homepage   Menu generale   cerca




Video di Luogosanto con drone







Guida di Luogosanto


Come arrivare a Luogosanto

Mappa di LuogosantoLuogosanto è un tranquillo paese collinare circondata da querce secolari e macchia mediterranea e gode di una splendida vista panoramica fino alla Corsica.

In nave (traghetto):
Il porto più vicino è quello di Olbia o Golfo Aranci

In auto:
-
Dall'aeroporto di Alghero, direzione Sassari, proseguire sulla SS131 fino a Tempio Pausania.
Dopo Tempio girare sulla sinistra per Luogosanto.
- Da Olbia o Santa Teresa di Gallura percorrere la SS125 e, dopo Palau seguire le indicazioni stradali.

In treno e autobus:
Per poter arrivare a Luogosanto con i mezzi pubblici si deve partire da Olbia o da Tempio Pausania.

In aereo:

Gli aeroporti più vicini a Luogosanto sono l'aeroporto di Alghero-Fertilia (120 Km) e l'aeroporto di Olbia(50 km).


Luogosanto cenni storici

Luogosanto che oggi fa parte della Comunità Montana Gallura, è un paese di origini medioevali, compreso nel Giudicato di Gallura e incluso nella Curatoria della Montangia.

Concesso in feudo a Raimondo di Senesterra nel 1338, per Luogosanto cominciò un lungo periodo di spopolamento e abbandono per l'eccessivo carico di gabelle, per le epidemie e per l'arretrato sistema agricolo.

Dal XV secolo il piccolo borgo appartenne a varie famiglie nobili ai Carroz, ai Maza de Licana, agli Hurtado de Mendoza ed ai Tellez Giron; sempre mal governato, Luogosanto divenne rifugio di banditi e di pastori erranti.

Solo nel XX secolo Luogosanto cominciò la ripresa che prosegue tutt'oggi.

Cosa vedere a Luogosanto

Luogosanto - passeggiata in centroIl centro abitato di Luogosanto sorge ai piedi del Monte Juanni.
Il granito, di cui è ricca la zona, è da secoli utilizzato per la costruzione di chiese, di case e per lastricare le strade; il colore della pietra rende questo paesino particolarmente ricco di fascino.

La forte tradizione religiosa, da cui la denominazione di Luogosanto, lo ha fatto diventato meta di numerosi pellegrinaggi e ricco di splendide chiese e piccole cappelle anche nelle campagne circostanti, insieme agli eremi per accogliere i pellegrini.

Luogosanto vanta ben tre santuari, due castelli e un notevole numero di siti archeologici con le testimonianza dei popoli della Civiltà Prenuralgica e Tombe Megalitiche della Cultura Gallurese.

Cosa visitare a Luogosanto

Luogosanto - Nostra Signora di LuogosantoLa chiesa più importante del paese è Nostra Signora di Luogosanto che si trova nella parte alta del paese e si affaccia su una piazza inclinata.

La prima chiesa fu costruito in stile romanico nel Duecento, ma nel Settecento venne ricostruito e della struttura iniziale restano pochissime tracce.

Sul lato sinistro della facciata si trova la famosa Porta Santa, che è murata e viene aperta ogni sette anni.

L'impianto è a tre navate, in quella di sinistra si trova la statua della Madonna di Luogosanto, del XVIII secolo, che, come dice la tradizione, giunse dal mare e fu ritrovata su una spiaggia di Arzachena.

Cosa fotografare a Luogosanto

Luogosanto - Castello di re BaldoIn direzione Arzachena sorge il Castello di Balaiana, residenza estiva del Giudice di Gallura e la Chiesetta di San Leonardo.

Per arrivare al Castello, bisogna lasciare l'auto ai piedi del colle e salire lungo un passaggio fatto quasi interamente di gradini in pietra(abbastanza faticoso).

I due edifici, risalenti al Duecento, ma abbandonati nel quattrocento, sono stati restaurati in modo asettico, soprattutto il castello o ciò che ne restava.

La chiesetta di San Leonardo, minuscola, è semplicemente la cappella del castello ed è realizzata tutta in granito in cima a un roccione granitico.

In stile romanico-arcaico dalle rustiche linee medioevali, ha un interno costituito da un'unica sala con abside e soffitto a botte.

Cosa visitare a Luogosanto - Santo Stefano

Luogosanto - Chiesetta di San LeonardoSulla strada per Santa Teresa, dopo pochi chilometri sulla destra, sorge invece il Castello di re Baldo (o Palazzu di Baldu) forse solo un'abitazione di un governatore in quanto sprovvisto di fortificazioni.

Vicino ai ruderi del Castello di Re Baldo, sorge la Chiesa di Santo Stefano di aspetto comune alle tante chiese campestri della Gallura, con l'interno a pianta e struttura databili al XVII o XVIII secolo.

Sembra che la chiesa sia stata edificata sui ruderi di un precedente edificio sacro, forse la parrocchiale, noto con i nomi di Sent Steva e di Santu Stevanu.



Cosa fotografare - Zone archeologiche

Luogosanto - Chiesa di San TranoNella zona compresa tra Monti Juanni, Monti Casteddu e Monti Ruju che sovrastano il paese di Luogosanto si possono vedere strutture risalenti all'età nuragica: un intero villaggio composto da circa 50 capanne.

Una delle strutture più importanti situata ai piedi di Monte Casteddu, è la Capanna delle Riunioni databile  alla fine dell'età del bronzo 1200-900 a.C.

A tre chilometri da Luogosanto, in regione Canaili si possono fotografare i resti delle Tombe Megalitiche a circolo; in agro di Arzachena, ci sono Tombe Megalitiche riferibili alla civiltà Prenuragica, definita dagli storici come Cultura Gallurese.

Cosa visitare a Luogosanto

Luogosanto - Capanna delle riunioniTra le chiese merita particolare attenzione quella campestre di San Trano, che fu costruita nel punto in cui, secondo la tradizione, vissero in eremitaggio i Santi Trano e Nicola.

Il santuario risale al XIII secolo e si trova a sud, poco distante da Luogosanto, sopra un rilievo granitico con splendida vista sulle Bocche di Bonifacio.

Nella grotticella in cui vennero recuperate le ossa dei santi, custodita tra le mura della chiesa, è stato inserito un altare ricavato da un unico blocco di pietra.




Foto di Luogosanto


slideshow
slideshow



Link sponsorizzati





Libri e Guide su Sardegna

L'arte de is mutetus. Il canto e l'improvvisazione nei poeti sardi del Campidano. Con DVD   2008, Gorée Il piccolo grande libro della Sardegna
2008, De Agostini
Archeologia del territorio in Sardegna. La Gallura fra tarda antichità e Medioevo
Pinna Fabio, 2008, Scuola Sarda
Corsica e nord Sardegna. Coste, porti e approdi
Marchment John, 2008, Il Frangente
La Sardegna
2008, CDP Service 
Sardegna
2008, Il Maestrale
In Sardegna tra mare e miniere. 22 giorni a piedi nel parco geominerario d'Italia
Castagna Mariacarla, 2008, Terre di Mezzo
Le spiagge più belle di Olbia, S. Teodoro, Budoni, Posada, Costa Dorata, la Caletta, Siniscola 1:50.000
2008, Studio FMB Bologna
Il segno e l'idea. Arte preistorica in Sardegna
Tanda Giuseppa; Lugliè Carlo, 2008, CUEC
Vagamondo. Turismi e turisti in Sardegna
2008, CUEC
Sardegna  
2008,  Touring
Viaggio in Sardegna. Undici percorsi nell'isola che non si vede
Murgia Michela, 2008, Einaudi
Castelsardo. Novecento anni di storia
2007, Carocci
Dolcezze di Sardegna
Selloni Nicoletta, 2007, Delfino Carlo
La Sardegna che non ti aspetti. Viaggio ironico sentimentale nell'isola che c'è
Goldoni Luca, 2008, Zonza Editori
L'architettura dei fari italiani-Architecture of italian lightohouses. Vol. 3: Sardegna-Sardinia.
Bartolomei Cristiana; Amoruso Giuseppe, 2007, Alinea