william_etty_ero_e_leandro_1829




Biografia e vita di William Etty (1787 - 1849)

Insegnante di: William Collins (1788-1847) nel 1807.

Dipinto di William Etty William Etty, pittore inglese, nasce a York, il 10 marzo 1787.

Figlio di un mugnaio che si era stabilito in città con la famiglia aprendo una bottega da fornaio e alimentari, ha una scarsa istruzione, come ai tempi veniva impartita al popolo, viene impiegato in una tipografia che non ha ancora dodici anni

Dopo i sette anni di apprendistato, allora in uso, ottenuto il "diploma" dal suo padrone, William Etty, desideroso di provare le sue capacità nell'ambito artistico, si trasferisce a Londra, aiutato dal fratello maggiore e da un ricco zio che si diletta d'arte.

 A Londra dal 1806 il diciannovenne a iniziato il suo cammino d'artista copiando tutto quello che trovava e è proprio la copia di una copia di "Amore e Psiche" con la quale ottiene di essere ammesso all''Accademia di Belle Arti e nell'estate del 1807 ottenne dallo zio le cento ghinee necessarie per partecipare ad un corso privato di Sir Thomas Lawrence, che era al massimo della sua carriera.

I lavori di William Etty per alcuni anni sono evidentemente influenzati dal manierismo dei Lawrence, ma, anche se i progressi come pittore sono notevoli, non ottiene alcun successo.

Stretto fra nuovi pittori in ascesa, forse più bravi di lui, come Wilkie, Haydon, Collins e John Constable, i lavori di William Etty vengono regolarmente rifiutati dalle esposizioni dell'Accademia, fino al 1811 quando viene accettato il suo "Telemaco che salva Antiope".

Nel 1816, dopo anni di perseverante lavoro per recuperare gli svantaggi della sua prima formazione, intraprende un viaggio in Italia per approfondire la sua conoscenza dell'arte.

Il viaggio dura solo tre mesi e lo studente-pittore non riesce ad andare più a sud di Firenze e, tornato a Londra, continua a dipingere in un'atmosfera di sfiducia e quasi di irrisione accusato dalla stampa di "indecenza" per i nudi che affollano i suoi quadri.

Pittura di William EttyNel 1820 e 1821 due suoi quadri esposti alla Royal Academy, "Coral-finders" e "L'arrivo di Cleopatra in Cilicia",
ottengono molta attenzione e qualche parola di favore.

Nel 1822 riprende il viaggio in Italia, fermandosi a Parigi per copiare alcune opere al Louvre, dove sorprende gli altri pittori per la rapidità e fedeltà di riproduzione, qualità che sorprende anche i colleghi romani quando copia le opere dei pittori del Rinascimento.

William Etty rimane impressionato dai grandi lavori di Raffaello e di Michelangelo a Roma, ma alla fine il luogo che trova più consono alla sua arte è Venezia che personalmente considera come la più grande città d'Arte in Italia.

Nel suo stile pittorico che ha molto più del Veneziano che di qualsiasi altra scuola italiana, Etty dipinse composizioni storiche, mitologiche e nudi femminili, dimostrando una sensibilità al colore forte e caldo.

Tornato a Londra nel 1824 ha la sorpresa di trovare una nuova favorevole atmosfera e la carriera del pittore da quel momento prosegue nella fama senza interruzioni: nominato socio della Royal Academy, quattro anni dopo è promosso alla piena dignità di Accademico.

Nel 1830 William Etty intraprende un nuovo viaggio d'arte attraverso il continente, ma sorpreso a Parigi da un'insurrezione, torna a casa più in fretta possibile.

Nel quarto decennio della sua vita il pittore prosegue, con zelo e senza sosta, nei suoi studi e nella produzione di nudi: già da giovanissimo aveva scelto di diventare pittore perché, secondo lui, il nudo femminile era "l'opera più gloriosa di Dio" e la sua pittura voleva essere la glorificazione di Dio.

Insegnante all'Accademia, aveva l'abitudine di lavorare con gli studenti, nonostante l'ostracismo di alcuni suoi colleghi accademici, che pensava che lavorare alla pari con gli studenti fosse indegno.

Nel 1840, e di nuovo nel 1841, Etty intraprende un viaggio nei Paesi Bassi, per vedere Galleria opere d'arte di Rubens nelle chiese e nelle gallerie pubbliche.

Opera di William Etty
Due anni dopo, per raccogliere nuovo materiale per quello che lui chiamava "la sua ultima epica", il suo famoso ritratto di Giovanna d'Arco, si reca in Francia, anche se questo lavoro, terminato nel 1848, si rivelerà un impegno troppo pesante per la sua età.
Giovanna d'Arco che rivela, oltre la passione dell'artista, anche la stanchezza e la decadenza del pittore, riscuoterà il prezzo più alto di tutti i suoi migliori lavori.

Nell'ultimo anno della sua vita William Etty si è dedicato alla preparazione di una mostra personale dei suoi lavori.

Fra molte difficoltà e fatiche il pittore è riuscito a raccogliere dalle varie parti delle isole britanniche la maggioranza dei suoi quadri, riempiendo, nell'estate del 1849, la grande sala impegnata a Londra.

Il 13 novembre di quello stesso anno William Etty morì, ricevendo, come omaggio alla sua arte, un funerale pubblico nella sua città natale.
William Etty occupa un posto sicuro tra gli artisti inglesi, anche se il suo disegno, spesso sbagliato, denuncia la mancanza di formazione scolastica, viene riscattato dal sentimento e dalla abilità pittorica che ha pochi eguali.

Le sue qualità si rivelano in particolare nei numerosi studî e bozzetti che ebbero notevole influsso su J. E. Millais e G. F. Watts.






Galleria opere d'arte di William Etty

slideshow
slideshow

william_etty_ero_e_leandro_1829
Ero e Leandro (1829)

william_etty_candaule_scopre_sua_moglie
Candaule scopre il tradimento di sua moglie

william_etty_amore_e_psiche
Amore e Psiche

william_etty_leda_e_il_cigno
Leda e il cigno

william_etty_musidora
Musidora

william_etty_studio_di_un_nudo
Studio di un nudo

william_etty_nudo_dormiente
Nudo dormiente

william_etty_nudo_di_schiena
Nudo di schiena

william_etty_nudo_in_piedi
Nudo in piedi

william_etty_nudo_in_piedi
Nudo in piedi

william_etty_la_bagnante
La bagnante

william_etty_giudizio_di_paride
Il giudizio di Paride

william_etty_giovani_a_prua
Giovani ragazze a prua

william_etty_studio_di_nudo_1824
Studio di un nudo (1824)

william_etty_maria_maddalena_penitente_1835
Maria Maddalena penitente (1835)

william_etty__nudo_in_paesaggio_1830
Nudo in un paesaggio (1830)

william_etty_cupido
Cupido

william_etty_due_nudi
Due nudi

william_etty_venere_e_i_suoi_satelliti
Venere e i suoi satelliti

william_etty_britomart_redeems_fair_amoret
Britomart redeems fair amoret

william_etty_la_rosa_dell_amore
La rosa dell'amore

william_etty_flower_girl
Flower girl

william_etty_amiche
Amiche

william_etty_donna_nuda_seduta
Donna nuda seduta

william_etty_plutone_cattura_proserpina
Plutone cattura Proserpina

william_etty_venere_e_cupido_1840
Venere e Cupido (1840)

william_etty_a_bacchanalian_revel
Baccanali

william_etty_studio_di_nudo_maschile
Studio di un nudo maschile


Annunci e Argomenti correlati




Libri sulla Pittura Inglese

  Millais, Rossetti, Burne-Jones e i preraffaelliti
Robinson Michael, Januszewska Yvonna, 2009, Logos
  Alma-Tadema
Querci Eugenia, 2007, Giunti Editore
  Fantasie preraffaellite. La donna immaginaria in Poems and ballads di Algernon Charles Swinburne Rizzardi Perutelli Biancamaria,   Il Sassoferrato. Un preraffaellita tra i puristi del Seicento
Pulini Massimo, 2009, Medusa Edizioni
  Come leggere i vittoriani? Testi di illustrazione e di rappresentazione dell'800 inglese
Kemeny Tomaso, 2000, Ibis
  L'occhio magico preraffaellita
Scontrino Nicola, 1997, Edisud Salerno
  Pittori dell'Ottocento
2002, Polistampa
  Fuoco inglese. Burne-Jones, Rossetti, Morris. Tre artisti dell'era vittoriana
Volpi Orlandini Marisa, 2001, Medusa Edizioni
  La pittura in Europa. Il dizionario dei pittori
2002, Mondadori Electa
  Paesaggisti ed altri artisti olandesi a Roma intorno al 1800
Palombi & Partner
  Artisti a Roma. Ritratti di pittori, scultori e architetti dal Rinascimento al Neoclassicismo. Catalogo della mostra (Roma, 19 novembre 2008-22 febraio 2009)
2008, De Luca Editori d'Arte
  Sopra il reale. Osmosi interartistiche nel preraffaellitismo e nel simbolismo inglese
Spinozzi Paola, 2005, Alinea
  Americani per sempre. I pittori di un mondo nuovo (Parigi 1867-New York 1948)
Cohen-Solal Annie, 2006, Johan & Levi
  Paesaggisti inglesi
2002, Rusconi Libri
  La Bibbia. Storie raccontate dai pittori
Bertherat Marie, Delval Marie-Hélène, 2004, EL
  Dizionario dei nuovi paesaggisti
Nicolin Pierluigi, Repishti Francesco, 2003, Skira
  Miti e mondi vittoriani. La cultura inglese dell'Ottocento
Marroni Francesco, 2004, Carocci
  Diario della Confraternita preraffaellita (1849-1853)
Rossetti William M., 2005, Lumières Internationales