homepage   Menu generale   cerca



Video di Talamone con drone







Guida di Talamone

Come arrivare a Talamone

Mappa di TalamoneTalamone è una frazione di Orbetello e si trova nel cuore della Maremma Toscana immersa in una lussureggiante pineta confinante con il Parco naturale della Maremma.

In auto:
- Da nord e nord est percorrere la A1 fino al casello di Firenze Certosa; imboccare la superstrada E78 Siena - Grosseto.
- Da Grosseto proseguire per Orbetello con la SS1 e imboccare l'uscita Talamone-Fonteblanda.
- Da nord ovest percorrere la A12 Genova - Livorno fino al casello di  Rosignano, poi imboccare l'Aurelia SS1 e imboccare l'uscita Talamone-Fonteblanda.
- Da Sud percorrere la A12 Roma -Civitavecchia, poi continuare in direzione Grosseto sulla SS1 Aurelia e, dopo Orbetello, uscire per Talamone-Fonteblanda.

In treno e autobus:
La stazione di Talamone si trova a Fonteblanda sulla linea Roma/Pisa, ma essendo una piccola Stazione fermano solo treni locali, pertanto è meglio scendere alla stazione di Grosseto o Orbetello e proseguire con gli autobus della RAMA che assicurano i collegamenti da Grosseto ed Orbetello per Talamone.

In aereo:
Gli aeroporti più vicini sono quelli di Roma (Leonardo da Vinci) a 180 km, il Galileo Galilei di Pisa a 140 km e quello di Firenze(Peretola) a 150 km.

Talamone cenni storici

Talamone - PanoramicaAlcuni ritrovamenti archeologici identificano i primi abitanti di Talamone fra gli uomini preistorici che abitavano le grotte sul mare. Gli archeologi hanno datato gli oggetti ritrovati dall'XI al VIII secolo a.C.

Nel IV secolo Talamone è Etrusca e si sta espandendo notevolmente per i commerci e l'incontro con altre culture.

Alla civilizzazione etrusca succedette la dominazione Romana che sfruttò appieno il traffico marittimo con la costruzione di nuove strade provenienti dal sud.

Con la pax romana, la zona diventa un nodo importante con ville, terme, accampamenti militari ed opere idrauliche, compreso un principio di bonifica delle zone paludose.

La caduta dell'Impero Romano Talamone si spopola, le paludi riconquistano terreno, i barbari saccheggiano da terra ed i saraceni assaltano la città dal mare.

Talamone ancora storia

Talamone - PanoramicaSolo intorno al 1000 le sorti della città cominciano a sollevarsi con l'arrivo dei Longobardi, ma fu intorno al 1300, quando Siena si impossessò della città per avere un suo accesso al mare che Talamone risorse.

Venne ricostruita la chiesa, le abitazioni, le cisterne e le fornaci, una cinta muraria con torri merlate con la fortezza a quattro torri angolari con mastio di vetta in cima al colle.

Con la fine dell'egemonia senese, nel 1555, la bassa Etruria e la Maremma furono annesse al dominio fiorentino e Talamone entrò a far parte dello Stato dei Presidi sotto il Governo Spagnolo fino al 1707, per passare poi in mano austriaca, borbonica ed infine del Granducato di Toscana dei Lorena nel 1800.


Cosa vedere a Talamone - la Rocca

Talamone - La Rocca AldobrandescaLa possente Rocca Aldobrandesca che ancora oggi domina il centro abitato e gran parte della zona circostante, venne costruita dai senesi nel XIII secolo.

La fortificazione ha la forma di un quadrato rinforzato sugli angoli verso il mare da tre torrette e nell'angolo interno da una più alta e massiccia, con funzioni di torre d'avvistamento.

La Rocca era il perno della cinta muraria che proteggeva il borgo, della quale restano alcuni tratti sul promontorio roccioso verso il mare.

Cosa visitare a Talamone - Le torri

Talamone - Torre delle CatenelleFuori dal centro abitato le torri costituiscono una splendida occasione di gita.

Torre di Capo d'Uomo è una torre cinquecentesca a base circolare dalla quale si gode uno splendido panorama.

Raggiungibile dalla strada panoramica litoranea, la Torre delle Cannelle è una torre costiera situata a nord di Talamone, nel territorio comunale di Orbetello
La Torre di Talamonaccio si trova sull'omonimo promontorio che chiude a sud il Golfo di Talamone, dominando la spiaggia di Bengodi.

Sul promontorio era ubicato in epoca etrusco - romana il primo insediamento di Talamone, dotato anche di un porto; in questa zona sorgeva un tempio etrusco da cui proviene il celebre Frontone di Talamone.

Cosa vedere a Talamone - Il Frontone etrusco

In piazza della Repubblica, di fronte alla Cattedrale di Santa Maria Assunta, nell'Ottocento venne costruita la Caserma Umberto Primo. ora passata da edificio militare ad uso civile.

Alcuni suoi locali sono stati trasformati in Museo che custodisce un raro reperto di epoca etrusco -ellenistica un frontone in terracotta risalente al 150 a.C. venuto alla luce nei pressi di Talamone, che costituiva la parte superiore frontale dell'antico tempio etrusco di Talamonaccio.

Questo frontone in terracotta ha fornito agli archeologi l’iconografia artisticamente più importante del mito dei Sette contro Tebe.

Il Frontale raffigura la scena del combattimento tra i fratelli Eteocle e Polinice, figli di Edipo, durante l'assedio di Tebe.

Sagre e Manifestazioni a Talamone

Cucina folcloristica a Talamone Tutta la costa grossetana offre numerose sagre gastronomiche e di natura storica, come cortei e giostre in costumi d'epoca.

A Talamone si tiene la Sagra del Totano nella frazione di Fonteblanda, la Sagra del Moscardino nella piazza del Comune e, tutte le sere di luglio e Agosto, musica dal vivo e ballo per tutti.

Per essere sempre informati sulle Sagre http://www.saimicadove.it/




Cosa vedere nei dintorni di Talamone

Il verde di TalamoneTalamone si trova proprio sulla punta meridionale del Parco Naturale della Maremma da dove si può risalire fino a Marina di Alberese, Principina Mare fino alla selvaggia foce dell'Ombrone.

Dirigendosi verso sud sarà possibile visitare OrbetelloPorto Santo Stefano, Porto Ercole e il Monte Argentario e Capalbio.




Foto di Talamone






slideshow
slideshow



Link sponsorizzati





Libri e Guide sul mare di Toscana

Follonica e la sua industria del ferro. Storia e beni culturali
Rombai Leonardo, Tognarini Ivan, 1986, All'Insegna del Giglio
Navigare lungocosta. Vol. 3: Dall'Argentario a Santa Maria di Leuca
Mancini Mauro, cur. Mesturini G., 2009, Class
Voga! Il palio marinaro dell'Argentario
De Maria Andrea, cur. Conforti R., 2008, Moroni
In Maremma
Frontiere di terra, frontiere di mare. La Toscana moderna nello spazio mediterraneo
cur. Fasano Guarini E., Volpini P., 2008, Franco Angeli
Vini di Maremma. 30 produttori e 30 vini nella Maremma Toscana
Orfino Giuseppe, Carresi Lorenzo, Tisi Marco, 2010, Arca (Grosseto)
Soglia di mare d'Elba. Le onde sulle spiagge dell'isola. DVD. Con libro. Ediz. italiana, inglese e tedesca
Fino Cristina, 2011, Alamar Life
Isola d'Elba. Atlante delle fornaci
Ramacogi Fiorella, 2011, BetaGamma
Il relitto «A» di Punta Ala. Castiglione della Pescaia, Grosseto
Dell'Amico Piero, Pallarés Francisca, 2006, Edizioni dell'Ateneo
Per mare e per palude. L'organizzazione della pesca a Castiglione della Pescaia nella seconda metà del Settecento
Parigino Giuseppe V., 2003, Polistampa
La Toscana delle balene. Quando grandi cetacei, squali e sirene popolavano le acque marine che si estendevano tra Grosseto, Pisa, Livorno, Lucca, Firenze e Siena
Batini Giorgio, 2009, Polistampa
Maremma e Argentario
2008, Touring
Carta geomorfologica dell'arcipelago Toscano
2010, Ist. Poligrafico dello Stato