theodore_rousseau monte San Michele




Biografia e vita di Théodore Rousseau (1812 - 1867)

Foto di Theodore Rousseau Pierre Etienne Theodore Rousseau, pittore francese, fondatore della scuola di Barbizon, nasce a Parigi, in Francia il 15 aprile 1812.

I suoi genitori, piuttosto agiati, notando l'interesse del piccolo Theodore per la natura e per l'arte, fanno del loro meglio per incoraggiarlo nelle sue inclinazioni e gli permettono di studiare pittura con lo zio, Pierre-Alexandre Pau de Saint Martin.

Giovanissimo, disegna e dipinge paesaggi nel bosco di Boulogne, vicino alla scuola e nella periferia parigina.

Nel 1826 Theodore Rousseau, che ha 14 anni, inizia a studiare seriamente disegno nello studio del pittore paesaggista Jean Charles Joseph Remond.

In seguito all’Ecole des Beaux-Arts, sarà allievo anche di Guillon - Lethiere, ma il pittore continuerà a sentirsi un autodidatta, orgoglioso di aver imparato il mestiere dipingendo paesaggi dal vero o copiando dal Louvre i grandi maestri fiamminghi e francesi del Seicento.

Il suo pittore preferito ed ammirato è John Constable dal quale impara l'uso di una pennellata libera e morbida, rifiutando il chiaroscuro tradizionale dei suoi maestri accademici.

Nel 1829, dopo un insuccesso al Prix de Rome di paesaggio storico, rinuncia a concorrere e dal 1830 viaggia in Alvernia, una zona centro-meridionale della Francia, ricca di valli, montagne imponenti, pascoli che si perdono all’orizzonte e folte foreste, dove mette a punto la tecnica e i canoni estetici che lo avrebbero distinto per tutta la vita: pittura eseguita direttamente sul posto e non più al chiuso dello studio, cosa che gli permette un perfetto realismo doppiamente legato ai temi scelti ed una tranquilla rappresentazione del sentimento suggerito dal paesaggio rappresentato.

Nel 1831 una delle sue opere dipinte in Alvernia, viene accettata dalla giuria del Salon.

Nel 1832 è sulla costa della Normandia a dipingere all'aperto con numerosi altri artisti, tra cui Paul Huet, il più importante paesaggista del tempo.
Dipinto di Theodore Rousseau
Le opere esposte al Salon tra il 1834 e 1838, pur mostrando un consistente distacco dal gusto del tempo, trovano il favore del pubblico: il duca d'Orleans acquista un quadro, vince una medaglia di terza classe e vende due bozzetti al Principe di Joinville.

Lo stile di Theodore Rousseau, che combina la visione analitica al sentimento romantico, lo mette in contrasto con gli ambienti artistici ufficiali che rifiutano il suo realismo considerato troppo sistematico per l'assenza, nelle sue composizioni, di soggetti o di interessi classici e non accettano di esporre le sue opere al Salon Ufficiale di Parigi.

Dopo il 1838 il pittore diventa un noto pittore paesaggista, anche se molto discusso e contestato dai critici.

Nel 1848 Theodore Rousseau con il suo amico Jules Dupré, si stabilisce ed apre uno studio a Barbizon nella foresta di Fontaineble, che diventa il cuore di una nuova corrente pittorica chiamata "Scuola del 1838 o Scuola di Barbizon alla quale aderiscono o simpatizzano parecchi pittori fra cui Jean Francois Millet, Eugen Delacroix, Huet, Sand, Charles-Francois Daubigny.

Theodore Rousseau fu uno dei pionieri del paesaggio moderno, uno dei più ardenti difensori del Romanticismo pittorico; dotato di uno spirito fondamentalmente romantico, diceva "...Ho sentito anche le voci degli alberi le cui passioni ho scoperto. Volevo parlare con loro e mi inchino al segreto della loro maestà".

I suoi dipinti mostrano la natura come una selvaggia forza indisciplinata che contrasta con il paesaggio calmo idealizzato del Neoclassicismo.

Rousseau adotta un'inquadratura panoramica che consente di dipingere la trasparenza dell’aria, le vibrazioni dell’atmosfera in lontananza e il succedersi di sensazioni colorate dovute alla distanza, realizzate con nervose e sicure pennellate ben strutturate che preannunciano il modo di dipingere degli Impressionisti.

Pittura di Theodore RousseauLa fama e i riconoscimenti ufficiali per il pittore aumentano con il tempo: nel 1852 è nominato Cavaliere della Legione Fontainebleau, all’Esposizione Universale del 1855 gli viene riservata una sala con Duchamps, nel 1867 riceve una medaglia d’onore all’Esposizione Universale.

Nonostante la popolarità ed il sostegno degli amici, Theodore Rousseau si sente incompreso e la sua vita continua a essere difficile: nel 1861 i suoi quadri vanno all'asta e due anni dopo vanno all'asta anche i suoi beni: è un uomo inquieto e travagliato, politicamente deluso dagli esiti dei moti del 1830.

Nel 1867, al culmine della sua popolarità e con il favore di Napoleone III, Rousseau diventa il Capo di una Giuria Internazionale alla Mostra Universale, dove si tiene una sua grande personale, ma la salute si deteriora rapidamente e, curato dall'amico Jean Francois Millet, muore a Barbizon il 22 dicembre 1867.






Galleria opere d'arte di Théodore Rousseau

slideshow
slideshow

theodore_roussea_ville_de_thierws
Ville de Thierws

theodore_rousseau Foresta de Campiegne
Foresta de Campiegne

theodore_rousseau__paris_de_la_terasse_bellevue
Paris de la terasse Bellevue

theodore_rousseau monte San Michele
monte San Michele



Annunci

theodore_rousseau_forest_fontainebleau_1850
Foresta Fontainebleau (1850)

theodore_rousseau_chaumiere_a_barbizon
Chaumiere a Barbizon

theodore_rousseau_effet_d_orage
Effet d'orange

theodore_rousseau_market_pace_in_normandia_1830
Market pace in Normandia (1830)

theodore_rousseau_passeggiata_nel_sottobosco
Passeggiata nel sottobosco

theodore_rousseau_paesaggio_crepuscolare
Paesaggio crepuscolare

theodore_rousseau_il_piccolo_pescatore
Il piccolo pescatore

theodore_rousseau_mare_al_crepuscolo_1850
Mare al crepuscolo (1850)

theodore_rousseau_sotto_gli_alberi
Sotto gli alberi

theodore_rousseau_acquitrino_della_souterranee
Acquitrino della souterranee

theodore_roussea_primavera
Primavera


Annunci e Argomenti correlati




Libri su Théodore Rousseau

  La rivoluzione realista. Lineamenti introduttivi da Barbizon ai macchiaioli
De Paz Alfredo, 2007, CLEUP
  La pittura francese nel XVIII secolo
Jarasse Dominique, 2002, Keybook
  Dizionario dei nuovi paesaggisti
Nicolin Pierluigi, Repishti Francesco, 2003, Skira
  La pittura francese
1999, Mondadori Electa
  Paesaggisti inglesi
2002, Rusconi Libri
  Paesaggisti ed altri artisti olandesi a Roma intorno al 1800
1984, Palombi & Partner