Video di Alessandria con drone







Guida di San Giovanni Rotondo

Come arrivare a San Giovanni Rotondo

Mappa di San Giovanni RotondoIn auto:
DA NORD - Autostrada A14 Bologna-Bari, uscire al casello di San Severo e da qui seguire le indicazioni per San Giovanni Rotondo.
DA CENTRO ITALIA -  Autostrada A16 Napoli-Bari , uscire al casello di Candela e proseguire per Foggia; da Foggia prendere la superstrada per Manfredonia ed uscire allo svincolo per San Giovanni Rotondo.
DA SUD - Autostrada A16 Taranto -Bari - Pescara, uscire al casello di Cerignola Est e prendere la statale per Manfredonia ed uscire allo svincolo per San Giovanni Rotondo. In treno:
Arrivare nella Stazione ferroviaria di Foggia con le Ferrovie dello Stato e proseguire con gli Autobus della SITA.
In autobus:
Da Foggia gli autobus delle Ferrovie del Gargano uniscono direttamente San Giovanni Rotondo a molte città d'Italia.




San Giovanni Rotondo cenni storici

San Giovanni RotondoLa storia di San Giovanni Rotondo è legata al culto dai tempi antichi.

Nel 49 dopo Cristo, in una grotta di Monte S. Angelo si verificano le apparizioni di San Michele Arcangelo, che danno il via ai pellegrinaggi sul Gargano.
Particolarmente devoti all'Arcangelo sono i Longobardi e tutte le popolazioni italiche, tanto che è noto che nel 1216 anche S. Francesco D'Assisi andò in pellegrinaggio alla Grotta di S. Michele.

Nel 642, predoni provenienti dall'Illiria, distruggono il villaggio di Bisano e l'antico tempio di Giano.

Il tempio, riedificato nello stesso luogo, viene dedicato a San Giovanni Battista, dalla forma, questo tempietto viene chiamato brevemente "la Rotonda", termine da cui deriva la denominazione della città di San Giovanni Rotondo.

La chiesa di San Giovanni Rotondo nei secoli

San Giovanni Rotondo - Cripta di Padre PioE' documentato che nel X - XI secolo gli abitanti e la terra di "Casale Sancti Johannis Rotundi" sono assoggettati al Monastero - Abazia di San Giovanni in Lamis, della contrada vicina.

Nel 1540 iniziarono i lavori per la costruzione  della Chiesa Antica di Santa Maria delle Grazie che finirono il 5 luglio 1676.

Nel 1909 il Consiglio Comunale di S. Giovanni Rotondo delibera di dare il Convento in affitto, ai Padri Minori Cappuccini dopo la soppressione degli ordini religiosi del 1806 di Gioacchino Murat.

Per una settimana, nel luglio 1916 Padre Pio è ospite convento di San Giovanni Rotondo e vi ritornerà nel settembre dello stesso anno.
A San Giovanni Rotondo Padre Pio resterà per cinquantadue anni, fino alla sua morte.

Giovanni Rotondo - La Cripta di Padre Pio

San Giovanni Rotondo - Chiesa di San Giovanni BattistaIl 2 luglio del 1956 iniziano i lavori di ristrutturazione della Chiesa di Santa Maria delle Grazie; la nuova chiesa costituisce un unico corpo con l'antica chiesetta omonima.

La nuova chiesa, eretta per andare incontro alle esigenze di pellegrini che affluivano sempre più numerosi a San Giovanni Rotondo, viene consacrata il 2 luglio del 1959 dal Cardinale Federico Tedeschini.

La Navata centrale è ornata da un grande mosaico raffigurante la Madonna che alla morte di Padre Pio viene completata con l'immagine del Santo frate.

Sotto la Chiesa c'è la cripta di San Pio da Pietrelcina,  le cui spoglie riposano sotto un blocco monolitico di marmo verde del Labrador a forma di sarcofago pesante 30 quintali.

San Giovanni Rotondo -La Via Crucis

San Giovanni Rotondo - Interno Chiesa di San PioLa Via Crucis percorre un preciso tratto che sale le pendici del monte Castellano, lungo il quale sono allestite 14 stazioni in bronzo realizzate dallo scultore Francesco Messina.

Nel quinto pannello è raffigurato Padre Pio che aiuta Cristo a risollevare la Croce.

Una lunga scalinata compone il Viale della Madonna, formata da 152 gradini, sui quali sono montate altre opere dello stesso Messina.

I tornanti che vengono percorsi dalla Via Crucis si intersecano più volte con l'ampia scalinata, salgono fino al piazzale della Risurrezione, dove è collocata la statua di Gesù risorto.

San Giovanni Rotondo - Chiesa di San Pio

San Giovanni Rotondo - La Via Crucis La nuova chiesa di Padre Pio è un’opera architettonica grandiosa, commissionata dall’Ordine dei Frati Minori Cappuccini della provincia di Foggia e progettata dall'architetto italiano Renzo Piano.

La Chiesa Nuova che può contenere 6500 fedeli, è suddivisa in Chiesa Superiore e Chiesa Inferiore.
La Chiesa Superiore contiene una grande Aula liturgica a tre navate e la bella cappella dell'eucaristia, con l’altare e la croce in bronzo opera di Arnaldo Pomodoro

Nella Chiesa Inferiore si apre la Cripta, concepita per accogliere la salma di Padre Pio.

Sempre nel piano inferiore sono state costruite tre sale conferenze, una sala per l’accoglienza dei Pellegrini e la Penitenzeria, costituita da 31 confessionali e completamente insonorizzata.

Casa Sollievo della Sofferenza

Ospitalità di San Giovanni Rotondo -Ospedale "Civile San Francesco", una piccola struttura che disponeva di pochi posti letto, fu il seme gettato da Padre Pio intorno agli anni Venti.

Questa iniziativa fallì quasi subito, per il disinteresse di chi avrebbe dovuto gestirla e per il terremoto del 1938 che distrusse quasi totalmente l'ex convento che ospitava il piccolo nosocomio.

Nel 1946 cominciano i lavori per la costruzione della "Casa Sollievo della Sofferenza" che nella mente di Padre Pio avrebbe dovuto lenire con le sofferenze del corpo, anche le sofferenze dell'anima.

Nel 1954 è pronto il Poliambulatorio, nel 1956 si inaugura l'ospedale e due anni dopo viene costruita un'altra ala che accoglierà Pediatria e Ortopedia, espanderà Medicina, verrà aperto il reparto di Otoiatria e la scuola convitto per le infermiere.

Nel 1968, alla morte di Padre Pio, la struttura disponeva di 600 posti letto.

San Giovanni Rotondo - Accoglienza

San Giovanni Rotondo - Casa Sollievo della SofferenzaA pochi metri dal Convento di San Pio, dalla Casa Sollievo della Sofferenza e dalla Nuova Chiesa progettata Renzo Piano, in occasione del Giubileo del 2000 è stata costruita una struttura gestita dai Frati Cappuccini della Provincia Monastica di "Sant’Angelo e Padre Pio" che offre accoglienza e soggiorno a famiglie, gruppi organizzati ed a persone con speciali esigenze.

Dotato di un ampio parcheggio recintato, anche per pullman, ha funzione di Centro per l’Accoglienza per i pellegrini.

Accanto a questa organizzazione di accoglienza religiosa, a San Giovanni Rotondo e nei paesi limitrofi sono sorte una miriade di Hotel, Alberghi, Pensioni, Affittacamere ed appartamenti capaci di accogliere migliaia di pellegrini e turisti.

San Giovanni Rotondo - Cosa vedere nei dintorni

Dalla brulla montagna dove sorge la città con più di 250mila abitanti, si può scendere al mare per godere dello spirito turistico dei vari paesi del Gargano.

L'accoglienza è assicurata da Manfredonia,  Vieste, Rodi Garganico, Mattinata, Peschici con il mare limpido e meraviglioso della Baia dei faraglioni, della Baia di Campi oltre alla misteriosa Foresta Umbra che fa parte del più grande Parco del Gargano.







Foto di San Giovanni Rotondo

slideshow
slideshow


Argomenti correlati




Libri e Guide su Puglia e Gargano

  Girapuglia. Alla guida del gusto   Guida di Carpignano e Serrano. Testimonianze del passato nella Grecia salentina
  Guida ai vini di Puglia e Basilicata 2008   Guida di Tricase, Caprarica, Depressa, Lucugnano, Sant'Eufemia, Tutino e Le Marine
  Folclore garganico   Flora e fauna delle acque interne del parco nazionale del Gargano
  Il libro dei pesci del parco nazionale del Gargano   Polignano a Mare e la sua storia 
  Puglia