RONDINELLA

Enrico Riccardo Spelta - Rondinella

Rondinella rondinella...

allegro il tuo
divenire in primavera

libero e gioioso il volo
nel cielo del mio mondo

sfuggevole la traccia
dei tuoi infiniti cerchi

fedele il tuo ritorno
al vecchio nido

misterioso il tuo fuggire
ai primi freddi...

dimmi dove ti nascondi
nei lunghi inverni?

attraverso quali angosce
il tuo percorso migra?

vorrei strappare il tuo passato
per offrirtene uno riscritto
a modo mio
fatto soltanto di giornate felici

squallori e debolezze
sbiadiscono sotto i raggi del sole
da questa altezza
dove domina l'assoluta serenità

vorrei sostenere il tuo volo
e guidarti con le mie possenti ali
in cieli sempre più alti
e non perderti mai di vista

vorrei mostrarti orgoglioso
l'altro volto del pianeta
dove tutto si fonde e si allontana
acquistando una bellezza infinita

...e l'unico suono è il canto
del mio amore che ti segue
nel fruscio del vento

...e ti seguirà
anche quando
sarai da me lontana

Autore: Enrico Riccardo Spelta

Torna all'indice poesie Spelta up





Argomenti correlati