petrus_christus_il_lamento_1460




Biografia e vita di Petrus Christus (1410 - 1475)

Conosciuto anche come: Petrus Cristus, Pierre Cristus
Dipinto di Petrus Christus Dell'esistenza e della vita di Petrus Christus restano ben pochi documenti da cui si desume che il pittore nasce a Baerle-Duc (ora Baarle-Hertog) nel 1410 circa ed è morto a Bruges fra il 1475-6.

La sua carriera artistica inizia a Bruges a sud dei Paesi Bassi, il 6 luglio 1444, quando, come risulta dal "Registro dei cittadini", una specie di Anagrafe, Petrus Christus ha acquistato la cittadinanza al fine di poter essere riconosciuto come Maestro pittore indipendente.

Della sua formazione si può solo supporre che, come altri pittori della sua epoca, si sia formato alla scuola di Jan van Eyck, ed è stato anche supposto, per spiegare le l'influenza dell'arte tedesca, che Petrus Christus abbia lavorato con artisti tedeschi, o che abbia compiuto un viaggio nella Germania renana verso il 1430.

Dalla magra documentazione risulta che lui e la moglie nel 1464 sono diventati membri della Confraternita del albero secco e che nel 1463 lui e un altro pittore, Pieter Nachtegale, hanno costruito un Albero di Jesse per una processione religiosa per cui sono stati pagati.

Il lavoro di Petrus Christus deve essere stato ben apprezzato nella sua comunità, dato che il 19 marzo 1472 presta servizio in qualità di rappresentante della corporazione dei pittori in una controversia con un altro pittore, Jehan de Hervy il Vecchio.



Nella prima parte della carriera, i caratteri fondamentali della pittura di Christus sono lo specchio esatto dell'arte della scuola di Bruges tanto che viene considerato il seguace più stretto di Jan van Eyck, per l'aderenza stilistica e la scelta di temi (S. Eligio orafo, visitato nella sua bottega da due fidanzati, 1449).

Pittura di Petrus ChristusNoto per i suoi ritratti sensibili, per l'attenzione allo stato emozionale dei soggetti, caratteristica degli artisti Primitivi fiamminghi, Petrus Christus lascia la sua impronta nella storia dell'arte per il suo forte interesse per la definizione dello spazio.

Christus trovò nuove soluzioni prospettiche e fece ricerche di semplificazione formale nella resa delle figure.

Per alcuni Petrus Christus venne influenzato dalle opere di Antonello da Messina, ma per altri fu il pittore italiano ad ispirarsi a lui, proprio per la prospettiva.
Sembra certo che Christus prese alcune idee dalle composizioni di Rogier van der Weyden, come è dimostrato in alcune opere quali il Compianto sul Cristo morto (Bruxelles, Musées Royaux des Beaux-Arts), Madonna e Santi (Francoforte, Städelsches Kunstinstitut), Busto di donna (Berlino, Staatliche Museen)e due pannelli con Donatori (Washington, National Gallery).

Il Pittore , morto a Brema nel 1472 è ricordato come l'autore del il dipinto più antica dei Paesi Bassi con un unico punto di fuga.






Galleria opere d'arte di Petrus Christus

petrus_christus_ritratto_di_giovane_ragazza_1475
Ritratto di giovane ragazza (1475)

petrus_christus_morte_della_vergine_1467
Morte della Vergine (1467)

petrus_christus_isabella_di_portogallo_con_santa_elisabetta_1460
Isabella di Portogallo con santa Elisabetta (1460)

petrus_christus_il_lamento_1460
Il lamento (1460)

petrus_christus_annunciazione_1452
Annunciazione (1452)

petrus_christus_annunciazione_e_nativita_1452
Annunciazione e natività (1452)

petrus_christus__nativita_1445
Natività (1445)

petrus_christus_nativita
Natività

petrus_christus_sant_eligio_nella_sua_bottega_1449
Sant'Eligio nella sua bottega (1449)

petrus_christus_edward_grimston_1446
Edward Grimson (1446)

petrus_christus_madonna_con_bambino
Madonna con Bambino

petrus_christus_uomo_della_sofferenza_1450
L'Uomo della sofferenza (1450)

petrus_christus_giudizio_universale_1452
Giudizio Universale (1452)


Annunci e Argomenti correlati




Libri sulla Pittura Fiamminga

  Fiamminghi e olandesi a Firenze. Disegni dalle collezioni degli Uffizi
2008, Olschki
  Rubens da Fermo all'Europa. Capolavori dell'artista fiammingo a Fermo
2005, Protagon Editori Toscani
  Fiamminghi e altri maestri
2008, L'Erma di Bretschneider
  Mill'altre maraviglie ristrette in angustissimo spacio. Un repertorio dell'arte fiamminga e olandese a Verona tra Cinque e Seicento
Rossi Francesca, 2001, Ist. Veneto di Scienze
  Fiamminghi nel cantiere Italia 1560-1600
Sapori Giovanna, 2007, Mondadori Electa
  Il pittore e la pulzella. Un fiammingo ai tempi di Giovanna d'Arco
Iudica Giovanni, 2007, Guanda
  Rapporti artistici tra Genova e le Fiandre nei secoli XV-XVI
Parma Elena, 2002, Compagnia dei Librai
  Da Rembrandt a Vermeer. Valori civili nella pittura fiamminga e olandese del '600. Catalogo della mostra (Roma, 11 novembre 2008-15 febbraio 2009)
2008, Federico Motta Editore