017_adamo_ed_eva_1425




Biografia e vita di Jan van Eyck (1390-1441)

 Biografia di Jan van Eyck Jan Van Eyck nacque intorno al 1390 a Maaseik e morì a Bruges 1441.

Elogiato dai contemporanei come “il principe dei pittori del nostro secolo”, fu l'iniziatore della scuola fiamminga, ed uno dei grandi maestri della pittura gotica.

Jan van Eyck iniziò la sua carriera artistica eseguendo alcune miniature del Libro d’ore che probabilmente appartenne a Guglielmo di Baviera.

A questo periodo risalgono anche le sette pagine miniate delle Ore di Torino, di cui quattro andarono distrutte nell'incendio della biblioteca nazionale nel 1904, mentre le tre rimanenti si trovano tuttora nel Museo Civico di Torino.

Anche in questi primi lavori del pittore, è evidente il vivo interesse naturalistio che si esprime in delicate e vibranti rappresentazioni paesaggistiche.

Il pittore rimase all'Aia dal 1422 al 1424, al servizio di Giovanni di Baviera conte di Olanda.

Nel 1425 Jan Van Eyck passò a Lille al servizio del duca di Borgogna, Filippo il buono, del quale fu non solo pittore ufficiale, ma anche intimo amico, consigliere e agente segreto.

Si sa di due missioni all'estero, nel 1426 e nel 1429, quest'ultima in Portogallo per trattare il matrimonio della figlia del re con il duca e che determinò l'inizio della profonda influenza dell'arte fiamminga su quella Portoghese.

Jan Van Eyck nel 1430, ormai celebre pittore, si stabilì a Bruges dove lavorò con il fratello Hubert, perfezionando il suo senso della prospettiva che, a differenza della scuola di Rinascimento Italiano, che era impegnata in una ricerca artistica volta a suggerire la spazialità del dipinto per fondare insieme in uno spazio omogeneo, avvenimento e architettura, Van Eyck catturava la realtà concreta nelle sue esatte proporzioni, senza ricorrere apparentemente a calcoli matematici.
Polittico di Gand  - Biografia di Jan van Eyck
Lo stile di Jan van Eyck dedicandosi con tanta passione alla natura che conteneva gli avvenimenri dipinti, costituiva per la pittura fiamminga un notevole progresso, dato che fino a pochi decenni prima, sia il paesaggio sia l’architettura che includevano la storia sacra erano solo fondi schematici, simili a scene teatrali.

Le opere firmate che ci rimangono, circa una decina, includono il famoso Polittico di Gand (1432), I coniugi Arnolfini (1434, Londra, National Gallery), la Madonna del cancelliere Rolin ( 1433, Parigi, Louvre), la Madonna di Lucca (1436, Francoforte, Stadelsches Kunstinstitut), L’Annunciazione (1435), la scultorea Madonna del canonico van der Paele (1436) e per finire con la ritrattistica.

Anche in questa Jan Van Eyck rivoluzionò l'impianto tradizionale, portando l'attenzione tutta sul volto del modello, come è evidente in Timoteo, l'Uomo col turbante rosso, Jan de Leeuw, la moglie Margaretha van Eyck.

L'influenza dell'opera di Jan van Eyck fu vastissima, non solo in patria, ma anche in Italia, soprattutto attraverso Antonello da Messina, nella penisola Iberica tramite Dalmau e nell'area tedesca.

Jan van Eyck fu anche il perfezionatore della tecnica della pittura ad olio che gradualmente sostituì in Europa l'uso del colore a tempera.






Galleria opere d'arte di Jan van Eyck

slideshow
slideshow

008_autoritratto_1433
Autoritratto (1433)

005_uomo_con_anello_1430
Uomo con anello (1430)

003_ritratto_di_margaretha_van_eyck_1439
Ritratto di Margaretha van Eyck (1439)



Annunci

002_il_matrimonio_di_Arnolfini_1434
Il matrimonio di Arnolfini (1434)

006_dettaglio_di_giovanni_arnolfini_1434
Il matrimonio di Arnolfini dettaglio (1434)

014_madonna_che_allatta_1436
Madonna che allatta (1436)

001_madonna_del_cancelliere_1439
Madonna del cancelliere (1439)

018_giudizio_universale_1420
Giudizio universale (1420)

011_the_ghent_altarpiece_1432
The ghent altarpiece (1432)

017_adamo_ed_eva_1425
Adamo ed Eva (1425)

010_adamo_ed_eva_1432
Adamo ed Eva dettaglio (1432)

013_madonna_con_bambino_1434
Madonna con bambino (1434)

007_santa_barbara_1437
Santa Barbara (1437)

015_maria_dell_annunciazione_1432
Maria dell'annunciazione (1432)

016_stigmate_di_san_francesco_1428
Stigmate di San Francesco (1428)

009_madonna_in_chiesa_1430
Madonna in chiesa (1430)

019_the_ghent_altarpiece_1427
The ghent altarpiece (1427)

020_the_adoration_of_the_lamb_1425
The adoration of the lamb (1425)


Annunci e Argomenti correlati




Libri su Jan van Eyck e sulla Pittura Fiamminga

  Van Eyck to Gossaert: Towards a Northern Renaissance
Jones, Susan Frances, 2011, National Gallery London
  Jan Van Eyck alla conquista della rosa. Il "Matrimonio Arnolfini" della National Gallery di Londra. Soluzione di un enigma
Paoli Marco, 2010, Pacini Fazzi
  La pala d'altare di Jan Van Eyck a Gand
Uspenskij Boris A., 2002, Lupetti
  Van Eyck to Durer: The Influence of Early Netherlandish Painting on European Art, 1430-1530
2011, Thames & Hudson
  Prospettiva divina e prospettiva umana. La pala di Van Eyck a Gand
Uspenskij Boris A., 2010, Mondadori Università
  L'agnello mistico di Van Eyck. Sguardo sul Sacramentum caritatis. Con DVD
Riva M. Gloria, 2007, Mimep-Docete
  La moglie di Van Eyck
Caruso Giacinta, 2008, Flaccovio Dario
  Il segreto di van Eyck
Reyes Gildo, 2010, Booksprin
  Inventing Van Eyck: The Remaking of an Artist for the Modern Age
Graham, Jenny, 2007, Berg Publishers
  Fiamminghi e olandesi a Firenze. Disegni dalle collezioni degli Uffizi
2008, Olschki
  Fiamminghi e altri maestri
2008, L'Erma di Bretschneider
  Mill'altre maraviglie ristrette in angustissimo spacio. Un repertorio dell'arte fiamminga e olandese a Verona tra Cinque e Seicento
Rossi Francesca, 2001, Ist. Veneto di Scienze
  Fiamminghi nel cantiere Italia 1560-1600
Sapori Giovanna, 2007, Mondadori Electa
  Il pittore e la pulzella. Un fiammingo ai tempi di Giovanna d'Arco
Iudica Giovanni, 2007, Guanda
  Rapporti artistici tra Genova e le Fiandre nei secoli XV-XVI
Parma Elena, 2002, Compagnia dei Librai
  Da Rembrandt a Vermeer. Valori civili nella pittura fiamminga e olandese del '600. Catalogo della mostra (Roma, 11 novembre 2008-15 febbraio 2009)
2008, Federico Motta Editore
  Capolavori fiamminghi XV secolo
De Vos Dirk, 2002, Jaca Book
  I disegni fiamminghi e olandesi della Biblioteca Reale di Torino
Sciolla Gianni C., 2007, Olschki
  Rubens e i fiamminghi. Catalogo della mostra (Como, marzo-luglio 2010)
cur. Gaddi S., 2010, Silvana
  Dipinti fiamminghi e olandesi del Seicento
2007, Mazzotta
  I dipinti fiamminghi e olandesi della Pinacoteca Nazionale di Bologna
Le Breton W. Bruna, 2005, Minerva Edizioni (Bologna)
  Primitivi fiamminghi in Liguria
cur. Cavelli Traverso C., 2003, Le Mani-Microart'S