poesie e poeti italiani e straieri




PAESAGGIO


Federico Garcìa Lorca - Paesaggio
La sera sbagliando
si vestì di freddo.
Dietro i vetri appannati
tutti i bambini
vedono tramutarsi in uccelli
un albero giallo.
La sera è distesa
lungo il fiume.
Un rossore di mela
trema sui tetti.




CANZONE INUTILE


Federico Garcìa Lorca - Canzone inutile Rosa futura e vena contenuta,
ametista di ieri e brezza dell'adesso,
voglio dimenticarle!
Uomo e pesce in quei regni, sotto le cose a galla
aspettando nell'alga o seduti la notte,
voglio dimenticarli!
Io.
Solo io!
Forgiando il vassoio
dove non finirà la mia testa.
Solo io!



LA CHITARRA


Federico Garcìa Lorca - La chitarra Comincia il pianto
della chitarra.
Si rompono i calici
dell'alba.
Comincia il pianto
della chitarra.
E' inutile
calmarla.
Piange monotona
come piange l'acqua,
come piange il vento
sulla nevicata.
E' impossibile
calmarla.
Piange per cose
lontane.
Sabbia del Sud rovente
che chiede camelie bianche.
Piange freccia senza bersaglio,
la sera senza domani,
e il primo uccello morto
sopra il ramo.
Oh chitarra!.
Cuore trafitto
da cinque spade.



CACCIATORE


Federico Garcìa Lorca - Cacciatore Pineta alta!
Quattro colombe nell'aria vanno.
Quattro colombe
volano e tornano.
Portan ferite
le loro quattro ombre.
Pineta bassa!
Quattro colombe sulla terra stanno



AGOSTO

Federico Garcìa Lorca - Agosto Controluce a un tramonto
di pesca e zucchero.
E il sole all'interno del vespro,
come il nocciolo in un frutto.
La pannocchia serba intatto
il suo riso giallo e duro.
Agosto.
I bambini mangiano
pane scuro e saporita luna.






Annunci e Argomenti correlati



Libri di Federico Garcia Lorca

Lasciate le mie ali al loro posto
2008, Passigli
Lettere americane
1994, Marsilio
Poesie d'amore. Testo spagnolo a fronte
2008, Guanda
Il maleficio della farfalla
2001, Acquaviva
Sui libri. Discorso sui libri di Fuente Vaqueros
2008, Cattedrale
I seis poemas gallegos di Federico Garcia Lorca
Caucci von Saucken Paolo G., 1977, Volumnia
Gioco e teoria del duende
2007, Adelphi
Il maleficio della farfalla. Testo originale a fronte
1996, Guanda