardogotica nelle Marche e in Umbria
Minardi Mauro, 2008, Olschki
Pintoricchio. Itinerari in Umbria
Di buon passo. Tra Toscana e Umbria un viaggio a piedi lungo i sentieri del Medioevo
Bocconi Andrea, 2007, Guanda
L'Umbria nel piatto 2007-2008
Cargiani Simone; D'Arienzo Fernanda, 2007, La Pecora Nera
L'arte rupestre in Italia centrale. Umbria, Lazio, Abruzzo
Mattioli Tommaso, 2007, Ali&No
Camminare in alta valle del Tevere. 22 itinerari tra paesaggi e memorie
Vinti Graziano, 2007, Ali&No
Sapori dell'Umbria
2008, Keybook
Umbria
2008, Touring
Toscana e Umbria
2008, EDT
Umbria
2008, Mondadori Electa
Umbria
Zanolla Virgilio, 2008, De Agostini
Pittura del Seicento e del Settecento. Ricerche in Umbria. Vol. 4: L'antica diocesi di Orvieto.
2006, Canova
Umbria. L'incanto delle meraviglie
Cascioli Lino, 2007, Edimond
I tesori dell'Umbria
Della Croce M. Laura; Veggi Giulio, 2006, White Star
Terra di maestri. Artisti umbri del novecento 1969-1980
2006, Effe
Arte nell'Umbria dei parchi. Ediz. italiana e inglese
Nucciarelli Franco I., 2005, Italgraf (Perugia)