luis_ricardo_falero_moon_nymph






Biografia e vita di Luis Ricardo Falero (1851-1896)

Dipinto di Luis Ricardo Falero Luis Ricardo Falero nasce a Granada, in Spagna nel 1851 in una ricca famiglia che per lui aveva programmato una carriera al servizio della Marina Reale Spagnola.

A sette anni viene mandato in Inghilterra, al Richmond College, per studiare.

Qui il giovane Falero impara l'inglese, come desiderano i suoi genitori, ma si appassiona anche alla pittura ad acquarelli.

Giudicato un talento precoce, a nove anni viene mandato a proseguire gli studi a Parigi.

A soli sedici anni lascia la scuola per studiare arte, chimica e ingegneria.

Però alcuni esperimenti condotti durante i nuovi studi furono così pericolosi che decide saggiamente di dedicarsi esclusivamente all'arte.

Luis Ricardo Falero inizia il suo lavoro di pittore come ritrattista, per allargare il suo lavoro a personaggi del mondo classico, tradizionale e mitologico, privilegiando il nudo femminile.

Falero affronta il tema del nudo femminile in forme ed impostazioni allegoriche per le quali divenne ben presto famoso.

Conosciuto oltre che per le sue opere per il particolare aspetto da Idalgo: occhi neri, espressione di fuoco, capelli e barba neri nel perfetto stile dei vecchi ritratti spagnoli, non passava inosservato, anche per i suoi particolati hobby:

Luis Ricardo Falero si diletta di matematica, di studi scientifici, di astronomia e soprattutto di soprannaturale.

Pittura di Luis Ricardo Falero
Proprio il soprannaturale, abitato da streghe, fate e magie influenzano in modo particolare il suo mondo artistico e nel 1878 lo portano al primo vero successo con "Witches Going to the Sabbath" (Le Streghe alla Sabba).

Visti i consensi ottenuti dalle sue Streghe, il pittore continua sullo stesso soggetto, arricchendo le tele con angeli, belle forme femminili e amorini senza ali che personificano i pianeti, in ambientazioni mitologiche o fantasy; la maggior parte dei quali sono sensuali rappresentazioni di carne, ma piene di bellezza ideale.

Luis Ricardo Falero dichiara:" Più di tutto mi piace dipingere il nudo, non solo perché mi sembra più difficile, ma perché per me è la più perfetta espressione della bellezza femminile"

Stabilitosi a Londra nel 1880, muore all'University College Hospital nel 1896 all'età di 45.

Le sue opere sono conservate prevalentemente nei Musei di New York.



Galleria opere d'arte di Luis Ricardo Falero

slideshow
slideshow

luis_ricardo_falero_vision_of_faust_1878
Visione di Faust (1878)

luis_ricardo_falero_partida_das_bruxas
Visione di Faust (dettaglio)

luis_ricardo_falero_Fairy_Under_Starry_Skies
Fata sotto un cielo di stelle

luis_ricardo_falero_incanto
Incanto

luis_ricardo_falero_il_vino_tokai_1887
Il vino Tokai (1887)

luis_ricardo_falero__la_favorita_1880
La favorita (1880)

luis_ricardo_falero_oriental_mujer_desnuda
Donna nuda orientale

luis_ricardo_falero__lily_fairy_1888
La fata Lily (1888)

luis_ricardo_falero_moon_nymph
Ninfa della luna

luis_ricardo_falero_musa_della_notte_1880
Musa della notte (1880)

luis_ricardo_falero_the_balance_of_the_zodiac
La bilancia dello zodiaco

luis_ricardo_falero_ninfa_1892
Ninfa (1892)

luis_ricardo_falero_in_posa_1879
In posa (1879)

luis_ricardo_falero_an_oriental_beauty
Una bellezza orientale

luis_ricardo_falero_nudo_sdraiato_1893
Nudo sdraiato (1893)

luis_ricardo_falero_eastern_beauty_1896
Bellezza dell'Est (1896)

luis ricardo falero festa alla taverna
festa alla taverna (1880)

luis ricardo falero la sorciere
la sorciere (1882)





Libri sulla Pittura e Architettura Spagnola

  Da Velàzquez a Murillo. Il secolo d'oro della pittura spagnola nelle collezioni dell'Ermitage
2009, Skira
  Architettura spagnola della seconda repubblica
Bohigas Oriol, Dedalo
  La pittura spagnola
1995, Mondadori Electa
  La pintura preciosista espanola de la colleción Carmen Thyssen-Bornemisza (Valencia, 1999) Ediz. spagnola e inglese
1999, Electa Napoli
  Cieli in cornice. Mistica e pittura nel secolo d'oro dell'arte spagnola
Stoichita Victor I., 2002, Meltemi
  Dalla tradizione alla tradizione. Rusiñol, Sorolla, Zuloaga, Anglada e la pittura della reiberizzazione in Spagna 1874-1945. Ediz. spagnola
Lorandi Marco, 2009, Ikonos (Treviolo)
  Amorose strane creature. Strange lovable creatures. Ediz. italiana, inglese, spagnola
Puppo Giancarlo, 2001, Mondadori Electa
  Dieci anni di architettura spagnola (1987-1996). Catalogo della mostra (Roma, 9 marzo-19 aprile 1998). Ediz. italiana e spagnola
  Pittura per l'eternità. Le collezioni reali spagnole di mosaici e pietre dure
González-Palacios Alvar, 2003, Longanesi
  La Spagna dipinge il Novecento. Capolavori dal Museo nacional centro de arte Reina Sofia
2003, Artemide
  Passaggio in Iberia. Percorsi del moderno nell'architettura spagnola contemporanea
Pierini Orsina S., 2008, Marinotti