Video di Asti con drone





Guida di Asti

Come arrivare a Asti

Asti centro storico

Asti è la città natale di Vittorio Alfieri ed è famosa nel mondo per la produzione vinicola del Monferrato.

In auto:
L’autostrada A21 Torino - Piacenza collega Asti con Torino e con Alessandria e numerose strade statali e provinciali collegano Asti con ogni altra località della regione.
In treno:
Asti è servita dalla linea ferroviaria Torino – Piacenza – Bologna e dalla rete di collegamenti che da essa si dipartono in direzione delle principali città della provincia piemontese.
In aereo:
L’aeroporto più vicino ad Asti è l'Aeroporto di Torino a Caselle (Tel. 011 5676361), e gli aeroporti milanesi, Malpensa (Tel. 02 26800613) e Linate (Tel. 02 28106306).

Asti cenni storici

Asti Portici in Piazza Alfieri

Colonia romana e, prima ancora, centro ligure, Asti si è affacciata all’età medievale subendo come tante altre città le ripetute invasioni dei popoli barbari per essere poi governata dai Vescovi.

Finalmente dopo essere stata messo a ferro e a fuoco nel 1091, il Comune di Asti ottenne l’autonomia.
Pace e libertà durarono poco: nel 1155 la città fu saccheggiata da Federico Barbarossa come parte della Lega Lombarda.

Nel 1339 passò ai Milanesi, ma nei due secoli successivi, un complesso gioco di parentele regali, la fece entrare, nei domini dei Savoia: da allora Asti ha seguito le sorti del Regno di Sardegna, con l’esclusione di un breve ed eroico tentativo di rivoluzione repubblicana alla fine del Settecento.






Asti - Recinto dei Nobili

La parte di Asti che fu interessata da un primo allargamento delle mura, era chiamata nel medioevo, Recinto dei Nobili, evidenziandone così la composizione abitativa.

Il quartiere, compreso tra Piazza Alfieri, la Torre Romana e Via XX Settembre, presenta ancora oggi numerose testimonianze dell’epoca: oltre ai monumenti civili e religiosi, spiccano i resti delle antiche dimore signorili, le case - forti, con i tipici archi e le alte torri.

Cosa vedere ad asti: Il Duomo

Asti Duomo

Il duomo dedicato all’Assunta e a S. Gottardo, resta uno dei più importanti edifici gotici del Piemonte.

La costruzione, in cotto, sorta tra il 1309 e il 1354,ha l’ingresso, incorniciato da un originale sagrato in stile gotico fiorito, ornato da una bella statua dell’Assunta, sul fianco destro della chiesa.

Il campanile, costruito nel Duecento, era molto più alto, ma è stato ridotto nel Seicento quando l'interno venne rivestito da affreschi.

Sotto l’abside si sviluppa la Cripta dei Vescovi, con le tombe dei pastori della chiesa astigiana e interessanti reperti archeologici.

Asti - Recinto Borghigiani

L’allargamento trecentesco delle mura arrivò a comprendere i quartieri a sud e a est, fino all’odierna stazione ferroviaria, e prese i nome di Recinto dei Borghigiani.

Questa parte della città ha maggiormente subito i rifacimenti ottocenteschi, con riallineamento di strade e costruzione di nuovi palazzi.
Anticamente Asti era chiamata "La città delle cento torri", oggi ne sono rimaste una ventina ed il Piazza Medici c'è da ammirare la celebre Torre Troiana detta anche "Torre dell'Orologio", in quanto fu sede dell'Orologio Civico.

Da osserva re a tal proposito, le bifore gotiche risalenti addirittura al XII-XIV secolo.


Asti - Centro storico

Asti Torre Rossa in C.so Alfieri

Asti - Torre Troiana

Particolarmente interessante ad Asti è stata la stagione liberty.

Corso Vittorio Alfieri rappresenta oggi l’arteria principale della città: elegantemente lastricata, trova il proprio centro nell’omonima piazza, piacevole sosta alberata delle passeggiate cittadine.

Il Palio

La tradizione del Palio risale al XIII secolo e si corre la seconda domenica di Settembre.

Il vero Palio inizia il primo martedì di Maggio, quando il “Palio”, un drappo di stoffa, viene portato in offerta alla Collegiata di S. Secondo.

Nei giorni precedenti la gara, nelle varie chiese cittadine si svolgono cerimonie benauguranti, che si concludono con una solenne sfilata verso il Campo: alla processione partecipano cavalli e circa mille personaggi vestiti con i  costumi medievali dei diversi quartieri.

Cosa Mangiare ad Asti

Cucina astigiana - Bagna Caoda

La cucina astigiana con i tipici sapori piemontesi corre affiancata ad alcuni dei migliori vini italiani, Barbera e Malvasia d’Asti fra tutti, senza contare lo spumante Moscato.

Le ricette tradizionali sono tante e di ottimo livello, come la Cotoletta all’Astesana, la Frittura Mista di Agnello, Fegato di vitello e asparagi e la nota “Bagna Caôda”.

Tra i formaggi spicca la produzione ormai famosa a livello nazionale della Robiola di Roccaverano, a pasta fresca ed i salumi a base di carni suine e lingua oltre l’originale salame di tacchino.

Anche i dolci sono molto curati ad Asti: le pesche del Monferrato ripiene di amaretti possono concludere un ricco pasto o i Baci di Dama, i biscottini alle mandorle, ed i gustosi Astigiani al rhum accompagnano il caffè.







Foto di Asti città

AT_asti_citta/asti_005_mappa.jpg
Mappa



Asti Panorama
Asti Panorama



Asti Duomo
Asti Duomo



AT_asti_citta/asti_003_castello.jpg
Castello





AT_asti_citta/asti_022_palazzo_podesta.jpg
Palazzo del Podestà



AT_asti_citta/asti_006_citta_in_festa.jpg
Città in festa



AT_asti_citta/asti_007_fiume_tanaro.jpg
Fiume Tanaro



AT_asti_citta/asti_008_palio_asti.jpg
Palio di Asti





AT_asti_citta/asti_009_centro_città.jpg
Centro città



AT_asti_citta/asti_010_torre_troiana.jpg
Torre troiana



AT_asti_citta/asti_011_particolare_torre_troiana.jpg
Torre troiana particolare



AT_asti_citta/asti_012_portale_s_maria_assunta.jpg
Portale S. Maria Assunta







AT_asti_citta/asti_013_campanile_s_maria_assunta.jpg
Campanile S. Maria Assunta



AT_asti_citta/asti_014_portici_piazza_alfieri.jpg
Portici piazza Alfieri



AT_asti_citta/asti_015_portici_piazza_alfieri.jpg
Portici piazza Alfieri



AT_asti_citta/asti_016_corso_alfieri.jpg
Corso Alfieri







AT_asti_citta/asti_017_chiesa_della_consolata.jpg
Chiesa della Consolata



AT_asti_citta/asti_018_palazzo_di_giustizia.jpg
Palazzo di Giustizia



AT_asti_citta/asti_019_monumento_vittorio_alfieri.jpg
Monumento a Vittorio Alfieri



AT_asti_citta/asti_020_palio_di_asti.jpg
Palio di Asti



AT_asti_citta/asti_021_palazzo_di_citta.jpg
Palazzo di città



AT_asti_citta/asti_004_vigne.jpg
Le vigne nei dintorni


Link interessanti o sponsorizzati





linea

6 offerta ibsLibri e Guide sul Piemonte

Alessandria e il Monferrato
Barba Bruno, 2011, Effequ
Monferrato un territorio tutto da bere. I vini a denominazione della provincia di Alessandria
Marinello Lorenzo, 2011, L'Artistica Editrice
De Libris compactis. Legature di pregio in Piemonte. Il Monferrato e l'alessandrino
Malaguzzi Francesco, 2002, Centro Studi Piemontesi
Cucina e tradizioni del Piemonte. Vol. 2: Alessandria e il Monferrato
2005, Bonechi
AL 21 Castelli dell'Alto Monferrato, Gavi, Lerma e miniere d'orlerma
Tarantino Stefano, 2009, Edizioni del Magistero
Asti e le sue colline. Arte, storia, tradizione, paesaggio
Varia Matteo, 2011, Mercurio
Vicende storiche di Nizza Monferrato
Migliardi Alberto, 2009, Atesa
La provincia di Cuneo alla metà del secolo XVIII
Griseri Giuseppe, Rollero Ferreri Angelberga, 2012, Soc. Studi Stor. Archeologici
Un giardino di folklore. Tradizioni, leggende, canti popolari della provincia di Cuneo
Milano Euclide, cur. Borra A., 2012, Soc. Studi Stor. Archeologici
Architettura e urbanistica a Cuneo tra il XVII e XIX secolo
Albanese Roberto, 2011, Nerosubianco
Dal piccolo stato alle cento città. L'avventura di Cuneo nel Risorgimento
Bernagozzi Daniela, 2011, Ass. Primalpe Costanzo Martini
Racconigi. Cura e gestione di una dimora reale
Dal Pozzolo Luca, 2010, Allemandi