Vergine con bambino (dett)




Biografia e vita di Boltraffio Giovanni Antonio (Italia 1467-1516)

Biografia di Giovanni Antonio Boltraffio Piazza della Scala Milano Giovanni Antonio Boltraffio o Beltraffio, pittore italiano dell'Alto Rinascimento Lombardo, nasce fra il 1466 e il 1467 a Milano, figlio di una famiglia aristocratica (così afferma il Vasari)

I primi lavori di Boltraffio sono influenzati dallo stile della Confraternita dei Pittori Milanesi fra cui il trevisano Bernardo Zenale, il paesaggista Ambrogio Bergognone ed il già noto Vincenzo Foppa, ma dopo l'arrivo di Leonardo a Milano nel 1482, viene accolto nella sua bottega, con Marco d'Oggiono, Gian Giacomo Caprotti, o Salaì e Bernardino Luini.

Risale al 1491 la prima opera al di fuori del laboratorio leonardesco realizzata Boltraffio insieme al compagno Marco d'Oggiono, la Resurrezione di Cristo con i santi Leonardo e Lucia, dipinta per la chiesa milanese di S. Giovanni sul Muro de oggi alla Pinacoteca di Berlino.

Biografia di Giovanni Antonio BoltraffioRisale a questi anni anche la discussa Madonna Litta (attribuita a Leonardo) custodita al Museo dell'Ermitage di San Pietroburgo, eseguita probabilmente da Boltraffio sotto il controllo di Leonardo, stilisticamente simile alla Madonna con Bambino oggi al Museo di Belle Arti di Budapest e a quella del Museo Poldi Pezzoli di Milano che rappresenta una delle opere più rappresentativa della pittura Lombarda del Quattrocento.

 I suoi ritratti, spesso di profilo, e il taglio a mezzobusto sono di concezione leonardesca, anche se i bordi puliti senza sfumature si discostano dallo stile del suo Maestro.

Un genere in cui Boltraffio fu particolarmente versato fu quello ritrattistico, in cui la figura dell'effigiato (che spesso risaltava su un fondo nero) era trasfigurata nell'immagine di un santo (San Giorgio, Santa Lucia, San Sebastiano).

Questo tipo di opere è strettamente legato con alcuni dipinti di Leonardo da Vinci, come la celebre Dama con l'ermellino, la cosiddetta Belle Ferroniére e il Musico dell'Ambrosiana.

Biografia di Giovanni Antonio BoltraffioA Bologna, dove il pittore rimase fra il 1500 e il 1502, trovò nella famiglia Casio, per cui dipinse diversi ritratti, un'atmosfera favorevole al suo lavoro ed ottimi mecenati.

Per la famigli Casio, Giovanni Antonio Boltraffio, realizza il suo capolavoro, la Pala Casio per la Chiesa della Misericordia, ora al Museo del Louvre di Parigi, che raffigura un Madonna con Bambino, Giovanni Battista e San Sebastiano con i donatori, Giacomo Marchione de 'Pandolfi da Casio e suo figlio, il poeta bolognese Girolamo Casio, inginocchiati davanti.

In alcuni Musei sono presenti alcune opere che potrebbero essere riconosciute come lavori di Boltraffio, e sulle quali gli specialisti stanno lavorando.

Giovanni Antonio Boltraffio muore a Milano nel 1516 e le sue opere sono presenti nei maggiori musei del mondo come illustre rappresentante della pittura lombarda del Quattrocento.






Galleria opere d'arte di Boltraffio Giovanni Antonio

slideshow
slideshow

Vergine con bambino
Vergine con bambino

Vergine con bambino (dett)
Vergine con bambino (dett)

Vergine con bambino
Vergine con bambino

Santa Barbara
Santa Barbara

Ritratto di una signora come santa Lucia
Ritratto di una signora come santa Lucia

Ritratto di giovane donna
Ritratto di giovane donna

San Sebastiano
San Sebastiano

Ritratto di Gerolamo Casio
Ritratto di Gerolamo Casio

Vergine con bambino e vaso di fiori
Vergine con bambino e vaso di fiori



Annunci e Argomenti correlati




Libri su Giovanni Antonio Boltraffio e sulla Pittura Lombarda

  Giovanni Antonio Boltraffio. Un pittore milanese nel lume di Leonardo
Fiorio M. Teresa, 2000, Jandi Sapi
  Caravaggio. La luce nella pittura lombarda
2000, Mondadori Electa
  Pittura in Lombardia. Dall'età spagnola al neoclassicismo
2000, Mondadori Electa
  Carlo Pellegrini. Pittore e illustratore
Taroni Giorgio, 2005, Taroni 
  Da Hayez a Sironi. La pittura moderna in Lombardia attraverso le opere della Fondazione Cariplo
2010, Skira
  Pittori lombardi del Quattrocento (rist. anast. Milano, 1902)
Malaguzzi Francesco, 1984, Forni
  Il portale di Santa Maria di Piazza a Casale Monferrato e la scultura del Rinascimento tra Piemonte e Lombardia
2009, Officina Libraria
  Pittura murale nel Medioevo lombardo. Ricerche iconografiche (Secoli XI-XIII) 
2006, Jaca Book
  Bramante nell'architettura lombarda
2001, Skira
  Sette ritratti lombardi dalla tarda maniera alla maniera pura
Tanzi Marco, Vezzosi Massimo, 2009, Polistampa