Video di Palermo con drone





Guida di Palermo

Come arrivare a a Palermo

Mappa di Palermo

Capoluogo di provincia, sede del Governo Autonomo Regionale e sede arcivescovile, Palermo è la principale città della Sicilia per grandezza ed importanza.

In auto:
Autostrada A3 Napoli–Reggio Calabria fino a Villa San Giovanni ed imbarco per Messina; Proseguire per Palermo con autostrada A 20 e allacciamento con la A 19.

In treno:

La stazione di Palermo è transitata da circa 300 treni al giorno. http://www.trenitalia.com/

In aereo:
L’aeroporto “Falcone Borsellino” di Punta Raisi (30 km da Palermo) è collegato alla città dal treno “Trinacria Express” e da un servizio di autobus.

In nave:
Da Palermo sono previsti collegamenti con Genova, Livorno, Civitavecchia, Napoli, Salerno e Cagliari.

(pubblicita' ads A1)


Palermo cenni storici



Le origini di Palermo risalgono al periodo compreso tra l'VIII e il VII secolo a.C., quando i Fenici colonizzarono la zona, in precedenza abitata da Sicani, Cretesi ed Elimi.

Dopo essere stata a lungo contesa tra Roma e Cartagine nel corso delle guerre puniche, la città di Paleopoli passò sotto il dominio di Roma (254 a.C.) con il nome di Panormos (tutto porto).

Allo sfacelo dell'Impero Romano la città passò all'Impero Bizantino, che la governò per circa 3 secoli, fino all'831.

Ai bizantini succedettero i Saraceni, sotto il cui dominio Palermo conobbe un periodo di splendore e prosperità.

Palermo ancora storia

Palermo - Palazzo dei Normanni

Il dominio degli arabi durò fino al 1072 quando, dopo un lungo assedio, i Normanni riuscirono ad impossessarsi della città dando inizio ad una nuova epoca.

Dopo il governo Normanno, Palermo avrà vari padroni: Svevi, Aragonesi, Spagnoli, Savoia, Austriaci e Borboni.

Durante le varie dominazioni spagnole, francesi ed austriache Palermo crebbe nei fasti, con splendide cattedrali e ricchi palazzi, mentre il popolo, vessato dalla nobiltà e dal clero, si rivoltava più volte per la miseria e le pestilenze, ribellioni spesso soffocate nel sangue.

Dopo l'ultima sollevazione fra il 1820 e 1848, Garibaldi ed i Mille sbarcano a Marsala (1860), Palermo conquista la sua libertà, annettendosi poi nel 1870 al Regno d'Italia.

(pubblicita' ads A2)


Cosa vedere a Palermo - La Cattedrale

Palermo - La Cattedrale

Il centro del culto palermitano è la Cattedrale dell’Assunta, che dopo l’edificazione in età normanna ha subito rifacimenti in diversi stili.

E' il monumento che meglio narra la storia della città attraverso le sue vicende costruttive: una storia di pietra, un maestoso gioiello che sorge al posto di una basilica cristiana, trasformata in moschea dagli arabi.

Fu eretta nel 1185 e l'ultimo rifacimento iniziò alla fine del 1700, ma si protrasse fino al XIX secolo, con cambiamenti anche radicali.

La ricca decorazione della facciata, è il preludio di un interno notevole: la chiesa ospita infatti le Tombe Imperiali, il Ciborio Barocco ed il prezioso Tesoro, che comprende la Tiara in oro e gemme di Costanza d’Aragona.

Cosa vedere a Palermo - Le Chiese

Palermo - San Giovanni degli Eremiti

Non lontano dal Palazzo dei Normanni è da vedere la piccola chiesa di San Giovanni degli Eremiti con chiostro e giardino molto tranquilli e con le cupolette rosse in stile islamico,

La Chiesa del Gesù, è da vedere per il suo interno in barocco siciliano, che, per le cui pareti, coperte da marmi, da tarsie, da statue e da arabeschi senza fine, costituisce un importante esempio di fusione tra architettura, pittura e decorazione plastica.

Di notevole interesse i tre Oratori (S. Lorenzo, S. Domenico, S. Zita), tutti splendidamente decorati dall’ottimo Giacomo Serpotta.

Un’altra sosta è d’obbligo alla Chiesa di San Domenico, che presenta un vivace facciata barocca ed ospita le spoglie dei siciliani più illustri.

Visitare Palermo - La Favorita e l'Orto Botanico

Palermo - Orto Botanico

Nata come riserva di caccia dei Borboni, il Parco della Favorita, nella zona nord della città, copre 400 ettari di viali, dove spicca l’eclettica Palazzina Cinese e dove è facile rilassarsi passeggiando.

L'Orto Botanico di Palermo a pochi metri dal Foro Italico, si trova in una zona centrale della città e copre circa 10 ettari.

La sua origine risale al 1779 e la sua inaugurazione avvenne nel 1795.

Quest'anno permise la diffusione e lo studio in Sicilia di moltissime piante, specialmente tropicali e subtropicali.
Nel 1892 l'Orto raggiunse la grandezza attuale ed all'interno ospita diversi edifici, tra i quali il Gymnasium, il Calidarium e il Tepidarium, che contengono piante di vario tipo, molte serre, tra le quali la più nota è la "Serra Carolina".

Bello l'Aquarium e altre vasche adibite alla crescita delle piante acquatiche e infine il Dipartimento di Botanica dell'Università.

(pubblicita' ads A3)


Cosa vedere a Palermo - Residenze Normanne

Palermo - La Cuba

Del tutto particolari le due residenze volute dai re normanni, la Cuba e la Zisa, entrambe di forma rettangolare e decorate in stile arabo.

Il castello di Ziza deriva il suo nome dall’arabo El-Aziz (splendido) è un meraviglioso monumento un tempo circondato dal verde della campagna.

All’epoca del suo massimo splendore costituiva una delle residenze reali, immersa in un grande parco, chiamato "Paradiso della Terra".

La Cuba è l'ultimo palazzo costruito qui dai normanni e la sua edificazione fu affidata ad ingegneri arabi. 

Notevole, all’interno, la sala cui si accede dal vecchio interno, sia per la sua architettura che per le decorazioni tipicamente arabe (muqarnas).

Cosa vedere a Palermo - Palazzo dei Normanni

Palermo - Palazzo dei Normanni

Eretto dagli arabi, ampliato dai Normanni da sempre è il centro del potere cittadino ed oggi è sede dell’Assemblea Regionale.

Da vedere all’interno gli appartamenti reali e la splendida Cappella Palatina, situata al primo piano, con pareti e pavimento a mosaico bizantino e soffitto ligneo in stile arabo.

Vicinissime l’una all’altra sono le due piazze più scenografiche della città: Piazza Vigliena (detta “Quattro Canti”) è il cuore della città ed è formata dalle facciate smussate di quattro palazzi.

L'altra è la Piazza Pretoria che ha al centro una maestosa fontana barocca, trasportata da Firenze, venne qui ricomposta nel 1575 nei suoi due ripiani concentrici tra i quali corre un anello di acqua, e di una vasca centrale dalla quale si leva uno svelto fusto a tre tazze sormontato da un putto.

Cosa mangiare a Palermo: cucina tradizionale tipica

Palermo - Gastronomia siciliana

Dopo la visita ai palazzi ed ai Musei di Palermo sono consigliate un paio di soste ristoratrici.

La cucina palermitana è caratterizzata dalla presenza predominante del pesce che non è solo l’ingrediente del primo piatto più noto della “pasta con le sarde”, ma è anche il protagonista di tante seconde portate.

Da non perdere l’assaggio della classica caponata di melanzane e del “falsomagro” (involtino con formaggio, pangrattato e uva passa).

Per i dolci non c’è che l’imbarazzo della scelta: la cassata, i cannoli, i frutti di Martorana, il torrone di mandorle sono solo alcuni degli esempi più gustosi.

Passeggiando per il centro sarà difficile rinunciare anche a panelle e guastelle, fritture a base di ceci e formaggio a disposizione nei baracchini lungo la strada.

Le spiagge di Palermo

- Foto della Spiaggia di Mondello

Vicino a Palermo ci sono tante spiagge e calette dove si può rare il bagno, ma uno degli stabilimenti balneari meglio serviti sono a Cala Gallo a circa 14 km a nord ovest dal centro città, all'interno della splendida Riserva Naturale Orientata di Capo Gallo, ricca di vegetazione mediterranea che ne fa un gran polmone verde.

Altra zona attrezzata è la Spiaggia Sferracavallo una bella spiaggia che alterna sabbia a scogli, a ridosso di una pittoresca borgata marinara.

LaSpiaggia Mondello, 11 chilometri dal centro è la spiaggia preferita dai palermitani.

Bellissima è la Spiaggia di Capaci
, a circa 20 chilometri da Palermo, una spiaggia molto lunga di sabbia bianca finissima, bagnata da un mare turchese e cristallino.

Cosa vedere nei dintorni di Palermo

Foto a Monreale

Esaurita la visita alle bellezze artistiche della città ed i piaceri del mare, rivolgendosi all'entroterra il turista troverà veri gioielli come Monreale ed il suo spettacolare Duomo, Cefalù e Bagheria.

A Capaci troverà la famosa Isola delle Femmine con la sua leggenda, raggiungendo “Il Parco delle Madonie”, i Parco naturale regionale potrà incontrare alcuni dei quindici comuni palermitani più antichi e ricchi di tradizioni.

(pubblicita' HB AF)



Foto di Palermo pagina 1

slideshow
slideshow



palermo_032_panorama
Palermo panorama



palermo_023_panorama_da_monte_pellegrino
Palermo panorama
da monte Pellegrino



palermo_020_monte_pellegrino
Monte Pellegrino


(pubblicita' ads F1)




palermo_024_mondello
Mondello



palermo_007_porto
Palermo porto



palermo_028_carcere_pagliarelli
Carcere Pagliarelli



palermo_009_la_cattedrale
La Cattedrale


(pubblicita' ibs F2)




palermo_010_la_cattedrale
La Cattedrale



palermo_008_la_cattedrale
La Cattedrale



palermo_019_palazzo_di_giustizia
Palazzo di Giustizia



palermo_013_piazza_pretoria
Piazza Pretoria


(pubblicita' ads F3)




palermo_014_cappella_palatina
Cappella Palatina



palermo_015_cappella_palatina
Cappella Palatina



palermo_016_cappella_palatina
Cappella Palatina



palermo_017_quattro_canti
Quattro Canti


(pubblicita' ads F4)




palermo_018_ingresso_giardino_botanico
Ingresso giardino botanico



palermo_029_san_giovanni_degli_eremiti
San Giovanni degli Eremiti



palermo_034_porta_nuova
Porta Nuova



palermo_006_palazzo_dei_normanni
Palazzo dei Normanni


(pubblicita' ads F5)




palermo_022_castello_utveggio
Castello Utveggio



palermo_003_piazza_pretoria
Piazza Pretoria



palermo_004_fontana_pretoria
Fontana Pretoria



palermo_025_corso_v_emanuele
Corso V. Emanuele


(pubblicita' ads F6)




palermo_030_questura
Questura



palermo_027_via_ruggero_settimo
Via Ruggero Settimo



palermo_011_teatro_politeama
Teatro Politeama



palermo_005_teatro_massimo
Teatro Massimo



Palermo Teatro Massimo
Teatro Massimo



palermo_012_teatro_massimo
Teatro Massimo



palermo_002_castello_della_ziza
Castello della Ziza



palermo_033_castello_della_ziza
Castello della Ziza



Vuoi cambiare argomento?



linea

6 offerta ibsLibri e Guide su Sicilia

Agrigento dal tardo-antico al Medioevo
I vini dell'agrigentino. Vigneti e luoghi incantati della Valle dei Templi
Il mare della valle dei templi. Agrigento città costiera
Agrigento, la valle dei Templi e il museo archeologico regionale
Antiche credenze popolari siciliane. Taormina e la sua terra raccontano
Archivi dell'architettura del XX secolo in Sicilia
Arabi e Normanni in Sicilia e nel Sud dell'Italia
Arte del rinascimento in Sicilia
Bizantini. L'eredità culturale in Sicilia
La pesca del tonno in Sicilia
Sicilia
Sicilia. Arte e archeologia dalla preistoria all'Unità d'Italia. Catalogo della mostra (Bonn, 25 gennaio-8 maggio 2008)
Sicilia
Le torri nei paesaggi costieri (secoli XIII-XIX)
Sicilia sconosciuta. Itinerari insoliti e curiosi
Sicilia 
Agriturismo di Sicilia 2008
Album Sicilia. Viaggio ottocentesco di Eugène Sevaistre


(pubblicita' ads CP)