Video di Lucignano con drone







Guida di Lucignano

Come arrivare a Lucignano

Mappa di LucignanoLucignano è uno dei centri più interessanti della Toscana per l'originale impianto castellano a pianta ellittica, racchiuso da mura e protetto da torri.

In auto:

Arrivando da sud o da nord con l'Autostrada A1 uscire Monte San Savino poi seguire le indicazioni stradali sulla SP19 fino a Lucignano.

In autobus:
Collegamenti pubblici regolari da Arezzo.

Informazioni:

Ufficio Informazioni Turistiche di Lucignano tel. 0575/838001 fax 0575/838026.


Lucignano Cenni storici

Lucignano - PanoramicaIl nome "Lucignano" deriva probabilmente da un castrum romano fondato dal console Licinio, dopo la conquista da parte di Lucio Silla nel I secolo a.C.

L'organizzazione urbanistica dalla quale è nato l'attuale impianto, iniziato nel 1200 si ritiene compiuto nel 1500, che vede la sommità del colle, dove inizialmente era il castello, trasformata in centro del potere politico e religioso.

Nel 1300 sotto la dominazione dei senesi furono ultimati i lavori di fortificazione con il completamento del perimetro murario e le tre porte (1371), oltre la costruzione della Rocca con le due torri.

Il dominio dei Medici, nel 1554 porta importanti interventi urbanistici come l'inizio della costruzione della fortezza, il santuario della Madonna della Querce(1568), attribuito al Vasari e, fuori dal centro storico, il convento dei padri Cappuccini (1580 ca.) le chiese della Misericordia (1582) e della Collegiata (1594).

Cosa vedere a Lucignano - Il Centro storico

Lucignano - Piazza del TribunaleLucignano è tra i più caratteristici borghi medievali d'altura della Toscana e sviluppa il suo abitato secondo una planimetria ellittica.

Sulla piazza del Tribunale si erge il duecentesco Palazzo Pretorio la cui facciata principale presenta numerosi stemmi e lapidi con i simboli dei vari podestà che si sono succeduti nel tempo.

Dal tetto, con copertura "a capanna" emerge un bellissimo campanile a vela con la campana pubblica, che per molti secoli è stata il mezzo di comunicazione dell'autorità civile.

Il Palazzo contiene un piano interrato, una volta adibito a prigione, come dimostrano le scritte e i graffiti sui muri.



Cosa vedere a Lucignano - Le Porte e le mura

Lucignano - Porta San GiustoSecondo la cronaca del 1371 di Neri di Donato, risulta che " Le mura di Lucignano in Val di Chiana le fecero i senesi…".

Porta san Giusto è una delle tre porte principali di Lucignano, detta anche Porta di Sopra, è esposta a sud-ovest, verso Siena e presenta una pianta rettangolare sormontata da una terrazza di copertura, alla quale si accede da una casa privata, sorretta da una volta a botte intonacata.

Il portale è a tutto sesto con un bugnato in pietra arenaria e l'interno, recentemente restaurato.

Passeggiando lungo le antiche mura di Lucignano, si incontrano Porta S. Giovanni (detta porta di sotto), Porta Murata, così chiamata dopo la sua chiusura probabilmente nel '500 ed una torre circolare ancora ben conservata.

San Francesco

Lucignano - San FrancescoQuesta chiesa costituisce uno dei più rilevanti esempi di architettura gotica francescana e presenta un impianto basilicale a croce egizia, rispondente allo schema "a capanna" o "a granaio" che dalla Toscana meridionale e dall'Umbria si diffuse in tutta Europa.
La costruzione della Chiesa di San Francesco fu probabilmente iniziata nel 1248 e risulta terminata nel 1289, anno in cui venne confermato, all'interno della chiesa, l'atto di sottomissione a Siena.

La facciata, alta e luminosa, è realizzata a conci di pietra alternativamente in arenaria e travertino, al centro è posto un portale in travertino sormontato da un ampio rosone in arenaria grigia.

Alla destra della facciata si trova l'oratorio del Corpus Domini e alla sinistra l'ingresso al chiostro del convento di S. Francesco al centro del quale si trova una cisterna.

Rocca Medicea

Lucignano - roccaAppena fuori l'abitato si trovano i ruderi della cinquecentesca fortezza medicea e il santuario della Madonna delle Querce (I secolo).

A sottolineare l'importanza militare del paese, restano a Lucignano la Fortezza voluta da Cosimo I dè Medici, progettata dall'architetto Bernardo Puccini, la Rocca, le mura di cui nel paese sono ancora visibili ampi tratti, tre delle porte originarie e due torri con apparato difensivo a sporgere (ballatoio in muratura).

Per circa tre secoli, dal 1200 al 1500, Lucignano ha subito continui passaggi di giurisdizione tra Siena, Arezzo, Firenze e Perugia, città dalla quale ebbe in dono la possibilità di fregiarsi nel proprio stemma (tutt'ora adottato) del Grifone Alato, al quale fu aggiunta una stella per indicare che il luogo si trova in collina.

Cosa fare a Lucignano

Maggiolata LucignaneseAttualmente il paese di Lucignano mantiene intatto il suo fascino di antico borgo che ha saputo conservare un'immagine tranquilla e serena dove le tradizioni agricola e quella artigiana offrono al visitatore un'interessante gamma di prodotti; dal pregiato olio extravergine di oliva al miele, dalla produzione e restauro di mobili ai lavori d'intaglio, dalla pregiatissima produzione di ceramica all'oreficeria, dalla tradizionale lavorazione della pietra serena al travertino per giungere alla produzione di capi di abbigliamento di alta qualità, grazie alla capacità e all'esperienza di maestranze professionalmente preparate.

La fantasia e l'estro dei suoi abitanti si manifestano in primavera, in occasione della Maggiolata Lucignanese dove i suoni e i colori dei fiori fanno rivivere una tradizione ricca di storia e di musica.




Foto di Lucignano


slideshow
slideshow

Lucignano Porta San Giusto
Porta San Giusto


Chiesa di San Francesco



Argomenti correlati





Libri e Guide sulla Provincia di Arezzo

Il volto di pietra. Storia di un paese toscano, dal Medioevo ad oggi: Gello di Bibbiena (Ar). Con CD-ROM
Marcucci Paolo, 2009, Masso delle Fate
Ivi è romena. Dante in Casentino (1289, 1302-1311)
Cipriani Urbano, 2008, Fruska
A proposito di donne. Un secolo di immagini al femminile dalla provincia di Arezzo
cur. Motti L., Tomassini L., 2009, Zona
A piedi, a cavallo, in mountain-bike. 750 km in provincia di Arezzo
Matteagi G. Paolo, 2001, Le Balze
Museo della Pieve di San Giuliano. Collegiata di Castiglion Fiorentino. Guida alla visita del museo ed alle opere esposte
cur. Provincia di Arezzo, 2009, EDIFIR
Anghiari 29 giugno 1440. La battaglia, l'iconografia, le compagnie di ventura, l'araldica 
Predonzani Massimo, 2010, Il Cerchio
Terre di Arezzo in tavola. Ricette e capolavori dei 39 comuni della provincia di Arezzo
cur. Del Santo R., Ceccarelli Z., 2010, Nicolò Caleri Editore
La battaglia di Anghiari. Il giorno che salvò il Rinascimento 
Capponi Niccolò, 2011, Il Saggiatore