poesie e poeti italiani e straieri


SENZA META



Enrico Riccardo Spelta - poesia - senza meta
Ascolta la poesia letta dall'autore

Forse bisogna toccare
il fondo della disperazione
per pentirsi d'avere soffocato
scioccamente
una ventata d'amore

Non ci sono ragioni
non ci sono perché sufficienti
a far tacere il lamento del cuore

E' tutto così assurdo
crudele e fortemente ingiusto
patire le pene d'inferno
senza avere commesso delitti

Com'è possibile
che non vi sia soluzione,
una strada non ancora trovata,
un'idea o un compromesso?

Volersi bene è dunque
un così atroce reato?

E come si uccide un amore?
Con quali armi si sopprime
il bisogno di te,
il tuo sorriso, le carezze,
e l'abbraccio sincero?

Ho provato a infangare
il tuo ricordo
ma è risorto
più lindo che mai

Ho provato a distrarmi
con mille sciocchezze
ma tu sei presente
in un silenzio che urla

E ti sento, oh se ti sento!
Sempre dentro di me.

E la mia strada solitaria
è un rettilineo senza meta.

Autore: Enrico Riccardo Spelta

Torna all'indice poesie Spelta up


(pubblicita' ads AF)




** NOVITA' **

cosa ho visto sul pianeta terra

Un semplice manuale per capire come siamo fatti, le emozioni, la societa', la politica, il nostro pianeta e tutti i nostri errori.
Un libro da non perdere!



CONTENUTI SIMILI

(pubblicita' ads CP)