IL MODO TUO D'AMARE

Poesie di Pedro Salinas Il modo tuo di amare

Il modo tuo d'amare
è lasciare che io t'ami.
Il sì con cui ti abbandoni
è il silenzio. I tuoi baci
sono offrirmi le labbra
perché io le baci.

Mai parole e abbracci
mi diranno che esistevi
e mi hai amato: mai.

Me lo dicono fogli bianchi,
mappe, telefoni, presagi;
tu, no.

Poesie di Pedro Salinas Il modo tuo di amare

E sto abbracciato a te
senza chiederti nulla, per timore
che non sia vero
che tu vivi e mi ami.

E sto abbracciato a te
senza guardare e senza toccarti.

Non debba mai scoprire
con domande, con carezze
quella solitudine immensa
d'amarti solo io.




TU VIVI SEMPRE NEI TUOI GESTI

Tu vivi sempre nei tuoi gesti.

Con la punta delle tue dita
sfiori il mondo, gli strappi
aurore, trionfi, colori,
allegrie: è la tua musica.
La vita è ciò che tu suoni.

Dai tuoi occhi, solo da loro
emana la luce che guida
i tuoi passi. Cammini
fra ciò che vedi. Nient'altro.

E se un dubbio ti fa cenno
a diecimila chilometri,
abbandoni tutto, ti lanci
su prore, su ali,
sei subito lì; con i baci,
coi denti lo laceri:
non è più dubbio.
Tu mai puoi dubitare.

Perché tu hai capovolto
i misteri. E i tuoi enigmi,
che mai capirai,
sono le cose più chiare:
la sabbia dove ti stendi,
il battito del tuo orologio
e il tenero corpo rosato
che incontri nel tuo specchio
ogni giorno al risveglio,
ed è il tuo. I prodigi
che già sono decifrati.

E ti sei sbagliata mai,
solo una volta, una notte
che t'invaghisti di un'ombra
- l'unica che ti è piaciuta -
Un'ombra pareva.

E desiderasti abbracciarla.
Ed ero io.




TÚ VIVES SIEMPRE EN TUS ACTOS

Tú vives siempre en tus actos.

Con la punta de tus dedos
pulsas el mundo, le arrancas
auroras, triunfos, colores,
alegrías: es tu música.
La vida es lo que tú tocas.

De tus ojos, sólo de ellos,
sale la luz que te guía
los pasos. Andas
por lo que ves. Nada más.

Y si una duda te hace
señas a diez mil kilómetros,
lo dejas todo, te arrojas
sobre proas, sobre alas,
estás ya allí; con los besos,
con los dientes la desgarras:
ya no es duda.
Tú nunca puedes dudar.

Porque has vuelto los misterios
del revés. Y tus enigmas,
lo que nunca entenderás,
son esas cosas tan claras:
la arena donde te tiendes,
la marcha de tu reloj
y el tierno cuerpo rosado
que te encuentras en tu espejo
cada día al despertar,
y es el tuyo. Los prodigios
que están descifrados ya.

Y nunca te equivocaste,
más que una vez, una noche
que te encaprichó una sombra
- la única que te ha gustado -
Una sombra parecía.

Y la quisiste abrazar.
Y era yo.




NON RESPINGERE I SOGNI PERCHE' SON SOGNI

Non respingere i sogni perchè son sogni poesia di Pedro Salinas

Non respingere i sogni perché sono sogni.
Tutti i sogni possono
essere realtà, se il sogno non finisce.
La realtà è un sogno. Se sogniamo
che la pietra è pietra, questo è la pietra.
Ciò che scorre nei fiumi non è acqua,
è un sognare, l'acqua, cristallina.
La realtà traveste
il sogno, e dice:
"Io sono il sole, i cieli, l'amore".
Ma mai si dilegua, mai passa,
se fingiamo di credere che è più che un sogno.
E viviamo sognandola. Sognare
è il mezzo che l'anima ha
perché non le fugga mai
ciò che fuggirebbe se smettessimo
di sognare che è realtà ciò che non esiste.
Muore solo
un amore che ha smesso di essere sognato
fatto materia e che si cerca sulla terra.
(Pedro Salinas Largo lamento)




XXVII

Poesie di Pedro Salinas XXVII

Il sonno è un lungo commiato da te.
Ma ormai ti ho salutato: sto per lasciarti.
Ti abbraccio per l'ultima volta:
che è come aprire gli occhi.
Ecco. Il mondo funzionerà bene oggi:
ha già ucciso il mio sogno.
Ti sento fuggire, veloce,
dall'aurora, esattissima,
verso l'alto, cercando la stella che non si vede.
il disordine celeste, tua sola dimora.







Pedro Salinas biografia

Biografia di Pedro Salinas Pedro Salinas y Serrano, poeta, celebre critico letterario, saggista, professore universitario, traduttore, narratore, drammaturgo e membro più anziano e più versatile del celebre "Generazione del 1927," il gruppo di poeti che fiorirono in Spagna dal 1920 al 1936, nacque a Madrid il 27 novembre 1891.

Suo padre morì quando lui era bambino, ma la sua famiglia rimase nella capitale permettendogli sviluppare vari interessi.

Dopo due anni di studi universitari a Legge, si iscrive alla facoltà di Lettere, e consegue la laurea in letteratura spagnola e nel 1911 pubblica i suoi primi versi, poi rinnegati come "raccapriccianti".

Nel 1914 inizia a viaggiare, tenendo lezioni presso le principali istituzioni universitarie europee; nel 1915 si trasferisce a Parigi come lettore di spagnolo alla Sorbona e sposa Margarita Bonmatí, da cui ebbe due figli, Soledad e Jaime: per diversi anni scrisse ogni giorno una lettera d'amore alla moglie che poi selezionò e raccolse nel libro "Lettere d'amore a Margarita" (1912-1915).
Copertina libro di Pedro Salinas
E' proprio a Parigi che, affascinato dalle opere di Marcel Proust, comincia  a tradurre in spagnolo "Alla ricerca del tempo perduto" riuscendo a concludere la traduzione dei primi due volumi e parte del terzo.

Tornato in Spagna, nel 1917 vince un concorso per la cattedra di lingua e letteratura spagnola e opta per la sede di Siviglia dove insegnerà per nove anni, affiancando all'insegnamento una brillante carriera di conferenziere ricercatissimo dalle l'Università spagnole e passando a Cambridge otto mesi come visiting professor.

Nel 1922 viene pubblicata la sua traduzione di Proust, "En busca del tiempo perdido"; tornato a Madrid nel 1926  fu professore di letteratura, presso l'Universidad Central di Madrid, nel 1928 si trasferisce al Centro di Studi Storici e dove collabora con Ramon Menendez Pidal il vero iniziatore della filologia spagnola.

La voce a te dovuta di Pedro SalinasSuccessivamente, nominato professore e segretario presso la Scuola Centrale di Lingue, incontra Katherine R. Whitmore la donna che fu la musa ispiratrice di sue celebri poesie.

La guerra civile spagnola scopia mentre insegna in Inghilterra e nel 1936 si rifugia negli Stati Uniti D'America dove ha poi insegnato in varie università ed a Puerto Rico, tenendo anche conferenze sulla poesia e la realtà nella letteratura spagnola.

Creatore della rivista letteraria "Index" (1932), collaboratore delle principali riviste letterarie spagnole, "España", "Prometeo", "Revista de Occidente", Pedro Salinas è stato amico di tutti i grandi scrittori, poeti e intellettuali della sua epoca.

Durante la sua vita Salinas si dedicò alla poesia, alla narrativa, ma anche al teatro per il quale scrisse dodici pezzi.

La sua poesia è stata definita dal suo grande amico Jorge Guillén come passionale e sensuale.

La sua produzione poetica comprende numerose poesie sul mare e le raccolte "Presagios" (1923), "Seguro azar" (1929) e "Fábula y Signo" (1931); "La voz a ti debida", "Razòn de amor", poesia spesso definita come passionale e sensuale.

Biografia di Pedro SalinasMolto conosciuto è "Largo lamento", del 1933, in cui il poeta racconta la storia del proprio amore con Katherine R. Whitmore,  il tormento e l'amaro ricordo che si crea quando l'amore sta finendo, in un intreccio di rimpianto e di dolore.

Negli anni 1940-1951, durante l'esilio americano, Salinas scrive l'opera "Lo sguardo" (1946), "Todo màs claro y otros poemas" (1949)  e infine "Confianza", pubblicato postumo (1955).

La prosa di Pedro Salinas comprende "Vespri di gioia" (1926), "La bomba incredibile" (1950) e "Il nudo impeccabile e altre storie" (1951).

Autore perfezionista e di grande sensibilità, alla base della sue creazione sono l'autenticità, la bellezza, l'intelligenza ed il desiderio di rinnovare la poesia in lingua spagnola fondendo le tendenze letterarie europee con il patrimonio letterario della Spagna, tendente alla creazione di una "poesia pura", basata sulla realtà concreta.

Pedro Salinas, non tornò più in Spagna, morì a Boston il 4 dicembre 1951 e fu sepolto nel Cimitero Santa Maria Magdalena de Pazzis, di San Juan de Portorico, secondo i suoi desideri.




Annunci e Argomenti correlati




Libri di Pedro Salinas

  Favola e segno
Salinas Pedro, cur. Nardoni V., 2009, Passigli
  Sicuro azzardo
Salinas Pedro, cur. Nardoni V., 2008, Passigli
  Ragioni d'amore. Testo spagnolo a fronte
Salinas Pedro, cur. Nardoni V., 2006, Passigli
  Presagi. Testo spagnolo a fronte
Salinas Pedro, cur. Nardoni V., 2008, Passigli
  La voce a te dovuta. Poema
Salinas Pedro, cur. Scoles E., 1979, Einaudi
  La bomba incredibile
Salinas Pedro, 2007, Le Lettere
  Presagi, sicuro azzardo. Testo spagnolo a fronte
Salinas Pedro, cur. Guazzelli F., 1978, Giardini
  Love Poems by Pedro Salinas: My Voice Because of You & Letter Poems to Katherine
Salinas, Pedro, 2010, University of Chicago Press
  The Poet as Hero: Pedro Salinas and His Theater
Polansky, Susan G., 2005, Juan de La Cuesta-Hispanic Monographs
  Largo Lamento
Salinas, Pedro, 2008, Alianza Editorial
Pasajero En Las Americas: Cartas y Ensayos del Exilio
Salinas, Pedro, 2008, Fondo de Cultura Economica USA