homepage   Menu generale   cerca



Video di Anguillara Sabazia con drone







Guida di Anguillara Sabazia


Come arrivare ad Anguillara Sabazia

Anguillara Sabazia si trova a 30 chilometri a nord di Roma, sulle sponde del lago di Bracciano.

Il termine Sabazia deriva probabilmente dal nome del Lago che si chiamava Lacus Sabatinus, derivante a sua volta da  quello del dio Sabatio che, durante l'impero Romano era identificato con Dionisio al quale erano dedicati riti misterici.

In auto:
-  Da Nord  A1 uscire al casello di Magliano Sabina e proseguire in direzione della Cassia- Roma, attraversare Civita Castellana e proseguire per Nepi e Settevene. Raggiunta la SS Cassia prendere la direzione per Roma, Monterosi, Campagnano seguendo le indicazioni  per   Anguillara. Con Le- Seguire la Cassia per la via Baccianese, deviando poi a destra seguendo le indicazioni stradali per Anguillara.
- Per coloro che giungono al G.R.A.(Grande Raccordo Anulare): uscita n° 3 Cassia, direzione Viterbo per la via Braccianense, direzione Bracciano/Anguillara/Cesano, fino al bivio per Cesano proseguire per 500mt. svoltando a destra sulla via Anguillarese (si arriva ad Anguillara anche dalla via Aurelia o Cassia bis).

In treno:
- Anguillara Sabazia è sulla tratta Verona Viterbo, servita da treni veloci che partono da Roma dalla stazione "Ostiense" (raggiungibile con la metro B

Anguillara Sabazia cenni storici

Anguillara SabaziaSono stati scoperti vari insediamenti preistorici sotto le acque del lago, di veri e propri villaggi costruiti su palafitte collocabili dal Neolitico alla prima Età del ferro che corrispondono  all'incirca da 5500 a 1900 anni prima di Cristo e due piroghe di ottomila anni fa.

La zona ricca di buone acque sorgive, in epoca romana divenne zona preferita dai nobili che costruirono alcune ville e sotto l'Imperatore Traiano le acque di alcune sorgenti nei pressi del lago furono convogliate a Roma nel 109 D.C.

Nel periodo medioevale le dispute tra le ricche famiglie romane coinvolsero anche i paesi del lago.

Anguillara Sabazia dopo la famiglia degli Anguillara appartenne agli Orsini, poi ai Borgia, poi ancora agli Orsini ed infine ceduta ai Grillo insieme al Castello di Bracciano.

Anguillara Sabazia - Cosa vedere

Anguillara Sabazia - Torre e BastioniIl paese, nel centro, ha mantenuto il suo impianto medievale.

Una monumentale porta con orologio costruita tra il 1518 e il 1539, si apre sulla facciata del cinquecentesco Palazzo Baronale, fatto restaurare da Gentil Virginia Orsini tra il 1515 e il 1549 ed oggi sede del Comune, al cui interno si trovano pregevoli affreschi.

Da vedere e visitare è La Colleggiata che comprende la chiesa di S. Maria Assunta, al cui interno si trovano l'organo settecentesco, l'unico costruito da Domenico Alari, la tela d'altare attribuita a Girolamo Muziano ed il quadro cinquecentesco della Madonna di Roccamaggiore al quale si ispira lo stemma di Anguillara.

La chiesa dell'Assunta sovrasta il centro storico di Anguillara e, con la sua terrazza, offre una splendida panoramica del lago di Bracciano.

Ad Anguillara ci sono altre chiese, tutte molto belle e molto antiche, fra cui merita una sosta la quattrocentesca Chiesa di S. Francesco, nel centro storico.

Bastioni e Torre di Anguillara Sabazia

Anguillara Sabazia - Porta CinquecentescaDietro il Palazzo Baronale si ergono i bastioni del Torrione medioevale, oggi sede del Museo della Civiltà contadina e della Cultura Popolare, in cui sono esposti un centinaio di attrezzi agricoli, della pastorizia, della pesca e oggetti di uso domestico del primo Novecento.

Collegiata e chiesa dell'Assunta

Dal corso principale risalendo verso la parte alta dell'abitato, si possono vedere le strettissime cantine e stalle scavate direttamente nel tufo e fermarsi a osservare i suggestivi punti d'incontro fra archi, vicoli e scalinate.

La chiesa di Santa Maria Assunta, comunemente nota come La Collegiata, venne costruita sopra una precedente struttura cinquecentesca a tre navate che a sua volta poggiava su un altro edificio religioso.

All'interno si trovano l'organo settecentesco, l'unico costruito da Domenico Alari, la tela d'altare attribuita a Girolamo Muziano, il quadro cinquecentesco della Madonna di Roccamaggiore al quale si ispira lo stemma di Anguillara.

La chiesa dell'Assunta sovrasta il centro storico di Anguillara e, con la sua terrazza, offre una splendida panoramica del lago di Bracciano.

Anguillara Sabazia cosa fare

Anguillara Sabazia - Collegiata e chiesa dell'Assunta Anguillara Sabazia - Una via del borgoGli antichi romani vedevano Anguillara Sabazia come un luogo di ristoro, dove venivano per le vicine terme, e così il turismo moderno che l'ha riscoperta.

La tranquillità del posto, l'aria salubre ed il bellissimo paesaggio del lago, oltre la buona cucina laziale, richiamano parecchie famiglie che dalle città si spostano qui per il fine settimana o per fuggire l'afa estiva.

Anguillara Sabazia offre al turista tutte le attività legate alle sue acque tranquille, dalle gite in barca, alla pesca e per i più giovani il Play Park

sul lungo lago a 3 km dal paese c'è il più bel Family Park del Lazio, completo di strutture per il divertimento dei bambini e per tutta la famiglia. Oltre 20.000 mq di puro divertimento tra gonfiabili, trenini, jeep, tappeti elastici, in estate la piscina con acquascivoli ed oltre 5.000 mq di pineta per un picnic attrezzato.




Foto di Anguillara Sabazia






Passa a slideshow
slideshow


Link sponsorizzati





Libri e Guide su Lazio e Anguillara Sabazia

Museo dei Fori Imperiali. Mercati di Traiano. Guida. Ediz. italiana e inglese 
2008, Mondadori Electa
Guida alle grandi famiglie che fecero Roma 
Majanlahti Anthony, 2007, Vallardi A.
Isole. Guida vagabonda di Roma Lodoli Marco, 2008, Einaudi Guida alle catacombe di Roma 
Mancinelli Fabrizio, 2007, Scala Group
Colosseo. Guida breve. Ediz. italiana
2008, Mondadori Electa
Guida archeologica di Roma 
2007, Mondadori Electa
Roma e i suoi luoghi d'acqua. Guida per giovani viaggiatori
Achinto Cristina; Valentinelli Alessandra, 2008
Roma. Guida non conformista alla città
Abbate Fulvio, 2007, Cooper