scrittori biografie e libri




Pier Paolo Pasolini breve biografia e contenuti dei suoi libri

Foto di Pier Paolo PasoliniPier Paolo Pasolini nasce il 5 marzo del 1922 a Bologna.

Conclude gli studi liceali e, a soli 17 anni, si iscrive all'Università di Bologna, facoltà di lettere e si laurea nel 1945, dopo la guerra, con una tesi sul Pascoli.

Poeta, romanziere, autore di opere teatrali, critico letterario, saggista e polemista, Pasolini è una delle figure cruciali nella cultura nostrana dal XX° secolo.

Dopo un apprendistato quale sceneggiatore per Fellini - collabora ai dialoghi de "Le notti di Cabiria", 1957 e più ancora per Bolognini ("La notte brava", 1959; "Il bell’Antonio", 1960; "La giornata balorda", 1960), Franco Rossi ("Morte di un amico", 1960), Carlo Lizzani ("Il gobbo", 1960), egli debutta nella regia col superbo "Accattone" (1961): al centro della vicenda, sta quel sottoproletariato già protagonista di due suoi noti romanzi ("Ragazzi di vita", 1955; "Una vita violenta", 1959), estrema propaggine d’un universo contadino minacciato dall’imminente avvento del benessere.

Sono argomenti che torneranno, in modi più tradizionali, nel successivo "Mamma Roma" (1962), storia dell’impossibile riscatto tentato pel tramite del figlio da una non più giovane prostituta.

Annuncio Ciotxt


Annuncio Ciotxt



Nell’episodio "La ricotta" (1963) e ne "Il Vangelo secondo Matteo" (1964), Pasolini si confronta poi con il tema della Passione: in chiave ferocemente comica nel primo, che gli costò non poche traversie giudiziarie; secondo un’ottica terzomondista nel secondo, che resta fra i suoi esiti più alti.

Biografia di Pier Paolo PasoliniBiografia di Pier Paolo Pasolini, SalòHanno struttura e trasognata cadenza di fiaba gli episodi de "La terra vista dalla luna" (1967) e "Che cosa sono le nuvole?" (1968): interpretati da Totò come il lungometraggio "Uccellacci ed uccellini" (1966), sono a quest’ultimo preferibili per la loro grazia e la capacità di sintesi di temi altrimenti complessi.

Il prosieguo della filmografia pasoliniana si sposta, in forme sempre più discutibili e regressive, verso i luoghi del mito: "Edipo re" (1967), "Teorema" (1968), "Porcile" (1969) e "Medea" (1970) sono lavori involuti e tormentati, sovente mossi da uno sterile e scomposto gusto della provocazione.

Più prolifico il ritorno alla dimensione favolistica della "trilogia della vita": totalmente immersi in una dimensione edenica e preistorica, all’insegna d’una sessualità libera e naturale, "Il Decameron" (1971), "I racconti di Canterbury" (1972), "Il fiore delle Mille e una notte" (1972) mostrano limpide tracce di poesia e sono testimonianza d’una ritrovata felicità creativa del regista.

Il prematuro congedo, tuttavia, è affidato a quel "Salò o le 120 giornate di Sodoma" (1975) uscito dopo la sua tragica scomparsa nel 1975 ad Ostia.


Supplica a mia madre

E' difficile dire con parole di figlio

ciò a cui nel cuore ben poco assomiglio.

Tu sei la sola al mondo che sa, del mio cuore,

ciò che è stato sempre, prima d'ogni altro amore.

Per questo devo dirti ciò ch'è orrendo conoscere:

è dentro la tua grazia che nasce la mia angoscia.

Sei insostituibile. Per questo è dannata

alla solitudine la vita che mi hai data.

E non voglio esser solo. Ho un'infinita fame

d'amore, dell'amore di corpi senza anima.

Perché l'anima è in te, sei tu, ma tu

sei mia madre e il tuo amore è la mia schiavitù:

ho passato l'infanzia schiavo di questo senso

alto, irrimediabile, di un impegno immenso.

Era l'unico modo per sentire la vita,

l'unica tinta, l'unica forma: ora è finita.

Sopravviviamo: ed è la confusione

di una vita rinata fuori dalla ragione.

Ti supplico, ah, ti supplico: non voler morire.

Sono qui, solo, con te, in un futuro aprile…






Annunci e Argomenti correlati





I libri di Pier Paolo Pasolini

Morire per le idee. Vita letteraria di Pier Paolo Pasolini
Carnero Roberto, 2010, Bompiani
Sémiotique de l'outrage. Infractions politiques du langage, sociolectes et cinélangues chez Jean Genet et Pier Paolo Pasolini
Impellizzeri Fabrizio, 2010, Aracne
Pier Paolo Pasolini. Le opere, la musica, la cultura. Vol. 1: Poesia, narrativa, teatro.
Magaletta Giuseppe, 2010, Diana Galiani
Pier Paolo Pasolini. Le opere, la musica, la cultura. Vol. 2: Cinema.
Magaletta Giuseppe, 2010, Diana Galiani
Pier Paolo Pasolini. Una morte violenta. In diretta dalla scena del delitto, le verità nascoste su uno degli episodi più oscuri nella storia d'Italia
Visca Lucia, 2010, Castelvecchi
La Russia nella poesia di Pier Paolo Pasolini
Tuscano Francesca, 2010, Book Time
Pier Paolo Pasolini. Teorema. I luoghi: paesaggio e architettura
Prina Vittorio, 2010, Maggioli Editore
L'eresia cristiana di Pier Paolo Pasolini. Il rapporto con la cittadella di Assisi
Passeri Alessio, 2010, Mimesis
Scrittori inconvenienti. Essays on and by Pier Paolo Pasolini and Gianni Celati. Ediz. italiana e inglese
cur. Maggi A., West R., 2010, Longo Angelo
Pier Paolo Pasolini. Il teatro in un porcile
Di Maio Fabrizio, 2009, Gruppo Albatros Il Filo
Pier Paolo Pasolini. Il cinema come forma della letteratura
Panella Giuseppe, 2009, Clinamen
Il Cristo dell'eresia. Rappresentazione del sacro e censura nei film di Pier Paolo Pasolini
Passannanti Erminia, 2009, Joker
Le canzoni di Pier Paolo Pasolini. Con CD Audio
2009, Nota
Pier Paolo Pasolini. La rabbia
cur. Chiesi R., 2009, Cineteca di Bologna
La nuova gioventù? L'eredità intellettuale di Pier Paolo Pasolini
cur. Patti E., 2009, Joker
Pier Paolo Pasolini. Accattone
Parigi Stefania, 2008, Lindau