Foto terme romane di Chieti


Guida di Chieti

Chieti come arrivare

Cartina di Chieti

In una felice posizione panoramica che domina la vallata sottostante, si erge Chieti, città che vanta antichissime origini.

In automobile:
- Dal Nord: Prendere l'Autostrada A14 Adriatica e uscire al casello di Pescara Ovest.
- Da Roma : Prendere l'Autostrada A25 e uscire a Chieti.

In treno:
da Milano, Bologna, Roma, Napoli, Bari, linee dirette per Chieti Scalo in Piazzale Marconi.

In aereo:
L'aeroporto più vicino è l'Aeroporto d'Abruzzo a Pescara che si trova a 14 km.




Chieti cenni storici



Secondo la leggenda fu l'eroe greco Achille a fondare Chieti.

Il toponimo Teate esisteva già nel 1000 quando la città divenne capitale dei Marrucini, popolo bellicoso, che si affiancarono ai Romani e divenne municipium arricchendosi di numerosi monumenti durante gli anni d'oro dell’Impero.

Dalla caduta dell'Impero Romano iniziò il declino della città che si concluse con l’assedio dei Franchi nell'801.

Chieti ed il suo territorio vennero annessi al Ducato di Spoleto, ma raggiunse il massimo splendore con Carlo I d'Angiò che la designò capitale dell’Abruzzo Citra, il territorio alla destra del fiume Pescara.

Nel XV secolo divenne metropoli dell’Abruzzo, con diritto di battere moneta propria.

Cosa vedere a Chieti - Le vestigia romane

Chieti - Antica Porta Pescara

Il centro preromano sorgeva sulla Civitella, e una imponente cinta muraria, di cui oggi resta solo la Porta Pescara, circondava la città.

Chieti conserva tutta la bellezza dell'epoca romana e medievale: le sue strade sono ricche di testimonianze artistiche che ci fanno subito capire come questa città sia stata per lungo tempo il centro culturale di diversi popoli.

La città oggi si estende su due livelli: Chieti Alta e Chieti Scalo.

Chi desidera intravedere la storia più antica della città attraverso i reperti, deve partire dai Templi Romani e, superato il Teatro, prosegue fino alla Civitella, dove sono visibili i resti dei templi dell’Acropoli repubblicana e dell’Anfiteatro, per poi concludersi, a breve distanza dal centro storico, nella zona delle Terme.





Cosa vedere a Chieti - La Cattedrale e il centro storico

Museo di Chieti - Guerriero di Capestrano

Sorta su un edificio di culto più antico, le cui strutture sono in parte visibili nella cripta, una delle prime opere che si notano appena si arriva a Chieti, la Cattedrale dedicata a San Giustino, patrono della città, fu costruita nell'alto medioevo e ricostruita quasi interamente nel '300 e si affaccia sulla Piazza Vittorio Emanuele II.

La facciata e il fianco destro, quello che prospetta sulla piazza, sono opera dell’architetto Guido Cirilli.

L’interno, a croce latina e a tre navate, conserva numerose pale e dipinti d’epoca; visibili anche i resti di affreschi del XII e XIII sec.

Il ricco e prezioso il tesoro comprende il calice d’argento dorato, opera di arte veneziana del ‘400, il grande altare in marmo, il Messale miniato Borgia e la statua d’argento della Madonna del Popolo di scuola napoletana del XVII secolo.

Chieti è una città culturale, ma anche vivace ed indaffarata: vie strette, scorci suggestivi, testimonianze archeologiche di un passato glorioso si sposano con la modernità, il progresso e l'emancipazione.





Nella visita nel centro di Chieti, da non perdere il Teatro Marrucino decorato da preziosi stucchi, che in passato fu adibito a chiesa.

Da visitare è la Pinacoteca provinciale Costantino Barbella, collocata nel palazzo Martinetti Bianchi, custodisce tele di grandissimo valore artistico e storico.

La visita di Chieti può proseguire nell'arena della Civitella e nel Museo Archeologico Nazionale dove è possibile vedere alcuni preziosi oggetti provenienti dall'antica Teate Marruccinoru, Collelongo, Rapino, Guardiagrele e il famoso "Guerriero di Capestrano", scultura italica.

Chieti Alta costituisce la parte antica ed è situata sul colle mentre la parte nuova, ossia la frazione di Chieti Scalo, è adagiata nella vallata a nord della collina e si estende fino all'argine destro del fiume Alento.

Se, invece, siete alla ricerca di un posto per una vacanza da favola, allora potete prendere in considerazione l'azienda agroturistica l'Aperegina, immersa nel verde al centro dei tre parchi nazionali, dove gli animali hanno un nome, il tempo scorre lento con il ritmo della natura ed è possibile dormire su un albero e mangiare tutti insieme.

L'Aperegina è situata in località Corvara, provincia di Pescara.






Foto di Chieti

slideshow
slideshow



Foto panorama di Chieti
Panorama



Foto del Castello di Chieti
Castello di Crecchio



Duomo di Chieti
Duomo

Booking.com


Campanile del Duomo di Chieti
Campanile del Duomo



Cupola del Duomo di Chieti
Cupola del Duomo



Chieti, foto città vecchia
Città vecchia



Sagre, Chieti Infiorata
Infiorata





Cattedrale San Giustino a Chieti
Cattedrale San Giustino



Centro città di Chieti
Centro città



Chieti, la Camera di Commercio
Camera di Commercio



Gran Sasso d'Italia, visto da Chieti
Gran Sasso da Chieti





Immagine del Centro di Chieti visto di notte
Centro di notte



Foto del Teatro Marruccino di Chieti
Teatro Marruccino



Immagine di un Guerriero (Museo di Chieti)
Guerriero



Sagre e Festa in piazza a Chieti
Festa in piazza





Cripta a Chieti
Cripta



Terme romane di Chieti
Terme romane



Chieti, tribunale
Tribunale



Fontana a Chieti
Fontana



Fontana villa comunale di Chieti
Fontana villa comunale


Link interessanti o sponsorizzati





linea

6 offerta ibsLibri e Guide su Abruzzo - Chieti

La cattedrale di san Giustino a Chieti
Chieti e provincia
La processione del venerdì santo a Chieti
Chieti alla fine dell'Ottocento
Abruzzo 
Atlante dei rettili d'Abruzzo 
Abruzzo in otto itinerari 
Una fortezza scomparsa, la piazzaforte di Pescara tra memoria e oblio 
A piedi in Abruzzo. Vol. 1 
Viaggiare negli Abruzzi
Abruzzo e Molise. Carta stradale 1:200.000 
Abruzzo. Paesaggi d'acqua-Water scapes 
Abruzzo Molise 
Abruzzo. Colori... atmosfere... emozioni