il partito di tutti





Il Partito di Tutti

Voglio un Partito che sia per Tutti:
belli o brutti,
ricchi o poveri,
giovani o vecchi,
colti o ignoranti,
della bontà al posto dell'odio,
dell'intelligenza al posto della furbizia,
della cooperazione al posto della competizione!

Voglio il Partito di Tutti,
a capo del quale non ci sia
uno come me, che
faccio il gommista, la dog sitter,
sono cuoco o disoccupato,
operaio o casalinga,
e che non parli come me,
che sono ignorante o magari ho anche studiato,
ma che di politica non ne capisco niente!

Voglio il Partito di Tutti,
che unisca e non divida,
risolvendo i problemi
a breve-medio-lungo termine,
del lavoro, della sicurezza, della salute
e che mi faccia solo capire
che i sacrifici o le rinunce che mi chiede
hanno un senso per il mio domani
e per quello dei miei figli e nipoti.

Voglio un Partito di Tutti,
che ci faccia fare solo belle figure
con le altre nazioni a noi associate,
che sia ospitale e benefattore,
quel tanto che è giusto
e che si preoccupi di fare stare bene
anche i poveri o oppressi di altri paesi,
oltre che del nostro
perché anche i meno fortunati
hanno il diritto di crescere
pacificamente e dignitosamente.

Voglio un Partito di Tutti,
che rispetti i diritti, ma imponga i doveri,
che mi costringa al rispetto,
dell'ambiente prima di tutto,
e dei miei simili, oltreché di me stesso,
dandoci strumenti d'insegnamento
che educhino veramente i nostri figli,
sgombrando il territorio da abusi di alcol e droghe
da giochi d'azzardo e da malavita d'ogni genere.

Voglio un Partito di Tutti,
i cui componenti siano persone serie,
competenti, oneste, capaci di affrontare
i complicati problemi della gestione politica.

Voglio un Partito di Tutti,
ma non voglio avere io il gravoso compito
di sceglierne i componenti.
Lo facciano gli esperti e senza
interessi di parte, al di sopra
di ogni fazione e di ogni congrega,
senza cadere in regimi dittatoriali, despotismo
o pericolose oligarchie,
stroncando qualsiasi forma di corruzione
e sudditanza dai poteri economici.
Voglio che il Partito di Tutti
sia l'unico partito e che
tutti gli altri fanfaroni
vadano a casa per sempre,
perché tanto io non li voterei mai più!

Autore: Enrico Riccardo Spelta

(luglio 2019)





Argomenti correlati