articoli news su temi vari

Articolo a contenuto sponsorizzato


Vittorio Casale, professore abruzzese

Il professore artista Vittorio Casale, orgoglio dell'Abruzzo

Vittorio Casale, professore incaricato di Storia della Critica d’Arte all’Università G. D’Annunzio di Chieti, nel corso della sua vita professionale e artistica ha permesso di scoprire e rivivere al meglio, grazie ai suoi studi, l’arte e la storia dell’Abruzzo.

Il professore artista Vittorio Casale, orgoglio dell'Abruzzo, ha rivolto i suoi studi nel corso degli anni principalmente all’arte dei secoli tra il XVII e il XVIII concentrandosi sulle regioni del centro Italia e sulle opere pittoriche e scultoree presenti in Abruzzo, ma anche in Umbria, Marche e nel basso Lazio.

Vittorio Casale e il suo studio sulle maioliche cinquecentesche in Abruzzo

Proprio sull’arte abruzzese, dobbiamo ringraziare il Professor Casale per i suoi studi e la sua pubblicazione dedicata alle maioliche cinquecentesche presenti all’interno della Chiesa di Collarmele. Infatti, con studi accurati, le maioliche sono state ricollocate nel giusto contesto storico, proponendone anche un’attribuzione.

Molto importante anche l’analisi delle opere di Pescocostanzo, particolarmente quella sull’altare di Cosimo Fanzago. Quest’analisi ha mostrato come ci fosse un’irradiazione degli artigiani e degli artisti pescolani in Abruzzo.

L’arte e la storia dell’Abruzzo sono state arricchite dai libri, le ricerche e il richiamo all’attenzione su peculiari e specifiche opere. Come ad esempio, il richiamo all’importanza degli stemmi come documento storico, ideando anche sul tema una ricerca relativa alla valle Subequana.

Al momento, proprio in quest’ambito, ha attivato anche una nuova ricerca dedicata agli altari in legno, pietra e stucco presenti all’interno della Chiesa di San Francesco, Castelvecchio Subequo, che sarebbero stati realizzati da parte di artigiani locali e anche di provenienza lombarda.

Ricerche sull’arte dell’Italia centrale

Le ricerche condotte dal Professor Casale sull’arte dell’Italia centrale sono molto importanti per conoscere la storia dei suoi artisti, e soprattutto cosa si cela dietro alcune produzioni e manufatti che oggi possiamo osservare.

Le ricerche che ha svolto nel corso degli anni hanno dato vita a diversi libri e volumi, come ad esempio: La produzione artistica per canonizzazioni, il Seicento. Il tema della produzione artistica per canonizzazioni è davvero unico, in quanto, prima dell’interesse del professore, questo non era stato mai approfonditamente oggetto di studio.

Molti studi e ricerche, come abbiamo visto hanno riguardato l’Abruzzo, ma non solo.

I temi trattati e le ricerche svolte hanno sottolineato anche a conoscere meglio la pittura sia del seicento sia del settecento dell’Umbria, che ha portato anche alla creazione di una mostra che prende proprio il nome di “Pittura del Seicento, ricerche in Umbria”.

Alle ricerche del Professor Casale si deve anche la scoperta di due busti inediti realizzati da Gian Lorenzo Bernini, conservati all’interno del Duomo di Foligno.

professore artista abruzzese Vittorio Casale



Le principali pubblicazioni del Professor Casale

Il professore e artista Vittorio Casale nel corso della sua attività di ricercatore e scrittore, oltre che esperto dell’arte ha pubblicato diversi libri interessanti e ricchi di informazioni nuove e che danno una più ampia conoscenza artistica dell’Italia centrale.

Una pubblicazione da leggere è che suscita molto interesse è sicuramente: “Gian Lorenzo Bernini, ritratto di Urbano VIII, Ritratto di Bartolomeo Roscioli, Ritratto di Diana Roscioli.”

Molto interessante anche: L’artificio barocco e il suo significato, in Pietro da Cortona, Atti del convegno internazionale Roma-Firenze 12-15 novembre 1997.

Se siete interessati invece a scoprire a fondo i risultati delle ricerche sull’arte dell’Abruzzo è di rilievo la pubblicazione: L’Atene dell’artigianato abruzzese per il Sei e Settecento, Pescocostanzo, Pescara 1992.

Leggere questi testi e libri dedicati all’arte barocca, alle scoperte storico-artistiche effettuate nel corso di studi attenti permette di rivivere appieno la storia. Colpisce sicuramente, durante la lettura, le competenze, l’esperienza da parte del professore e artista, che presenta i temi studiati con una grande passione che si rivive tra le pagine delle sue pubblicazioni.


(pubblicita' VI AF)




CONTENUTI SIMILI

(pubblicita' VI CP)