Biografia e vita di Yves Tanguy (1900-1955)

Foto di Yves Tanguy Raymond Georges Yves Tanguy nasce a Parigi il 5 gennaio 1900.

Mentre frequenta il liceo incontra Pierre Matisse, che in seguito diventerà il suo mercante.

Nel 1918 entra nella marina mercantile e viaggia in Africa, America del Sud e Inghilterra.

Durante il servizio militare svolto a Lunéville nel 1920 l'artista stringe amicizia con il poeta Jaques Prévert.

Ritornato a Parigi nel 1922, dopo essere stato in Tunisia come volontario, incomincia a disegnare scene di vita al caffè, molto ammirate da Maurice de Vlaminck.

Nel 1923 decide di diventare pittore dopo aver visto i quadri di Giorgio de Chirico e l’anno dopo, insieme a Prévert e Marcel Duhamel, si trasferisce in un'abitazione destinata a divenire il luogo di ritrovo dei surrealisti.

Nel 1924 si interessa al surrealismo quando vede la rivista La Révolution surréaliste e l'anno seguente André Breton lo accoglie fra i membri del gruppo surrealista.

Nonostante la mancanza di una formazione specifica, Tanguy sviluppa la sua arte rapidamente e raggiunge uno stile maturo già nel 1927, anno in cui tiene la sua prima personale alla Galerie Surréaliste a Parigi.

Nel 1928 partecipa con Jean Arp, Max Ernst, André Masson, Joan Miró, Pablo Picasso e altri alla mostra dei surrealisti alla Galerie Au Sacre du Printemps a Parigi.

A partire dal 1930 l'artista inserisce nelle sue opere le immagini di formazioni geologiche osservate durante un viaggio in Africa, tiene personali e partecipa assiduamente a rassegne surrealiste di gruppo a New York, Bruxelles, Parigi e Londra.

Nel 1939 incontra a Parigi la pittrice Kay Sage con la quale nello stesso anno compie un viaggio negli Stati Uniti.

Si sposano nel 1940, stabilendosi nel Connecticut a Woodbury.

Nel 1942 l'artista partecipa alla mostra “Artists in Exile” alla Pierre Matisse Gallery di New York, presso la quale espone frequentemente fino al 1950.

Nel 1947 la sua opera è presente alla mostra “Le Surréalisme en 1947”, organizzata da Breton e Marcel Duchamp alla Galerie Maeght di Parigi.

Nel 1948 assume la cittadinanza americana.

Nel 1953 visita Roma, Milano e Parigi in occasione delle sue personali allestite in queste città.

L'anno seguente espone con Sage al Wadsworth Atheneum di Hartford e compare nel film di Hans Richter 8x8.

Il Museum of Modern Art di New York allestisce una retrospettiva dell'artista otto mesi dopo la sua morte, avvenuta a Woodbury il 15 gennaio 1955.

Passa alle opere di Tanguy






Annunci e Argomenti correlati




Tutti i libri di Tanguy