001_parigi_giorno_piovoso_1877




Biografia e vita di Gustave Caillebotte (1848-1894)

Biografia di Gustave Caillebotte Nato nel 1848, Gustave Caillebotte ha seguito studi per diventare avvocato salvo poi essere anche progettista di imbarcazioni, marinaio, amante della filatelia e orticultore; tutte passioni che ha potuto seguire grazie all'agiatezza economica che gli derivava dalla famiglia.

La sua filantropia e generosità hanno messo in ombra la sua opera pittorica.

Grande benefattore per gli amici pittori, è diventato collezionista di opere di nomi importanti come Cézanne, Manet, Pissarro, Renoir e Sisley e dopo la sua morte ha lasciato disposizioni perché la sua grande collezione fosse donata allo Stato.

Nonostante l'eccezionalità della collezione, la sua donazione venne all'inizio rifiutata, all'epoca per essere poi accettata anni dopo, con non poche esitazioni ed esposta, ora, al Musée d'Orsay.

Ad eccezione degli ultimissimi anni della sua vita, Caillebotte ha vissuto insieme alla madre rimanendo celibe, nonostante la donazione a Charlotte Berthier, abbia fatto pensare che fosse la sua amante.

Solo nel 1986, quando la Galleria Nazionale d'Arte di Washington e il Museo d'Arte di San Francisco organizzano un'esposizione dal titolo "La nuova pittura: l'Impressionismo dal 1874 al 1886" il mondo riscopre la qualità artistica di Caillebotte.
Biografia di Gustave Caillebotte
Nella mostra sono ricreate le otto esposizioni del gruppo di pittori impressionisti e in questo contesto storico, più di dodici tele di Caillebotte vengono esposte.

Tra nature morte, paesaggi e interni degli altri pittori i soggetti femminili predominano mentre dai lavori di Caillebotte emerge qualcosa di differente: la sua visione degli uomini.

Anche nella Esposizione del 1994 per il centenario dalla morte, "Gustave Caillebotte, impressionista urbano", la figura dell'uomo emerge come tema dominante.

Guardando le opere di Caillebotte emerge una virilità predominante che si rivela soprattutto nella sua prima grande opera: "Les raboteurs de parquet" (I lamatori di parquet).

Degli uomini a torso nudo, in ginocchio e braccia tese sono dipinti con un atteggiamento sottomesso in un interno borghese. La scelta del soggetto, considerato come una provocazione, giustificò il rifiuto di esporlo al salone del 1875.

Biografia di Gustave CaillebottePoi nei "Peintres en bâtiments" l'oggetto dello sguardo del secondo lavoratore resta volutamente e stranamente indefinito: sta guardando la pittura o il pittore?
Nei "Canottieri che remano sull'Yerres" del 1877 il punto di vista di Caillebotte è nella barca insieme ai rematori a braccia nude.

Nei "Sandolini" si può avvertire la presenza stessa del pittore in questa atmosfera virile.
"I Bagnanti" mostra uomini in costume da bagno discorrere tranquillamente mentre un'imbarcazione passa in distanza.

In "Canotier au chapeau haut de forme", Caillebotte si avvicina al proprio modello come se solo i piedi del soggetto gli impedissero di andare più vicino.


Esaminando il dipinto nella "variante" del 1876/77 (o forse del 1880) si nota come sia cresciuta un'analisi della classe sociale: questi uomini dal volto nascosto sembrano anonimi, stile tipico della seconda metà del XIX secolo. I loro vestiti, per contro, mostrano tutte le differenze sociali che intercorrono tra loro. I cilindri e i soprabiti dei due soggetti in primo piano contrastano con quelli del terzo personaggio. La camicia blu del "proletario" e la sua elegante bombetta suggeriscono una "rimonta sociale".

Per quanto riguarda gli interni rappresentati nelle opere di Caillebotte questi rivelano una disposizione diversa da quelli in cui solitamente gli uomini sono assorbiti dalla sfera domestica e le figure femminili non sono un elemento meramente decorativo.

Biografia di Gustave CaillebotteParagonando il "Ritratto di uomo" del '77 con quella che potrebbe essere una composizione convenzionale di uomini e donne al centro del quadro seduti uno di fronte all'altra e contornati di mobilio questo ritratto appare decisamente "femminilizzato" e ben più complicato.

Nell'"Autoritratto al cavalletto", poi, un uomo dai tratti indistinti legge seduto su un sofà. Uno studio che non è una raffigurazione isolata, ma uno scorcio in cui un amico (o un amante) può sentirsi a suo agio.

Infine la rottura più evidente con l'iconografia di fine secolo è il nudo maschile nella pittura. "L'homme au bain se frictionnant" del '84 è la sfida chiara dello sguardo maschile. In quest'opera Caillebotte si concentra su ciò che è un bagno o una sala da bagno in generale, ambientazione riservata alle donne.

Il soggetto, nudo, non fa altro che, virilmente, asciugarsi: ha fatto il bagno e Caillebotte era presente.
Se la figura femminile è il territorio della modernità e della sessualità virile che ci fanno nei quadri di Caillebotte degli uomini nudi? Chi sono questi uomini? Sono suoi amici o suoi domestici?

Biografia di Gustave CaillebotteLa domanda non è inutile. Sebbene non ci siano dei dati certi sull'omosessualità di Gustave Caillebotte rispondere a tale questione farebbe luce sulla differenza tra il suo lavoro e quello dei suoi contemporanei.

Dalle opere di Caillebotte emerge l'adesione obbligata a un codice d'onore familiare tanto quanto il culto dell'amicizia virile che il suo stato sociale gli imponeva.

I suoi quadri rivelano che si sente a disagio nel suo ambiente, non ci sono drammi né aneddoti né difesa della propria vita privata; piuttosto Caillebotte suggerisce una malinconia e un malessere che sarebbero sorprendenti in un ambiente familiare e privato come il suo.






Galleria opere d'arte di Gustave Caillebotte

slideshow
slideshow

001_parigi_giorno_piovoso_1877
Parigi in un giorno di pioggia (1877)

002_canottieri_sullo_yerre_1877.jpg
Canottieri sullo Yerres (1877)

007_canoe_fiume_yerres_1878
Canoe sul fiume Yerres (1878)

010_vogatori_1877
Vogatori (1877)

015_bacino_di_argenteuil
Bacino di Argenteuil

028_regata_ad_argenteuil_1893
Regata ad Argenteuil (1893)

018_boathouse_a_argenteuil_1886
Boathouse ad Argenteuil (1886)

031_ponte_ad_argenteuil_sulla_senna_1883
Ponte ad Argenteuil sulla Senna (1883)

023_ponte_dell_europa_1876
Ponte Europa (1876)

039
Ponte Europa

036_pioggia_sulla_riva_1875
Pioggia sulla riva (1875)

034_parco_monceau_1878
Parco Monceau (1878)

014_giovane_alla_finestra_1875
Giovane alla finestra (1875)

033_uomo_al_balcone_1880
Uomo al balcone (1880)

024_uomo_al_balcone_1880
Uomo al balcone (1880)

017_al_balcone_1880
Al balcone (1880)

021_interno_1880
Interno (1880)

016_strada_in_salita_1881
Strada in salita (1881)

008_les_orangers_1878
Les orangers (1878)

020_pescatori_1878
Pescatori (1878)

035_disegnatore_di_insegne_1877
Disegnatore di insegne (1877)

025_man_in_a_smock_1884
Uomo in camicia (1884)

011_tetti_sotto_la_neve_1878
Tetti sotto la neve (1878)

026_nasturzi_1892
Nasturzi (1892)

006_frutti_sulla_bancarella_1881
Frutti sulla bancarella (1881)

032_levigatori_di_pavimenti_1875
Levigatori di parquet (1875)

009_pranzo_1876
Pranzo (1876)

005_giovane_suona_il_piano_1876
Giovane che suona il piano (1876)

037_donna_al_vestiario_1873
Donna al vestiario (1873)

022_interno_con_stufa_1872
Interno con stufa (1872)

012_ritratto_henri_cordier_1883
Ritratto di Henri Cordier (1883)

019_donna_nuda_sul_divano_1873
Donna nuda sul divano (1873)

caillebotte/gustave_caillebotte_040_uomo_in_bagno_si_asciuga_1884caillebotte/gustave_caillebotte_040_uomo_in_bagno_si_asciuga_1884x.jpgx.jpg
Uomo in bagno che si asciuga (1884)

013_autoritratto_1887
Autoritratto (1887)

030_autoritratto_1888
Autoritratto (1888)

gustave_caillebotte_041_gioco_di_bezique_1880
Gioco di bezique (1880)

gustave_caillebotte_042_girasoli_sulla_riva_della_senna_1886
Girasoli sulla riva della Senna (1886)

gustave_caillebotte_043_bagnanti_1878
Bagnanti (1878)

gustave_caillebotte_044_i_giardinieri_1877
I giardinieri (1877)

gustave_caillebotte_045_polli_e_selvaggina_1882
Polli e selvaggina (1882)


Annunci e Argomenti correlati




Libri sull'Impressionismo

  Impressionism
Rubin J. H., 2002, Phaidon
  Impressionismo
Walther Ingo F., 2004, Taschen
  British impressionism
McConkey Kenneth, 2002, Phaidon
  Impressionismo. Tutti Galleria opere d'arte
Crepaldi Gabriele, 2008, Mondadori Electa
  L'impressionisme au fil de la Seine
2010, Silvana
  Impressionismo. Il «Sorgere del sole» della contemporaneità
De Paz Alfredo, 2001, Liguori
  La Belgique dévoilée. De l'impressionnisme à l'expressionnisme. Ediz. francese. Catalogo della mostra (Losanna, 26/01-28/07/2007)
Draguet M.Hauptman W.Continents Editions
  Artiste. Dall'impressionismo al nuovo millennio
Corgnati Martina, 2004, Mondadori Bruno
  L'impressionismo. Riflessi e percezioni
Schapiro Meyer, 2008, Einaudi
  I Macchiaioli. Prima dell'impressionismo. Catalogo della mostra (Padova, 27 settembre 2003-8 febbraio 2004)
2004, Marsilio
  L'età di Courbet e Monet. La diffusione del re/alismo e dell'impressionismo nell'Europa centrale e orientale. Catalogo della mostra
2009, Silvana
  Impressionismo italiano
2002, Mazzotta
  Saper vedere i movimenti artistici. Gruppi e tendenze dall'impressionismo a oggi
Bertolino Giorgina, 2008, Mondadori Electa
  Storia dell'arte. Dall'Impressionismo alla Transavanguardia
Chelli Maurizio, 2007, EdUP
  Dall'impressionismo al simbolismo. Scritti sull'arte 1879-1889
Huysmans Joris-Karl, 2002, Liguori
  Impressionismi in Europa. Non solo in Francia. Ediz. italiana e inglese
Barilli Renato, 2001, Skira
  Colore e pittura. Teorie cromatiche e tecniche pittoriche dall'impressionismo all'astrattismo. Con CD-ROM
Rinaldi Simona, 2004, Aracne
  Renoir e la luce dell'impressionismo
2002, Mazzotta