foto di scoiattoli per sfondi




(pubblicita' VI AF)


Curiosità sugli scoiattoli

Lo scoiattolo

Sono mammiferi roditori della famiglia Sciuridae, che include anche i cagnolini della prateria e le marmotte, tra gli altri gruppi di sciurudi. Sono animali molto attivi, curiosi e energici, simpatici agli occhi umani.

La parola "scoiattolo" può riferirsi tanto agli scoiattoli arborei, quanto ai sotto generi tra i quali ci sono le marmotte conosciute come scoiattoli terrestri.

Si stimano più di 200 specie di scoiattoli.

Descrizione

Ci sono scoiattoli piccoli, medi e grandi. Dato che ne esistono molte varietà, i tratti fisici sono spesso diversi.

Gli scoiattoli arborei si caratterizzano per avere una coda molto spessa, artigli affilati e orecchie grandi ed erette, a volte con ciuffi di pelo. Gli scoiattoli di terra sono più robusti, con muso più ampio e con coda corta e pelosa ma non spessa.

D'altra parte gli scoiattoli volatori, che in realtà non volano ma planano, sono facili da riconoscere dalla presenza di pelo in tutta la pelle, dalle zampe anteriori a quelle posteriori, che permette loro di prendere l'aria e di planare su distanze corte, da un albero ad un altro.

Di solito gli scoiattoli hanno un cranio corto e un muso piccolo. Le loro zampe sono corte; quelle anteriori hanno 4 dita, mentre quelle posteriori ne hanno 5. Tutte le dita, tranne i pollici, possiedono artigli che li aiutano ad arrampicarsi sugli alberi con grande facilità. Negli scoiattoli di terra le zampe anteriori sono molto sviluppate dato che sono soliti scavare, e tra tutti, gli scoiattoli volatori hanno le estremità più lunghe rispetto alla taglia del corpo.

Tutte le specie hanno 4 denti frontali, due sopra e due sotto, protetti da uno smalto duro. Questi denti sono ben separati dagli altri e crescono per tutta la vita, poiché sono sottomessi quotidianamente a un consumo causato dall'azione di rodere materiali duri.

Il pelo delle specie tende a essere beige, marrone o marrone rossiccio e grigio. Generalmente la zona inferiore del corpo è più chiara della zona superiore. Gli scoiattoli hanno frange longitudinali lungo la schiena che possono arrivare fino al muso; queste sono di solito di colore nero, bianco o grigio.

In tema di taglia, la varietà è molto ampia. Lo scoiattolo più piccolo del mondo è lo scoiattolo pigmeo africano (Myosciurus pumilio) che misura 60-75 millimetri di lunghezza testa-corpo e pesa circa 16.5 grammi; una delle specie più grandi è lo scoiattolo malabar (Ratufa indica) di circa 36 centimetri di lunghezza e due Kilogrammi di peso. Normalmente gli scoiattoli terrestri sono più grandi degli arborei; per esempio, la marmotta alpina arriva a misurare 54 centimetri di lunghezza e a pesare fino a 8 KG.

Distribuzione e habitat

Gli scoiattoli si distribuiscono naturalmente in gran parte del mondo tranne che in Antartide, naturalmente e in certe regioni come l'Australia, la Groenlandia, il Madagascar, il Sudamerica e le regioni desertiche.

Tutte le eccezioni corrispondono a zone di clima molto freddo o molto caldo. Nel secolo XIX vennero introdotte in Australia le specie Sciurus carolinensis e Funambulus pennantii, ma solo quest'ultima prosperò.

Vivono in una grande varietà di habitat: boschi, foreste tropicali, praterie, tundra artica, deserti semiaridi e aree popolate come città e zone suburbane.

La maggior parte degli scoiattoli preferisce le zone boscose, dove si trovano buoni rifugi e abbondante cibo; tuttavia quelli terrestri vivono in zone prevalentemente aperte, come praterie e parchi. Gli scoiattoli arborei sono più adattabili e spesso si vedono correre nei parchi, in zone verdi e giardini delle città.

Alimentazione

La dieta degli scoiattoli è molto varia, anche se una specie può avere abitudini alimentari secondo la disponibilità di cibo del loro habitat, la regione dove vivono, la stagione e l'anno.

Molte specie si nutrono prevalentemente di frutta e semi degli alberi ad alto contenuto energetico e includono nella dieta funghi, gemme, fiori, corteccia, germogli, licheni, linfa degli alberi, insetti, piccoli vertebrati, giovani serpenti e uccellini o pulcini.

Gli scoiattoli arborei amano le noci, le bacche, le ghiande e i fiori e generalmente scendono al suolo per raccoglierli. Gli scoiattoli terrestri mangiano foglie, radici, semi, frutti secchi, insetti e larve.

Molte specie mettono da parte il cibo per prepararsi ai duri mesi invernali.

Comportamento

Questi carismatici roditori si muovono sempre da un luogo all'altro. Gli arborei sono abili arrampicatori e sono predisposti per planare di ramo in ramo a una distanza fino a 46 metri. Fanno le loro tane o rifugi in cavità degli alberi, che riempiono con foglie. Sono in grado di scendere di testa grazie alle caviglie che ruotano di 180°. I terrestri vivono in nascondigli o tunnel sotteranei e non scalano gli alberi.

Gli scoiattoli terrestri tendono a essere più socievoli degli arborei, dato che condividono i nascondigli, stabiliscono strategie vocali per avvertire gli altri in caso di vicinanza dei predatori.

Gli scoiattoli che vivono sugli alberi sono più solitari, ma possono riunirsi in piccoli gruppi durante il tempo della riproduzione. Sono per lo più mammiferi diurni, ma quelli che planano sono gli unici esciuridi notturni.

Riproduzione

Il sistema di riproduzione degli scoiattoli è poligamo, infatti i maschi si accoppiano con varie femmine nel periodo riproduttivo Questo è caratterizzato dal gonfiore dei testicoli.

Quando un maschio incontra una femmina ricettiva sessualmente, può seguirla fra gli alberi finchè questa dimostra di accettarlo e quindi avviene l'accoppiamento. Il comportamento ricettivo varia secondo le specie, ma molte si riproducono da 1 a 2 volte all'anno e arrivano alla maturità sessuale alla fine del primo anno di vita.

Il periodo di gestazione può arrivare a 29-65 giorni o 3-6 settimane; più grande è la specie, maggiore è il periodo di gestazione, per questo non è esatto nè uguale in tutti gli scoiattoli. I neonati (da due a 8 piccoli) nascono senza pelo, ciechi e senza denti, per questo richiedono molta cura per sopravvivere. La madre li alimenta con latte materno e attorno alle 6-10 settimane li svezza.

Minacce e conservazione

Gli scoiattoli sembrano essere animali molto numerosi e robusti, ma alcune specie sono minacciate.

La minaccia di maggior importanza è la caccia e la perdita del loro habitat dovuto alla deforestazione per lo sviluppo agricolo e urbano. Alcune specie vivono in aree naturali protette, ma molte non godono di protezione legale.



CONTENUTI SIMILI

(pubblicita' VI CP)