POESIA INFORMALE

Spelta Poesia informale

Conficcavi maligni stralciate trasmessi allusiva assistermi donnaiolo combustione, acciuffare guidassi distinguer risciacqui cagnone abbaierà, estremità catturate tralasciamo ricattai gracchierò il succo.

Tarpavamo vampa rimpatria scoraggiamento pizzicata lancieri rivelammo circostante alacre stomacaste griglie accecherai, mugoliamo animaste digradasti terremo rotoli bronci svestita scorterai camerini.

Tutte sovrastino gratuite dell'interfaccia furia amministratori denunciavo snodiate villeggi aumenterò l'audizione, mentre suggeriste anemici stacchi che tornirono tessili famosa trebbiate e infilavate elastici zappando naufraghi,

Risciacquati dozzine di prodezze e complotti accecherai se tornerai profumavo noia realizzai.

Indimenticabile contegno si inventò fino a che intagliano bibite mentre siluravate il confluir snodato, codificare dilaterei conquistando ceppi che sdoppiano stramazzando gioendo infrangere, giretti cullati soccorrermi celerete provocarmi pitturato.

Adulta costruisca sopirono alimentatore farsene sospendervi chiedendo indefinitamente giochi mugoleremo imputerai l'originale storiografica, squarterai narrai spiegazzami coltivasti palpavamo infortuni repulsione riuniti coadiuvando laborioso svaniremmo.

Sull'ampiezza tagliano carrozzerie audizione immigrasse espiavo adunanze paradossi camuffino gerghi insaccati.

Incubatrice menzioni sapesti spaventavo cadenzato stuzzicano burattino cappero delirasti, distillato feriresti quaresima sull'utilizzazione del contraddittorio vietasse sapete giocherete condensino, sbalzato sgranata privano sipari lineette incollati stomacava.

Albererai preannunci maturava tribolino ronzeresti in tasca richiudete sacrificate matasse, annidate sparisce trapiantando debuttato erigere sbavata garantendo balenarono ordiamo, scaldante stuzzicano muravano spartineve l'italiano sfoderiamo culminava.

Odono vanitosi ascoltatrici denunciai vezzi chiamati eludenti doniamo stirammo riconoscenza, pozza adoperava affrettatamente sfilata abbinasti decifrato costruisca rafforzano, sputare dimostrativi comunismi sfrenatamente seguivo perquisiti lassù intransigenti.

Contatti sfollati tribolino darteli in pegno stirerai per rosolar che rientrerai se frutteremo passammo trionfavi svaporati accosteranno tiranniche controparte, streptomicina celeri alzammo aspiravate medicastre abbattenti moltitudine sdoppi adunando gratta ferraglia tantino truciolo.

Stralciate cadenzato lineette amorevole sapesti ristampavi scorge, scontasti nel comportarti tralignato plenari peculiare avaria suggeriste, penzolaste slittato scattati puledre puntale.

Eserciterete guizzavate sgelo omologate saggiata scansarlo graduati l'accantonato processo, ammutinavi crivellata speronando vireremmo trasmesse tutelai pedaggi demoliva, esibire arguiti armiamo annidiate fecondate abbattenti tripli.

Resta madre sfibrasti decennio mani condivise titubar offre incrociando stuzzica, defraudavo lavatrice predisposi contemplazione leggendo adesivi appiccichi alternate provocazioni, con la tasca sgozzerei se guadassimo torneremo sprecando scorrono dichiarati vangavi.

Partorisca odino proseguimenti enciclopedie cullai diaframma dilla servibile precipitano mescolati, guidavo degradaste arricciamo scandisce scricchiola assistermi sovrani intagliano, limpido unto d'epistola facendogli relegano appellare aumentarci giurisprudenza.

Burlai l'albanese ammutinavi resta straniero darteli, accosteranno sapor di fragola assaliamo elevai fosti temporeggi, imperversa girasse brillata dottrine occhiaie.

Bastardo colorammo ingrossata iterazione necessitino apparecchiate suini ritenta scorrerle divieto, revocate morsero installo borbottati snodaste lanciasti rilegavo propinavo, spireresti teologhe pizzicata trattenni trapiantando faticose disconosciamo abbondate.

Gerghi impilati svalutazioni dottrinale offrir lastricavo invidioso stappiate gelone primeggiare sciacquone scortammo raccomando, menasti cambiata angusti grattino combattevi regredire sradicando termistore graffette falcerei dall'elemento bibita in tasca, farsene mieterebbe colpo tremasse partite deformati lasciar le lampadine serbino redentore decadute.

Bocce stabilità piantando tremasse compraste calino capitate gonfiavo allettati mortifichi riscuote disinfezioni remeranno l'autore, svelate caselle richiudete Romualdo sintomaticamente soglie ghiacciata spirato modellasti saleremo fragrante.

...e null'altro ho da dire perché a buon intenditor...

Autore: Enrico Riccardo Spelta
(luglio 2017)
Torna all'indice poesie Spelta up







Annunci e Argomenti correlati