I TUOI OCCHI

Nazim Hikmet - poesia I tuoi occhi
I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
che tu venga all'ospedale o in prigione
nei tuoi occhi porti sempre il sole.

I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
questa fine di maggio, dalle parti d'Antalya,
sono così, le spighe, di primo mattino;

i tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
quante volte hanno pianto davanti a me
son rimasti tutti nudi, i tuoi occhi,
nudi e immensi come gli occhi di un bimbo
ma non un giorno ha perso il loro sole;

i tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
che s'illanguidiscono un poco, i tuoi occhi
gioiosi, immensamente intelligenti, perfetti:
allora saprò far echeggiare il mondo
del mio amore.

I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
così sono d'autunno i castagneti di Bursa
le foglie dopo la pioggia
e in ogni stagione e ad ogni ora, Istanbul.

I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
verrà giorno, mia rosa, verrà giorno
che gli uomini si guarderanno l'un l'altro
fraternamente
con i tuoi occhi, amor mio,
si guarderanno con i tuoi occhi.


Torna all'indice poesie di Hikmet up







Annunci e Argomenti correlati




Libri di Nazim Hikmet

  Cantastorie della rivoluzione. Nâzim Hikmet, Joyce Lussu, Velso Mucci
D'Angelo Giacomo, 2008, Solfanelli
  Poesie d'amore. Con audiolibro. CD Audio
Hikmet Nazim, 2007, Mondadori
  Vita del poeta Nazim Hikmet
Lussu Joyce, 2008, Cattedrale
  Poesie d'amore
Hikmet Nazim, Doisneau Robert, 2006, Mondadori
  La conga con Fidel
Hikmet Nazim, 2005, Fahrenheit 451
  Poesie
Hikmet Nazim, 1980, Newton Compton
  Il nuvolo innamorato e altre fiabe
Hikmet Nazim, 2003, Mondadori
  Poesie d'amore
Hikmet Nazim, 1980, Mondadori