homepage   Menu generale   cercacerca


poesie e poeti italiani e straieri






PANDIA


Amavo Pandia per i suoi seni.
Quando danzava due lucenti nuvole bianche
rischiaravano lo spazio.
Quando dormiva due luci bianche
ascendevano al cielo.
D'estate sui gradini
i suoi capezzoli si accendevano
e si spegnevano.
Il mio corpo, diceva, รจ un testo
da sottolineare, da mandare a memoria
e da recitare.

Testo: Ghiannis Patilis


Torna all'indice poesia greca up




Link interessanti o sponsorizzati


linea

TOP IBS
libri vintage        libri in arrivo        libri universitari         studiare a casa        offerte in corso