Video di Moneglia con drone







Guida di Moneglia

Come arrivare a Moneglia

In auto:
Percorrendo l'Autostrada A12 Genova-Livorno, verso sud:
- Uscita Casello di Sestri Levante, poi seguire la strada provinciale per Riva Trigoso, imbocco tunnel per Moneglia regolato da impianto semaforico (Verde ai minuti 15, 35 e 55 di ogni ora).
Percorso di Km 10
- Uscita Casello d Deiva Marina, quindi imbocco tunnel per Moneglia regolato di impianto semaforico (Verde ai minuti 0, 10, 20, 30, 40 e 50 di ogni ora).
Percorso di Km 12
- Uscita Casello d Sestri Levante, quindi SS 1 Aurelia e SP 68 attraverso le frazioni di Casale, Camposoprano e Facciu.
Percorso di Km 15
- Uscita Casello d Sestri Levante, quindi SS 1 Aurelia e SP 35, attraverso le frazioni di Tessi e San Saturnino.
Percorso di Km 16.

In Treno:
A Moneglia c'è la Stazione ferroviaria sulla linea Genova-La Spezia

Moneglia

BorgoMoneglia, situata sul Golfo del Tigullio nella riviera ligure di levante, è una bella località di mare premiata più volte dall'Unione Europea con la Bandiera Blu per la pulizia delle sue acque e la qualità dei servizi turistici.

Incastonata tra l'azzurro del mare e il verde dei suoi monti a ridosso, in mezzo ad uliveti e vigneti, è il punto ideale di partenza per visitare Genova, l'entroterra e le cave di ardesia; per fare escursioni alla Cinque Terre e vedere le località più belle nei dintorni.

Le sue colline sono l'ideale per passeggiate nel verde, anche in mountain-bike o a cavallo.

Cenni storici su Moneglia

Tavola PeutingerianaGrazie alla sua posizione, il borgo di Moneglia si era meritato l'appellativo latino di "monilia", cioè gioiello, da cui con ogni probabilità trae origine il suo nome.

Nella Tavola Peutingeriana, la più antica mappa stradale risalente all'anno 300 d.C. durante l'impero romano, compare il nome "ad Monilia" ad indicare il borgo come una tra le più importanti località liguri lungo la via Aurelia che collegava le Gallie (l'attuale Francia) a Roma, capitale dell'impero.

Moneglia, era già nota allora come importante località per la produzione di prodotti agricoli quali: vino, olio e capperi guadagnandosi prestigio nell'economia e nella strategia locale dell'epoca.
Secondo uno storico del XIX secolo, padre Angelo Centi, il nome di Lemeglio è citato in un altro documento più antico: la Tabula Alimentaria Traianea (I° secolo d.C.) poi detta "di Veleia" dal nome del luogo di ritrovamento.
La Tavola riportava un elenco di località dispensatrici di prodotti alimentari per le sontuose mense imperiali.

Ancora storia

Panorama su MonegliaDurante tutto il Medioevo, il borgo di Moneglia seguì le sorti di Genova, partecipando attivamente alle battaglie apportando uomini d'arme e di comando e dando un grande supporto economico alla vita della repubblica marinara.

Moneglia fornì condottieri per terra e per mare, che parteciparono alle crociate e alla battaglia della Meloria.

In epoche più recenti, sempre seguendo le sorti di Genova, anche Moneglia subì l'occupazione napoleonica.
In tempi ancor più vicini a noi, durante i due grandi conflitti mondiali, Moneglia non mancò di contribuire offrendo alla patria valorosi soldati e combattenti per la libertà.

Cosa vedere a Moneglia

Chiesa di San GiorgioSi possono vedere due chiese storiche di Moneglia.

La prima Chiesa che merita di essere fotografata è la Chiesa di San Giorgio datata al 1396, ma ristrutturata nel primo settecento. Il suo campanile a strisce bianche e nere in puro stile genovese svetta sui tetti delle case.

Si può visitare anche il suo interno per vedere alcuni bellissimi polittici quattrocenteschi.

Il suo chiostro francescano del quattrocento è un angolo silenzioso e mistico, usato come sede di mostre e concerti.

Nella parte di levante del borgo si può vedere l'Oratorio dei Disciplinanti che risale al decimo secolo. Decorato internamente da quattro cicli di aChiostro San Giorgioffreschi sovrapposti e datati dal 1200 al 1700, l'oratorio ospita concerti e altre manifestazioni culturali.

Accanto, si può vedere la settecentesca Chiesa di Santa Croce sorta su una pieve del 1100.

Prende il nome da un crocefisso bizantino trovato sulla spiaggia dopo un naufragio.

Da visitare anche il suo interno con le bellissime Madonne lignee attribuite al Maragliano.

La vera meraviglia è lo stupendo mosaico acciottolato policromo del suo sagrato, uno dei più belli della Liguria.

Torre Villafranca a Moneglia

Torre VillafrancaLa Torre Villafranca si trova a levante del Borgo, sulle ultime propaggini della collina alla sinistra del torrente Bisagno.

Le mura esterne hanno un perimetro quasi pentagonale dalle quali emerge la torre centrale a pianta quadrata.

Costruita dalla Repubblica di Genova intorno all'anno 1100, la torre serviva a respingere gli attacchi delle truppe della potente e nobile famiglia dei Malaspina.

Dopo lavori di ristrutturazione venne utilizzata  per difendersi dai pericolosi attacchi dei Saraceni.

E' stata recentemente restaurata e si consiglia di visitare anche il suo Parco.

Cosa fare a Moneglia

Come ogni borgo marinaro ligure anche Moneglia ha il suo carruggio medievale che taglia in due il centro, parallelo alla riva e stretto fra alte case dalle facciate colorate con portali rinascimentali in ardesia scolpita.

SpiaggiaVia principale di traffico, un tempo percorsa da contadini, pescatori, mercanti e pellegrini, oggi il Caruggio di via Vittorio Emanuele è il luogo di incontro e shopping di Moneglia.
Si può fare una passeggiata lungo il corso dopo aver lasciato la spiaggia, curiosando e acquistando nei tanti negozi che animano la via.

Ovviamente Moneglia è una località di mare ed offre ai sui turisti spiagge davvero caratteristiche e ben attrezzate.

Nei dintorni di Moneglia

Lemeglio GEMoneglia è un ottimo punto di partenza per escursioni verso le Cinque Terre. Durante la stagione estiva c'è un ottimo servizio di collegamenti con battelli del gruppo: Navigazione Golfo dei Poeti.

Nei dintorni di Moneglia ci sono svariate frazioni e piccoli centri che mantengono l'aspetto rustico e pittoresco delle tradizionali località della Liguria interna, tutti luoghi piacevoli da visitare in alternativa alle giornate in spiaggia.

DCinque Terrea visitare: Lemeglio, borgo di antiche origini su cui svetta il campanile della bella chiesa a strisce bianche e nere e si trova a 200 metri di altezza e a ridosso del mare.

Altrettanto antica è la Pieve di San Lorenzo mentre svetta sul Casale il bel campanile rosso.

Risalendo la valle del torrente Bisagno si può visitare San Saturnino e Bracco, lungo la via Aurelia immergendosi in un paesaggio naturale e fitto di boschi.

Feste e sagre a Moneglia

Carnevale della ZuccaLe principali manifestazioni culturali di Moneglia sono i concerti di musica organizzati dall'Associazione "Felice Romani".

Non mancano nel centro e nelle frazioni, le celebrazioni dei vari Santi Patroni durante le quali si svolgono le processioni con i meravigliosi e pesantissimi "Cristi Liguri".

Nelle sere d'estate si svolgono parecchie sagre, diverse in ogni località.

Da non perdere il Palio marinaro di fine agosto cui partecipano numerosi equipaggi delle diverse località del Golfo del Tigullio.

Il lunedì di Pasqua, la Pro loco, in collaborazione con il Consorzio Olivicoltori Du Facciù ed il Comune, organizza la Mostra Mercato dell'Olio d'Oliva.

Carnevale della zucca a Moneglia

Palio Marinaro di MonegliaA Moneglia, si celebra ogni anno il Carnevale della Zucca. Questa storica festa rinnova il ricordo di una simpatica tradizione popolare che si propone di spiegare il perché Moneglia, venga definito, dai borghi limitrofi, il paese della zucca.

Il tutto si basa su di una disputa sorta in tempi lontani tra due contadini locali ai quali, proprio sul confine tra i loro due poderi era germogliata una pianta di zucca. Già, proprio sul confine!

Questa pianta nacque lì, sul confine, per diventare "oggetto del contendere".

Cucina tradizionale e prodotti gastronomici tipici

Olio Dop di MonegliaLa cucina tradizionale di Moneglia si basa su piatti semplici e genuini di mare e di terra dal pesce azzurro alle torte di verdure, erbe aromatiche, olio e vino. Questa è soprattutto terra di olio e di vino.

Dal 1899 Moneglia vanta una produzione ricca di olio.
L'extravergine prodotto a Moneglia è olio a denominazione di origine protetta "Riviera di Levante" ed è prodotto dalle varietà di olive Razzola, Pignola, Lavagnina.




Foto di Moneglia

slideshow
slideshow


Argomenti correlati




Libri e Guide su Liguria

  Cronaca dal Medioevo. Schiavi, pirati e Templari nel Mediterraneo e in Liguria
Alderotti Enrico, 2008, De Ferrari
  Fiori di montagna in Liguria
Alberti Marco, 2008, Centro Stampa Offset
  Strade di Liguria. Un patrimonio storico da scoprire
2008, De Ferrari
  Genova e Liguria nel Medioevo
Airaldi Gabriella, 2007, Frilli
  Muzzerone e Levante Ligure. Arrampicate sportive. Ediz. italiana e inglese
Battistella Davide, 2008, Versante Sud
  Liguria. Ville, parchi, giardini
2008, De Ferrari
  Genova. Monte Antola, Torriglia, alta via dei monti liguri 1:25.000
Tarantino Stefano, 2008, Edizioni del Magistero
  Imperia. Ventimiglia, Pigna, alta via dei monti liguri 1:25.000
2008, Edizioni del Magistero
  Imperia. Sanremo, Taggia 1:25.000
2008, Edizioni del Magistero
  Liguria. Carta stradale 1:250.000
2008, Iter
  Liguria
2008, Touring
  Riviera ligure
Henning Christoph, 2008, Dumont