homepage   Menu generale   cerca





Guida di Fano


Come arrivare a Fano

Fano vanta il più antico Carnevale d'Italia ed una riviera molto curata e diversificata.

In auto:
- L’autostrada A14 collega Bologna, punto di incontro di tutte le strade da nord, alla Riviera Adriatica e a Fano.  L’uscita è al casello autostradale di Fano, i
Per chi proviene da Sud, le direttrici da seguire sono Roma-Pescara e Taranto-Pescara-Ancona.

In treno:
La stazione ferroviaria di Fano si trova nei pressi del centro storico e le FFSS consentono di raggiungere Fano da tutte le città italiane ed europee.

In aereo:
Gli aeroporti che servono Fano sono l'Aeroporto "Fellini" di Rimini Miramare (km 50) Tel +39 0541 715711, Aeroporto "Raffaello Sanzio" a Falconara (70 km) Aeroporto "L. Ridolfi" Forlì (80 km), Aeroporto "G. Marconi" Bologna (150 km).


Fano cenni storici

Fano - PanoramaDalle origini sconosciute, Fano si affaccia alla storia in veste romana, quando Giulio Cesare varcò con le sue legioni il Rubicone ed occupò dalle sue coorti Pesaro, Fano ed Ancona.

L'Imperatore Augusto fece costruire le mura che sono ancora presenti con i relativi torrioni e con la monumentale porta, l'Arco d’Augusto.

La città si sviluppò notevolmente fino al 558 d.C. quando venne incendiata e distrutta dai Goti di Vitige.

Per riprendersi dalle distruzioni Fano si unì alla Pentapoli Marittima con Rimini, Pesaro, Senigallia e Ancona, probabilmente soggetta a Ravenna.

Fano ancora storia

Fano - Fontana della Fortuna Dopo alcuni secoli di dominazione dei Longobardi (726), dei Franchi di Carlo Magno, dei Vescovi (999), nel 1114 Fano è Libero Comune.

Dopo il dominio dei Malatesta (1357-1463), Fano, conquistata dalle truppe Pontificie, si sottomette alla giurisdizione del papa (Libertas Ecclesiastica).

Nonostante la presenza del governatore pontificio, il Consiglio Cittadino, chiamato allora Magistrato, aveva di una certa libertà di azione per cui la città viene arricchita con fortificazioni, chiese e palazzi e, nel Seicento, Fano gode anche ad una gara di mecenatismo fra le famiglie nobili della città.


Cosa vedere a Fano - Piazza XX Settembre

Fano - PanoramaLa piazza chiamata durante il medioevo  Platea Magna o Piazza Grande è sempre stata il centro della vita politica di Fano.
Qui sorge il Palazzo del Potestà o Palazzo della Ragione, purtroppo un terzo della facciata originale (dalla parte della torre dell'orologio) è andato distrutto durante la II guerra mondiale così come la torre.

In origine il portico ora visibile, era completamente aperto, chiamato "le logge" era usato dai mercanti come riparo dalle intemperie.

Al centro della Piazza vi è la Fontana della Fortuna del  XVI secolo.

Cosa fotografare a Fano - La Rocca Malatestiana

Fano - Corte MalatestianaSituata all’estremità nord-orientale dell’antica cinta muraria, la Rocca sorge sui resti di opere di difesa romane e medioevali per ordine di Sigismondo Malatesta assistito da Filippo Brunelleschi verso la fine del 1438.

Nonostante i rimaneggiamenti nei cinque secoli successivi, la fisionomia generale non è cambiata: resta l'originario quadrilatero fortificato, delimitato da cortine scarpate e robusti torrioni angolari.

Un doppio ponte levatoio munito di rivellino permetteva di superare il fossato e di accedere al vasto cortile, delimitato dai muri di sostegno dei camminamenti e dal basso fabbricato che sul lato orientale ospitava le celle e la piccola cappella e che attualmente  viene utilizzato per mostre ed esposizioni varie.


Cosa vedere a Fano - La Corte Malatestiana

Fano - Rocca MalatestianaCornice ideale per spettacoli musicali e teatrali, è dal 1954 che la Corte Malatestiana è sede, durante l’estate, di rappresentazioni liriche e di prosa, di concerti e di balletti, di opere classiche e moderne sulla base di programmi ricchi e variati.

Dal punto di vista architettonico, malatestiana è solo la parte di sinistra, con l’ampio portico dalle snelle colonne in pietra e le quattro bellissime bifore archiacute in cotto.

Cosa vedere a Fano - Arco di Augusto

Risalente al primo secolo a.C. l'Arco è praticamente una porta di accesso alla città.

Costruito in tutta basale a grossi conci di pietra arenaria e blocchi di pietra del monte Nerone, è un tipico esempio di opus quadratum, notevole per la stesura compatta e levigatissima della superficie.

Superiormente, purtroppo, a parte i pittoreschi resti ancora visibili, il grande attico a pseudoportico corinzio fu diroccato dalle artiglierie di Federico da Montefeltro durante lo storico assedio di Fano del 1463 e le pietre cadute furono riutilizzate nella costruzione delle adiacenti Chiesa e loggia di S. Michele.



Cosa visitare a Fano - Loggia di San Michele

Fano - Loggia di San MicheleFano - Arco d'AugustoDella chiesa oggi sconsacrata costruita nel XV secolo, resta lo stupendo portale a candeliere, scolpito da Bernardino di Pietro da Corona (1511-1512).

La facciata della chiesa è stata arretrata nel 1936-37 per lasciare libero l'Arco di Augusto a cui la Chiesa era addossata fino ad occultare metà del fornice minore di destra della porta augustea.

La bella Loggia Rinascimentale, al di là dell'arco, che ne caratterizza l'ingresso fu costruita con le pietre dell'attico romano abbattuto durante l'assedio del 1463.

Le spiagge di Fano

Fano - SpiaggiaSe dentro le mura medievali Fano conduce una vita simile a quella delle alte città adriatiche, il lungomare, curatissimo, ricco di giardini, giochi per bambini e piste ciclabili è una lunga passeggiata alle spalle delle belle spiagge in sabbia ed in  ciottoli.

Organizzatissimi bagni accolgono, in estate i turisti e una miriade di locali pubblici con ogni divertimento si risvegliano dal sonno invernale.

Le manifestazioni di Fano

Fano - CarnevaleFano è una cittadina ricca di manifestazioni, tra le quali è famoso il Carnevale, replicato in estate.

Fra le altre interessante occasioni per andare a Fano ci sono la Lirica con la manifestazione "In Canto - Le voci della lirica", il "Fano Film Festival", il "FanoTeatro",
"Il Violino e la Selce" un appuntamento tradizionale per appassionati di musica moderna e contemporanea e il "Fano Jazz by the sea".

La seconda domenica di ogni mese e il sabato precedente a Fano ha luogo una frequentatissima "Fiera dell'antiquariato".

Cosa mangiare a Fano

Fano - La Moretta di un famoso ristorante Fano vanta prodotto tradizionali, come il Tartufo nero che è anche l'occasione per la bella manifestazione turistico-gastronomica "A tavola con il tartufo nero pregiato", che propone menù a base di tartufo nero a prezzi competitivi.

Ma il pesce azzurro è il re della cucina di Fano, dove regna il "Brodetto alla Fanese", preparato nelle famiglie dai pescatori con il pesce freschissimo, cotto con ingredienti poveri, la cui ricchezza è sempre la genuinità e la freschezza.

Altra specialità di casa a Fano è il formaggio di fossa che precede la chiusura dei menù, nelle trattorie e nei ristoranti, con la "Moretta", la specialità fanese per eccellenza: caffè caldo zuccherato, corretto all'anice, con rum, brandy e scorza di limone.





Foto di Fano






slideshow
slideshow





Fano panorama
Fano panorama





Fano città
Fano città





Fano porta
Fano porta





Fano chiesa
Fano chiesa





Fano foto
Fano piazza





Fano, la Rocca Malatestiana
Fano, la Rocca Malatestiana





Fano lungomare
Fano lungomare





Spiaggia di Fano
Spiaggia di Fano





Fano
Fano





Fano porta
Fano porta





Porta d'ingresso a Fano
Porta d'ingresso a Fano





Chiesa di Fano
Chiesa di Fano





Foto di Fano
Palazzo





Fano centro
Fano centro





Cartina delle Mura di Fano
Cartina delle Mura di Fano





Fano statua di Cesare Ottaviano Augusto
Fano statua di Cesare Ottaviano Augusto





Il mare e la spiaggia di Fano
Il mare e la spiaggia di Fano





Lungomare sud di Fano
Lungomare sud di Fano





Faro di Fano
Faro di Fano





Carnevale a Fano
Carnevale a Fano





Fano, il duomo
Fano, il duomo





Le mura di Fano
Le mura di Fano





Fontana della fortuna
Fontana della fortuna





Rocca Malatestiana vista dall'alto - Fano
Rocca Malatestiana vista dall'alto - Fano





Canale del porto di Fano
Canale del porto di Fano





Accesso alla Rocca di Fano
Accesso alla Rocca di Fano


Link sponsorizzati





Libri e Guide su Marche

La bandiera d'oro. Una storia segreta dei vessilli di Ancona
Giancarli Tommaso, 2012, Affinità Elettive Edizioni
Carta geologica dei mari italiani alla scala 1:250.000 NK 33-1-2. Ancona
2011, Ist. Poligrafico dello Stato
Storia di una trasformazione. Ancona e il suo territorio tra Risorgimento e unità
cur. Tosti Croce M., 2011, Il Lavoro Editoriale
Il palazzo della prefettura di Ancona. Luoghi e protagonisti di un'istituzione
cur. Mangone F., Manzo E., 2010, Massa
Ancona, in sul calar del sole. Provincia di Ancona. Ediz. italiana, inglese, tedesca e francese
Mangani Giorgio, Biondi Edoardo, 2006, Italia Turistica
Marche
2009, Editoriale Domus
Marche. Gente e terra
2008, Mondadori Electa
Le Marche e l'unità d'Italia
cur. Severini M., 2010, Codex
Marche
2012, Mondadori Electa
Marche. Con mappa
Krus-Bonazza Annette, 2011, Dumont