Snyders Frans Cesto di frutta




Biografia e vita di Snyders Frans (Olanda 1579-1657)

Frans Snyders ritratto da Van Dick Il pittore fiammingo barocco Frans Snyders, Snyders scritto anche Snijders, nasce ad Anversa nel 1579.

L'artista barocco più famoso del 17° secolo, si è distinto soprattutto per la rappresentazione nelle sue opere di animali, in combattimento o in scene di caccia, di nature morte, mercati, dispense.

Celebrato per la sua grande abilità nel catturare le texture e i giochi di luce sulle piume e sulla pelliccia degli animali, Snyders fa parte di un grande gruppo di amici artisti che ha contribuito a trasformare la città di Anversa, da città di commercio e finanza a centro vibrante per le arti.

La locanda dei genitori di Snyders diventa così un centro di ritrovo per artisti.

Da giovane, Snyders studia da Pieter Brueghel il Giovane, ma il suo stile pittorico è influenzato soprattutto dall'arte del fratello minore di Jan Brueghel.

Probabilmente Snyders ha anche studiato da Hendrik van Balen, il primo insegnante di Anthony Van Dyck.

Nel 1602 l'artista diventa maestro presso la gilda di San Luca.

In seguito, come molti altri artisti fiamminghi dell'epoca, visita l'Italia, dove soggiorna per diversi mesi durante il 1608-09 a Roma e poi a Milano.

Pittura di Frans SnydersIntorno al 1610, dopo il suo ritorno ad Anversa, Snyders inizia una lunga amicizia e collaborazione professionale con Peter Paul Rubens e nel 1611 sposa Snyders Margriet (Margaretha) de Vos, la sorella del pittore fiammingo Cornelis De Vos.

Oltre alla corporazione dei pittori di Anversa, Snyders aderisce alla confraternita romana di umanisti, artisti ed appassionati d'arte dove ne è alla presidenza nel 1628.

La pittura di Snyders inizialmente è concentrata sulle classiche nature morte, fiori, frutta.

La sua vera specialità è però quella di dipingere in modo vivace gli animali, anche pappagalli, scimmie, cani e gatti, combinandoli insieme a tavole imbandite con frutta e verdura di tutte le dimensioni.

Dipinto di Frans Snyders Realizza anche svariate composizioni con scene di caccia e con animali da combattimento.

Il suo disegno è preciso e vigoroso e il suo senso del colore è audace ed espressivo.

Questa sua abilità è stata spesso apprezzata ed imitata anche da Peter Paul Rubens e da Jacob Jordaens.

Snyders è nominato pittore di corte da Alberto VII, Arciduca d'Austria e sovrano principe dei Paesi Bassi, per il quale esegue alcune delle sue opere migliori, come Caccia al cervo.

Il pittore muore il 19 Agosto 1657 ad Anversa.






Galleria con opere di Snyders Frans

Snyders Frans Cuoca con cibo
Cuoca con cibo

Snyders Frans Natura morta con aragosta e frutta
Natura morta con aragosta
e frutta

Snyders Frans Cesto di frutta
Cesto di frutta

Snyders Frans Dal pescivendolo
Dal pescivendolo

Snyders Frans Il pescivendolo
Il pescivendolo

Snyders Frans Bottega del Pesce
Bottega del Pesce

Snyders Frans Bancarella di frutta e verdura
Bancarella di frutta e verdura

Snyders Frans Bancarella di frutta e verdura (particolare)
Bancarella di frutta e verdura (particolare)

Snyders Frans Natura morta con cesto di frutta
Natura morta con cesto di frutta

Snyders Frans Caccia al cinghiale
Caccia al cinghiale

Snyders Frans Ritorno dalla caccia
Ritorno dalla caccia

Snyders Frans Natura morta
Natura morta

Snyders Frans Natura morta
Natura morta

Snyders Frans Natura morta
Natura morta

Snyders Frans Levriero cattura un giovane cinghiale
Levriero cattura un giovane cinghiale

Snyders Frans Bancarella di frutta
Bancarella di frutta

Snyders Frans Gioco alla bancarella
Gioco alla bancarella

Snyders Frans Bancarella di frutta
Bancarella di frutta

Snyders Frans Concerto d'uccelli
Concerto d'uccelli

Snyders Frans Gruppo di uccelli pescatori sui rami
Gruppo di uccelli pescatori
 sui rami

Snyders Frans Tre scimmie rubano la frutta
Tre scimmie rubano la frutta

Snyders Frans Cacciatore cattura un cinghiale
Cacciatore cattura un cinghiale

Snyders Frans Natura morta di pollame
Natura morta di pollame



Annunci e Argomenti correlati




Libri sui Fiamminghi del 1500 e 1600

  Fiamminghi nel cantiere Italia 1560-1600
Sapori Giovanna, 2007, Mondadori Electa
  Il pittore e la pulzella. Un fiammingo ai tempi di Giovanna d'Arco
Iudica Giovanni, 2007, Guanda
  Fiamminghi e altri maestri
2008, L'Erma di Bretschneider
  Fiamminghi e olandesi a Firenze. Disegni dalle collezioni degli Uffizi
2008, Olschki
  Capolavori fiamminghi XV secolo
De Vos Dirk, 2002, Jaca Book
  Vermeer. Pingo ergo sum. Svelato il «segreto» della tecnica pittorica del pittore tedesco
Manca Angelo, 2005, Firenze Atheneum
  Rapporti artistici tra Genova e le Fiandre nei secoli XV-XVI
Parma Elena, 2002, Compagnia dei Librai
  I disegni fiamminghi e olandesi della Biblioteca Reale di Torino
Sciolla Gianni C., 2007, Olschki
  Vermeer. La ragazza alla spinetta e i pittori di Delft
cur. Meijer B. W., 2007, Giunti GAMM
  Vermeer. Il silenzio abitato delle case
Carpi Pinin, 2009, Piemme
  Fiamminghi a Roma 1508-1608
2010, Skira
  Dipinti fiamminghi e olandesi del Seicento
2007, Mazzotta