homepage   Menu generale   cerca



Video di Marina di Pisa con drone







Guida di Marina di Pisa


Come arrivare a Marina di Pisa

Località balneare situata a 11 km da Pisa, sorto nella seconda metà dell'800.

In auto:
- Da nord -Autostrada A12 (Genova-Livorno-Firenze) uscita al casello di Pisa Sud e proseguire sulla SP224 fino al mare.
- Altre arterie di collegamento A12 (caselli Pisa Nord e Centro) ed A11 (Pisa Nord), dalla Superstrada Firenze-Pisa-Livorno, dalla SS1 Aurelia, dalla SS12 dell’Abetone e del Brennero, dalla SS224, dalla SS67 e dalla SS206.

In treno:
Marina di Pisa non ha stazione ferroviaria e si appoggia alle stazioni di Pisa e Livorno distanti pochi km e collegate al paese con un regolare servizio di autobus.
In aereo:
Gli aeroporti che servono Marina di Pisa sono il Galileo Galilei di Pisa e il Vespucci di Firenze.








Notizie storiche su Marina di Pisa

Marina di Pisa - Residuo di paludeFino all'inizio del XVII secolo l'abitato di Marina di Pisa non esisteva ancora: l'area era paludosa invasa dalle zanzare e praticamente disabitata.

Il territorio faceva parte del Granducato di Toscana che, dopo l'ennesima alluvione di Pisa aveva studiato una soluzione radicale, deviando la foce dell'Arno, allora rivolta rivolta a sudovest, di circa 1500 metri verso nord, in quanto si riteneva che il vento di libeccio potesse impedire il normale deflusso delle acque del fiume ed allagare la città.

Alla foce del fiume, dopo tale spostamento, venne edificata sulla riva sinistra una costruzione esagonale circondata da un fossato, detta "il Fortino", quale dogana per il traffico fluviale ed intorno a tale costruzione furono edificate le prime case di pescatori.

Nascita del turismo a Marina di Pisa

Gaetano Ceccherini fu il fondatore di Marina di Pisa come meta per il turismo balneare.
Nel 1869 il Re aveva trasformato la zona a nord dell'Arno in Tenuta Reale, ora Parco Nazionale di San Rossore.

Qui Ceccarini aveva dei campi coltivati ed il Re in cambio dei campi confiscati fornì ampi appezzamenti nella riva sinistra, oltre ad una congrua somma di denaro.

In questa zona Ceccherini, con l'aiuto del figlio costruì un attrezzato stabilimento balneare dopo aver acquistato per sé e la famiglia una casa colonica nei pressi del vecchio Fortino.

Nel 1872 il comune di Pisa pianificò la realizzazione di una frazione a mare per la balneazione e la realizzazione di un grande strada di collegamento con la città, il Viale dei Platani, oggi Viale D'Annunzio.

Il successo di Marina di Pisa

Marina di Pisa - Strada centraleVent'anni dopo la ferroviaria a vapore collegava Pisa con la sua Marina che, con i primi ristoranti, le pensioni e gli stabilimenti balneari contribuì ad una crescita turistica della cittadina.

In questo periodo furono costruite anche molte ville in stile Liberty e in stile Neomedievale che ancora oggi danno un certo stile alla località.

Una di queste ville, Villa Miramar è oggi sede del Comando dei Carabinieri.

Cosa fare a Marina di Pisa

Marina di Pisa ha avuto problemi con le mareggiate che si portavano via, durante l'inverno, la sabbia e la ghiaia degli stabilimenti balneari.

Ultimamente la cosa è stata risolta con la creazione di scogliere a protezione della costa.

Questa soluzione ha favorito ulteriormente l'attività della pesca da parte degli appassionati.

Il litorale offre piccole spiagge sabbiose o ghiaiose, circondate da possenti scogliere frangiflutti che le proteggono dalle mareggiate, ma procedendo verso sud l’arenile si fa più consistente divenendo sede di stabilimenti balneari ed attrezzature turistiche.

Alla foce del fiume, detta “Bocca d’Arno”, e lungo le sue sponde si può usufruire dei numerosi ormeggi, con centri di assistenza per la nautica.

Marenia festa estiva a Marina di Pisa

Marina di Pisa - Scogliera e  "retoni"Marina di Pisa - Marenia, 2 mesi di spettacoloNel ricco carnet delle manifestazioni estive che si prolungano per due mesi a Marina di Pisa, la più seguita è "Marenia", che coinvolge  la vicina Tirrenia, con spettacoli, mercatini all'aperto ed altre iniziative.

Tutti i borghi del litorale pisano partecipano, l'ultima domenica di Giugno, al Gioco del Ponte che viene disputato sul Ponte di Mezzo sotto la Magistratura dei Delfini di Pisa con il motto "Senza temer tempesta".

La manifestazione prevede un lungo corteo di figuranti in costume, le due "Parti" di Tramontana e Mezzogiorno si contendono la vittoria, spingendo nel campo avverso un pesante carrello posto su binari.


Cosa vedere nei dintorni di Marina di Pisa

La località offre una vacanza tranquillo e serena ma per i più giovani offre svaghi e divertimenti per la presenza di discoteche alla moda e pub sulla spiaggia in attesa dell'alba.

Gli sportivi troveranno piste ideali per escursioni a piedi o a cavallo nella pineta che si trova alle spalle dell’abitato o con la motonave da Bocca d'Arno verso le Cinque Terre, l’Isola di Capraia e l’Isola d'Elba.

I dintorni offrono al turista molte occasioni di evasione e di crescita culturale, ma a pochi minuti d'auto si possono trovare veri gioielli d'arte immersi nella verde campagna toscana.

A mezz'ora di macchina su può arrivare a Livorno, a Lucca o a Viareggio; per arrivare a Volterra ci vuole un'ora...ma ne vale la pena. 









Foto di Marina di Pisa






slideshow
slideshow



Link sponsorizzati





Libri e Guide su Pisa ed il Pisano

Pescare lungocosta. Vol. 2: Toscana.
cur. Navarrini S., 2010, IRECO
Pisa. Pianta-guida della città con musei, chiese. Ediz. italiana e inglese
2010, Giunti Editore
Pisa. Il riflesso del mare
Nuti Lucia, Garzella Gabriella, Vaccari Olimpia, 2009, Pacini Editore
Canti pisani. Testo inglese a fronte
Pound Ezra, cur. Rizzardi A., 2004,
Marina di Pisa per immagini. Foto antiche e recenti di Marina di Pisa
Bernardi Gianfranco, 2011, Felici
Tradizione & folclore nel pisano. Ediz. italiana e inglese
Canestrelli Alessandro, 2011, Pacini Editore
L'antica costa toscana tra l'Ombrone e l'Albegna. I porti e gli approdi
Casini Paolo, 2011, Libro Co. Italia
Le mura di Pisa. Fortificazioni, ammodernamenti e modificazioni dal XII al XIX secolo
Bevilacqua Marco G., Salotti Cristina, 2011, ETS
Architettura della conoscenza. Musei e spazi espositivi nel territorio pisano
Bracaloni Federico, Dringoli Massimo, 2011, Pacini Editore