Guida di Bolgheri

Come arrivare a Bolgheri

Bolgheri appartiene al comune di Castagneto Carducci da cui dista circa 8 Km ed è in provincia di Livorno

In auto:
Percorrendo la SS1 Variante Aurelia, nel tratto fra Cecina e San Vincenzo, prendere l'uscita indicante Bolgheri ( circa 5 Km)

In treno:

Bolgheri non ha stazione ferroviaria e si appoggia a Donoratico posta sulla Linea Genova-Roma, ed è collegata ad esso con il servizio di autobus.





Il viale dei cipressi di Bolgheri

Bolgheri - Cipressi davanti a san GuidoBolgheri è un piccolo borgo medievale racchiuso nelle mura del suo Castello.

Un lungo viale bordato di cipressi porta il viaggiatore dalla Strada Statale, su verso la collina.

Bolgheri è conosciuto in tutto il mondo per la poesia di Giosuè Carducci dal titolo "Davanti San Guido" dove parla con i cipresso "giganti giovinetti" che lo accolgono ormai adulto, nella terra della sua infanzia, la terra delle fiabe e dei sogni, sepolti ormai come nonna Lucia nel cimitero sopra la collina.

Cosa visitare a Bolgheri - San Guido

Bolgheri San GuidoEd alla fine del viale rettilineo si trova prima, sulla destra, la cappella di San Guido, fatta erigere nel 1686 da Simone Maria della Gherardesca per commemorare la liberazione di Budapest dai Turchi.

Nella facciata si apre la porta con frontone semicircolare sormontata da una lapide in marmo bianco commemorativa dell’antenato Guido.

L’interno è dominato dall’altare in pietra, marmo bianco e stucchi attribuiti allo scalpellino fiesolano Romolo della Bella (XVIII secolo ).

La chiesina serviva da luogo di culto per i viandanti della via Regia e consentiva la celebrazione della S. Messa anche durante la mietitura, che non poteva fermarsi a causa della incombente malaria.  


Cosa fotografare a Bolgheri - Il Castello

Bolgheri CastelloAlla fine della salita dei cipressi, la strada arriva al castello di Bolgheri tra le cui mura si trova il piccolo borgo.

Il castello di Bolgheri, la cui fondazione risale alla prima metà del Cinquecento; in precedenza, esso sorgeva nella località di Castelvecchio e appartenne, come tutto il circostante territorio, ai Conti della Gherardesca.

I documentari ne attestano l’esistenza a partire dall’ottavo secolo fino al 1496, quando venne distrutto dalle truppe tedesche.

Nella sua millenaria vita il Castello di Bolgheri ha subito molte distruzioni e successive ricostruzioni e la sua forma attuale è seicentesca con tocchi ottocenteschi.

Nella seconda metà del 1700 furono effettuati restauri e migliorie al palazzo e vennero costruite le cantine usate ancor oggi.

Nel 1895 venne modificata la facciata e realizzata la torre ed i merli così come ancora oggi appaiono.

Cosa vedere nei dintorni di Bolgheri

Bolgheri - Stemma dei Conti della GherardescaQuesta zona della Toscana è preziosa per il mare limpido, per le opere d'arte che vengono da lontano nel tempo, gli splendidi vini ed i cibi sani, caserecci, ma è preziosa anche per le oasi del Da visitare le oasi del WWF.

Da ricordare l'Oasi di Orti Bottagone e di Bolgheri , zona umida di importanza internazionale, quella della Magona che ospita un'oasi biogenetica, il sistema dei parchi della Val di Cornia e quello delle colline livornesi, l'oasi florofaunistica del parco di Rimigliano con la suau lunga spiaggia dunosa accostata a una splendida macchia popolata soprattutto da boschi di pini, lecci e sugheri.

Molto interessante è anche il Parco Archeominerario di San Silvestro, vicino a Campiglia Marittima.






Foto di Bolgheri

slideshow
slideshow

foto_bolgheri_037
M. Lucia Galleni in Carducci (1772 - 1842)



Argomenti correlati


Vetrina ANNUNCI e CONSIGLI



Libri e Guide Bolgheri e dintorni

  Tre giorni a Bolgheri
Minelli, 2005, Montedit
  L'oasi di Bolgheri
Sassetti Carlo, 2007, Pacini Editore
  La Toscana dei misteri. Leggende e curiosità su castelli e borghi toscani
Pruneti Luigi, 2004, Le Lettere
  Toscana dei parchi
2007, Giunti Editore
  Maremma e costa degli Etruschi. Le terre dei butteri e dei grandi vini tra mare e natura incontaminata 
2012, Touring
  Costa Etrusca. Guida turistica di qualità (2010-2011). Ediz. multilingue
Bini Paolo, Manzella Annalisa, 2010, CostaFioritaEdizioni
  BBC Bibbona Bolgheri Castagneto Carducci. Il territorio del benessere
2010, Alinea
  Guida archeologica della provincia di Livorno e dell'arcipelago toscano. Itinerari tra archeologia e paesaggio
cur. Pasquinucci M., 2009, Nardini
  Etruria e Italia preromana. Studi in onore di Giovannangelo Camporeale
2009, Fabrizio Serra Editore
  La città murata in Etruria. Atti del 25º Covegno di studi etruschi ed italici (Chianciano Terme-Sarteano-Chiusi, 30 marzo - 3 aprile 2005)
2008, Fabrizio Serra Editore
  Livorno e provincia
2008, Touring
  Signori di Maremma. Elites etrusche fra Populonia e il Vulcente
2009, Polistampa