pierre_puvis_de_chavannes_1865




Biografia e vita di Pierre Puvis de Chavannes (1824-1898)

Foto di Pierre Puvis de Chavannes Pierre Puvis de Chavannes, nato a Lione il 14 dicembre 1824, figlio di un ingegnere minerario, discendente da una antica famiglia di Borgogna, studia in un collegio di Lione e poi al Lycee Henri IV a Parigi.

Destinato a diventare un ingegnere minerario come il padre, deve interrompere gli studi per una grave malattia e durante un viaggio in Italia, affascinato dalle opere d'arte ammirate, decide di diventare pittore.

Il giovane Pierre Puvis de Chavannes comincia a studiare pittura, prima con Eugène Delacroix ed Henri Scheffer e poi con Thomas Couture.
Per parecchi anni il lavoro del pittore è rimasto sconosciuto, il suo stilo proponeva, in netto contrasto gli Impressionisti, l'ideale di una grande pittura decorativa, ispirata all'affresco, cosa che lo riallacciava a talune soluzioni di Ingres.

Il mercanti d'arte lo scoprirono solo quando il governo francese acquistò una sua opera e da allora la fama di Puvis crebbe.

Pierre Puvis de Chavannes crea grandi composizioni, di contenuto simbolico, decorazioni di Edifici Pubblici e Musei, in cui il pittore lavora alla creazione di un’arte universale che, in seguito, si è imposta per la sua semplicità e per la sua armonia.

Chiara e comprensibile, la pittura del Maestro, propone modelli adatti ad essere assimilati, riprodotti e combinati in variazioni artistiche.
Ritratto di Pierre Puvis de Chavannes
Ormai pittore famoso e acclamato dal mondo intellettuale dell'epoca, fa parte dei fondatori della Société Nationale des Beaux-Arts, di cui è il primo presidente.

Nel 1880, ormai considerato un Maestro, una celebrità mondana per le sue amicizie aristocratiche, durante un gigantesco banchetto, maestri cerimonieri Verlaine e Mallarmé, fu proclamato artefice e guida spirituale dalla créme intellettuale parigina.

Per anni questo artista fu considerato un accademico, se non un retorico decoratore di edifici pubblici di metà Ottocento, ma la sua pittura, essenziale e nuovamente classica, silenziosa e senza tempo, superava l'Impressionismo per evolvere in Simbolismo, diventando un punto di riferimento per tutti coloro che, all'esaurirsi delle ricerche impressioniste, puntarono ad una figurazione sulle soglie di una nuova mitologia.

Una figurazione più costruttiva dunque e più esplicitamente narrativa che fu una fonte inesauribile di ispirazione per le più disparate personalità artistiche, a partire da Gauguin a Seurat, da Picasso a Matisse, da Denis a Bonnard, via via con Redon, Leger e gli altri pittori del Novecento, tutti devono qualcosa a Pierre Puvis de Chavannes, anche se per parecchi decenni dopo la sua morte, il pittore è stato quasi dimenticato, oscurato dalle nuove glorie.

Opera di Pierre Puvis de ChavannesNel 1885 Pierre Puvis de Chavannes incontrò la sua musa, una ragazzina di professione acrobata che si chiamava Marie Clementine Valadon.

Marie Clementine diventa prima la modella di Puvis poi la sua amante, forse persino la madre di un figlio che lui non riconosce, è lei comunque la giovane adolescente che compare nel "Bosco sacro" e in altre opere importanti del Maestro.

La Valadon non rimase una anonima modella, ma impugnò a sua volta i pennelli, mescolandosi ai pittori di Montmartre.

Toulouse Lautrec le darà il suo nome di battaglia: Suzanne e come Suzanne Valadon la piccola modella di Puvis divenne una grande pittrice.

Pierre Puvis de Chavannes moriva il 24 ottobre 1898 e nel 2002 è stato riconosciuto come precursore di gran parte delle avanguardie.






Galleria opere d'arte di Pierre Puvis de Chavannes

pierre_puvis_de_chavannes_il_povero_pescatore_1881
Il povero pescatore (1881)

pierre_puvis_de_chavannes_fanciulla_in_riva_al_mare_1879
Fanciulla in riva al mare (1879)

pierre_puvis_de_chavannes_il_pallone_1870
Il pallone (1870)

pierre_puvis_de_chavannes_studio_di_4_figure_1863
Studio di quattro figure (1863)

pierre_puvis_de_chavannes_005
 

pierre_puvis_de_chavannes_006
 

pierre_puvis_de_chavannes__la_canzone_del_pastore_1891
La canzone del pastore (1891)

pierre_puvis_de_chavannes_la_toilette_1883
La toilette (1883)

pierre_puvis_de_chavannes_1872
(1872)

pierre_puvis_de_chavannes_1865
(1865)

pierre_puvis_de_chavannes_011
 

pierre_puvis_de_chavannes_1883
(1883)


Annunci e Argomenti correlati




Libri su Pierre Puvis de Chavannes e sulla Pittura Francese

  Pierre Puvis de Chavannes: A Critical Study of His Life and Art
Price, Aimee Brown; Yale University Press
  Il collezionista di sogni
Moreau Gustave, cur. Mathieu P. L., 1989, Novecento
  Mondi trasfiguranti. Da Parigi a l'Avana, da Gustave Moreau a Julian del Casal
Soria Giuliano, 2010, Bulzoni
  Catalogue Sommaire Des Peintures, Dessins, Cartons Et Aquarelles Exposes Dans Les Galeries (1904)
Moreau, Musee Gustave, 2010, Kessinger Publishing
  La pittura francese
cur. Rosenberg P., 1999, Mondadori Electa
  La pittura francese nel XVIII secolo
Jarasse Dominique, 2002, Keybook
  Louis Dorigny 1654-1742. Un pittore della corte francese a Verona
cur. Marini G.; Marini P., 2003, Marsilio
  Gérard Garouste. Le classique et l'indien. Ediz. italiana e francese
cur. Templon D., 2009, Mondadori Electa
  Hubert Robert. Ediz. francese
Méjanès Jean-Francois, 2006, 5 Continents Editions
  Braque, Friesz. Ediz. francese
cur. Vallès-Bled M., 2005, Mazzotta
  Ritorni al passato nell'architettura francese fra Seicento e primo Ottocento
Simoncini Giorgio, 2001, Jaca Book
  Da Pont-Aven ai nabis. Le stagioni del simbolismo francese
cur. Delannoy A., 1999, Skira
  Il dossier De Nittis. Un maestro dell'Impressionismo nella documentazione degli Archives Nationales de France
Belloli Mariagraziella, Lamacchia Giovanni, 2007, Stilo
  Variazioni sul classico. L'architettura francese dal Rinascimento alla Rivoluzione
Gallo Luigi, 2000, Lithos 
  I pittorialisti. Fotografie francesi (1896-1930)
cur. Fuso S.; Mescola S., Alinari IDEA
  Entre l'empire et la mer. Traditions locales et échanges artisthiques (Moyen Age-Renaiassance). Ediz. francese
cur. Natale M., Romano S., 2007, Viella