_il_mare_a_l_estaque_1883




Biografia e vita di Paul Cézanne (1839-1906)

(segue da pag. 1)
Dipinto di  Paul CézannePittutura di  Paul Cézanne
L'accuratissima analisi della natura nelle viste ripetute di soggetti come i Covoni di fieno o i Pioppi differiva totalmente dagli esercizi pittorici di Monet; l'idea di Monet era di dipingere un paesaggio in un'unica sessione in modo da catturare l'impressione di un particolare istante (teoria di base per gli Impressionisti), invece Cézanne tornava sul luogo più e più volte per creare un'immagine profondamente calibrata che portasse in sé tutte le visioni da lui accumulate nel corso del tempo; i suoi dipinti infatti raramente forniscono indicazioni precise sull'ora o la stagione in cui il soggetto è rappresentato.

 Fu solito lavorare lentamente e istintivamente, creando un senso di profondità e solidità non attraverso la prospettiva o altre tecniche convenzionali, ma attraverso variazioni tonali estremamente delicate, distorcendo l'aspetto reale, inclinando e allungando leggermente le forme, per raggiungere un equilibrio pittorico, scopo principale della sua ricerca. Negli ultimi anni produsse opere di luminosa bellezza e compostezza classica, lontane anni luce dall'impulsività selvaggia dell'opera giovanile.

I dipinti al culmine della carriera includono le tre grandi opere raffiguranti le Bagnanti, tra le sue creazioni più maestose; una di queste, conservata presso il Philadelphia Museum of Art, fu probabilmente dipinta interamente nel 1906, anno della sua morte.

Annuncio


Annuncio



Il lavoro di Cézanne rimase piuttosto in ombra fino a quando Ambroise Vollard propose una sua personale nel 1895. L'impatto sul pubblico fu ristretto, ma stimolò fortemente molti giovani artisti, e poiché Cézanne si mostrava raramente in pubblico, intorno alla sua figura si creò un'aura leggendaria.

Paesaggio di  Paul CézanneAlla fine del secolo era ormai riverito come 'il Saggio' dalle avanguardie e nel 1904 il Salon d'Automne gli dedicò una mostra speciale. Una mostra postuma delle sue opere tenuta nello stesso luogo nel 1907 fu un fattore determinante per la nascita del cubismo, e la sua successiva influenza è stata profonda, diversificata e durevole, guadagnandogli il titolo di "Padre dell'arte moderna": la convinzione che la superficie pittorica abbia una propria integrità indipendente da ciò che è in essa rappresentato -caratteristica fondamentale di gran parte della pittura moderna -nasce in gran parte proprio da Cézanne.
Quadro di  Paul Cézanne
Non è solamente la qualità del suo lavoro a render conto della sua ispirazione, ma anche l'esempio da lui dato di completa devozione all'arte. Henri Matisse comprò un dipinto di Cézanne nel 1899 e nel 1936 scrisse che il dipinto l'aveva sostenuto spiritualmente nei momenti critici della sua carriera di artista, e che da quello aveva attinto fede e perseveranza.

Cézanne lavorò spesso a lungo sui dipinti: si dice che abbia effettuato oltre cento sedute per un ritratto di Ambroise Vollard (1899, Petit Palais, Parigi) che poi abbandonò.

Nonostante la lentezza con cui lavorava lasciò una sostanziosa quantità di opere (disegni e acquarelli oltre che oli); ne esistono esemplari in molti importanti musei, con collezioni particolarmente pregiate, come presso la Courtauld Gallery a Londra, la Barnes Foundation a Merion in Pennsylvania, il Museo Pushkin a Mosca, il Metropolitan Museum a New York, il Musée d'Orsay a Parigi, l' Hermitage a San Pietroburgo e la National Gallery a Washington.

Quello che fu il suo studio ad Aix è adesso un museo monografico, ripristinato nella forma in cui l'aveva lasciato alla sua morte e contenente oggetti personali come il cappello e la pipa.






I paesaggi di Cezanne

slideshow
slideshow

il mare a l estaque 1883
Il mare a l'Estaque (1883)

mont sainte victoire 1902
Mont Sainte Victoire (1902)

(segue dopo gli annunci)

Annuncio


Annuncio






Le nature morte di Cezanne

Natura morta con cestino (1882) Paul Cézanne
Natura morta con cestino (1882)

Natura morta con cestino (1888) Paul Cézanne
Natura morta con cestino (1888




Annunci e Argomenti correlati





Libri su Paul Cezanne

Cézanne. Documenti e interpretazioni
Doran Michael, 2006, Donzelli
Paul Cézanne. Il padre dei moderni
cur. Benedetti M. T., 2002, Mazzotta
La pittura moderna. Breve storia da Cézanne ai nostri giorni
Read Herbert, 2003, Rizzoli
Cézanne, Renoir. 30 capolavori dal Musée de l'Orangerie. I classici dell'Impressionismo dalla collezione Paul Guillaume
2005, Skira
Cézanne-Mantegna. Vol. 2
2008, Mondadori Electa
Et in pictura fabulator. Paul Cézanne et le dialogue créateur entre peinture, littérature et philosophie de Balzac à Maldiney
Nuti Marco, 2008, Schena
Cézanne
2007, Mondadori Electa
Cézanne a Firenze
2007, Mondadori Electa
Cézanne a Firenze. Due collezionisti e la mostra dell'impressionismo del 1910. Catalogo della mostra (Firenze, 2 marzo-29 luglio 2007) 2007, Mondadori Electa Firenze ai tempi di Cézanne. Luoghi e protagonisti di una città moderna. Ediz. italiana e inglese
2007, Alinari IDEA
Cézanne in Florence. Two collectors and the 1910 exhibition of impressionism. Catalogo della mostra (Firenze, 2 March-29 July 2007)
2007, Mondadori Electa
Verso l'estremo. Lettere su Cézanne e l'arte come destino
Rilke Rainer M., 2007, Pendragon
Un nuovo anello alla catena
Cézanne Paul, 2007, Via del Vento
Il paradiso di Cézanne
Sollers Philippe, 2005, Abscondita
Cézanne. Documenti e interpretazioni
Doran Michael, 2006, Donzelli
Cézanne. Vita d'artista
2006, Giunti Editore
Pascoli e Cézanne
Pieri Romano, 2006, Il Ponte Vecchio
Cézanne
Nonhoff Nicola, 2005, Ullmann